Gp Qatar - Le pagelle
1139

Prima assoluta per primi assoluti, così potremmo sintetizzare il debutto del Gran Premio del Qatar nel calendario del campionato mondiale di Formula Uno.
Una prima assoluta, quella a Losail, per i primi in assoluto della classe, cioè Max Verstappen e Lewis Hamilton che, oggettivamente, hanno dimostrato di essere di un altro livello rispetto a tutti gli altri, rendendosi autori di una gara fantastica, tiratissima, giocata sul ritmo, in cui nessuno dei due era intenzionato a concedere chance all'altro.

Date le premesse, infatti, il GP mediorientale ha regalato uno show di livello, dato che l'azione in pista non è stata poca, non tanto in termini di sorpassi e duelli, quanto di lotta sul ritmo gara e sulla gestione gomme che, soprattutto, ha caratterizzato la lotta per la vittoria e per il podio.
La gara, come detto, si è giocata sul ritmo e sulle strategie e, nel finale, ha consegnato la vittoria alla Mercedes di Lewis Hamilton, che va a confermare una ritrovata forma del team di Toto Wolff.

Il ventesimo round stagionale ha riservato un bel rimescolamento, in termini prestazionali, dei vari team di centro classifica, consegnandoci una Alpine in grandissima forma, capace di primeggiare sul midfiel e piazzarsi a podio con un super Fernando Alonso. Opaca invece la Ferrari, quinta forza in pista, capace però di allungare ancora su McLaren nella classifica costruttori.
Contemporaneamente, si è vista una Mercedes, come detto, nella condizione di macchina da battere, performante in ogni scenario, capace di sopravanzare la Red Bull.
Al contempo, il team di Chris Horner è apparso in lieve affanno nella lotta contro una straripante freccia nera.
Infine dal circuito alle porte di Doha, emerge una buona AlphaTauri e una buona Aston Martin, mentre la Mclaren continua ad essere in difficoltà, sempre più in affanno nella lotta per il terzo posto in classifica costruttori.

Parlando della gara in senso stretto, l'azione in pista è stata di qualità, seppur i sorpassi non siano stati troppi e la lotta per la vittoria si sia decisa dopo la prima curva.
Svolte queste premesse, andiamo allora ad analizzare il rendimento di team e piloti, durante il Gran Premio del Qatar con le nostre pagelle.
 


Mercedes: 9

Ad oggi hanno la macchina più forte e sfruttano al meglio il momento per battere Red Bull. Pole e vittoria, permettono al team di Toto Wolff di tenere aperta la lotta sia per il mondiale piloti che costruttori.

Hamilton: 10
Pole e vittoria, sull'onda dell'entusiasmo dopo la magia Brasiliana: questo il fine settimana di Lewis che, in un grande momento di forma, accorcia ancora su Verstappen, tenendo aperta la lotta iridata.

Bottas: 6.5
Una disattenzione in qualifica gli costa 5 posizioni di penalità. Parte male, risale fino al podio ma una foratura rovina la sua gara. Alla fine è ritirato.

 

Red Bull: 8.5

Continua la fase di limitazione danni per Red Bull che, per il secondo weekend consecutivo, non ha la miglior macchina ma accorcia in classifica costruttori su Mercedes, sfuttando ogni situazione.

Verstappen: 9
Non ha ma miglior macchina, ma gareggia nel migliore dei modi, centrando il massimo risultato possibile, cioè il secondo posto e il giro veloce, limitando i danni in classifica nei confronti di Hamilton. Anche così si vincono i mondiali.

Perez: 7
Dopo una pessima qualifica, il Checo si rende autore di una gara solida, tutta ritmo e rimonta che, per poco, non lo porta a podio. Alla fine però è quarto che, per la classifica costruttori, è comunque un buon risultato.

 

Ferrari: 6

Ok l'aurea mediocritas citata la scorsa settimana, ma forse Ferrari sta esagerando. Fine settimana difficile per Maranello, specie in qualifica. In gara i piloti viaggiano di conserva, poco potendo con questa SF21, giungendo P7 e P8, allungando su Mclaren nei costruttori.

Leclerc: 7
Pessima qualifica per Charles, causa telaio rotto. Meglio in gara, dove è costretto a rimontare, giugendo ottavo, con un buon passo, dietro Sainz. Limita i danni, ma ultimamente non sta più regalando lampi.

Sainz: 7
Stesse valutazioni svolte per Leclerc ma a parti invertite. Bella qualifica per Carlos ma gara davvero complessa per lo Spagnolo che, con un ritmo non super e senza acuti, chiude settimo, appena davanti a Charles.

 

Mclaren: 5

Terzo fine settimana negativo per Mclaren, capace di piazzare una sola macchina a punti. A dire il vero, c'era il potenziale per fare podio, ma causa una sfortunata foratura, tutto viene vanificato. Di nuovo portano a casa pochi punti, allontanandosi dal terzo posto tra i costruttori.

Norris: 7
Buon fine ine settimana per Lando, in termini di prestazione, ma davvero sfortunato, tale da precludergli ogni chance di risultato. Poteva fare podio ma una foratura lo relega ai margini della zona punti.

Ricciardo: 5
Fine settimana da dimenticare per Daniel. Parte nelle retrovie e, malgrado ogni tentativo, non riesce a risalire sino alla zona punti. Dopo una positiva parte finale di estate, torna ad essere regolato da Norris.

 

Aston Martin: 7.5

Dopo la negativa trasferta Brasiliana, il team Aston torna a ben figurare a Losail. Sfuttando ogni situazione, il team di Lawrence Stroll torna a pizzare due macchine a punti.
Avanti di up e down, verso il 2022.

Vettel: 6
Dopo la beffa del Brasile, dove aveva chiuso appena fuori dai punti, Seb riesce a piazzarsi appena dentro la top10. Dopo una difficile prima parte di gara, il Tedesco riesce a risalire dalle retrovie, sino a conquistare un punto.

Stroll: 8
Bene in qualifica, dove si piazza in Q3, molto bene in gara dove, lottando per 57 giri, riesce a chiudere saldamente in zona punti, battendo anche il team mate Vettel.

 

Alpine: 9.5
Sono la sorpresa del weekend, capaci di mettere in pista una vettura molto performante, chiaramente terza forza in pista. Ciliegina sulla torta? Tornano sul podio.

Alonso: 10 e lode
Super qualifica per Fernando che, sfuttando le penalità altrui, parte terzo. In gara è da applausi, sia per come lotta, sia per la gestione delle gomme e dei rivali. Alla fine va a podio, il che fa benissimo alla F1. Classe e talento non hanno età.

Ocon: 7
Con un solido fine settimana, sin dalla qualifica, piazza la sua macchina in quinta piazza, rendendo il favore Ungherese ad Alonso, aiutando a trattenere Perez nella sua rimonta per Perez.

 

AlphaTauri: 5.5
Fine settimana complesso e a doppia faccia per il team Faentino che, dopo una bellissima qualifica, arranca e arretra in gara, anche a causa di una tattica discutibile. Peccato perché perdono punti da Alpine per il quinto posto nei costruttori.

Gasly: 7
Super qualifica per Pierre dove, ancora una volta dimostra una grande velocità. Parte bene e nel primo stint è in zona podio ma, con l'andare dei giri perde ritmo e naufraga fino a chiudere fuori dai punti.

Tsunoda: 5.5
Così come per Pierre Gasly, la sua gara parte bene, seppur da una posizione peggiore del team mate. Con l'andare della gara, anche a causa di una tattica non impeccabile, viene risucchiato dal gruppo fino a chiudere tredicesimo.

 

Alfa Romeo Racing: 5.5

Dopo il fine settimana non esaltante di San Paolo, la storia si ripete anche in Qatar per il team Alfa Romeo. Qualifica non super, così come la gara, probabilmente anche a causa della conformazione della pista, davvero probante per il motore.

Raikkonen: 7
Fine settimana senza acuti per Kimi, costretto a partire dalle retrovie e a restarci per tutta la gara, probabilmente perché la sua Alfa soffre le piste di motore. Malgrado tutto, mostra ancora una buona aggressività nei sorpassi, godendosi i suoi ultimi GP in F1.

Giovinazzi: 6
Consapevole di essere fuori dal team Alfa e dallo sport, poco può fare se non godersi le ultime gare in F1. Certo, con la vettura che ha tra le mani, poco può se non navigare in fondo al gruppo, chiudendo solamente P15, battuto da Raikkonen.

 

Haas: 6

Come sempre navigano nelle retrovie, lottando per le ultime posizioni, sia in qualifica che in gara. Alla fine portano a casa entrambe le macchine al traguardo che, per loro, è l'unico obiettivo davvero raggiungibile. Il bicchiere dunque è mezzo pieno.

Schumacher: 6.5
Con la macchina che ha non può fare altro che lottare con il suo compagno per le ultime posizioni, non fare errori e portare a casa la macchina. Lo fa ed anzi, sfruttando i guai altrui, chiude addirittura sedicesimo.

Mazepin: 6
Non male il weekend per il Russo, solido e senza errori. Battuto in qualifica, così come in gara, da Schumacher. Alla fine, la mancanza di sbavature lo porta a chiudere in diciottesima posizione, sfruttando le forature capitate ai rivali.

 

Williams: 5.5

Dopo la bella estate di cui è stato protagonista, il team di Grove torna stabilmente nelle retrovie come a inizio anno. Non malissimo in qualifica, peggio in gara, dove pagano anche due forature.
Probabilmente pensano solo al 2022.

Russell: 6
Fine settimana non certo esaltante per George, ma comunque tutto di attacco, nella speranza di piazzare la macchina a punti. Alla fine, dopo essere entrato in Q2, in gara è diciassettesimo, anche a causa di una sfortunata foratura. Ormai è solo in attesa della Mercedes nel 2022.

Latifi: 5
Continua a lavorare bene, confermandosi concreto. Inferiore, senza sfigurare, ai danni di Russell. Con la macchina che ha a disposizione, poco può fare. Alla fine è battuto, come sempre, da Russell. Non solo, ma è anche out, causa foratura all'anteriore sinistra, a pochi giri dalla fine.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Qatar 2021


Tag
gp qatar | qatargp pagelle | pagelle gp qatar |


Commenti
-
Formula1.it

Prima assoluta del Qatar in F1, con una gara da primi assoluti, ovvero Verstappen e Hamilton che con ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it