Sainz: «Safety Car? Non so cosa è accaduto a Charles. Sapevo lo avrebbero attaccato»

Il pilota spagnolo della Ferrari ha sigillato due importanti traguardi nella sua carriera di Formula1 lo scorso weekend a Silverstone ottenendo la sua prima pole position e vittoria. Un risultato cercato, voluto e trovato in un modo però non del tutto semplice per lui.

Gara tutt'altro che semplice

“Dal punto di vista mentale è stata una delle gare più difficili che ho affrontato”, ha spiegato Carlos Sainz in una sessione svolta con i media al termine del GP. “Ho dovuto parlare molto via radio con il team: dovevo tenere sotto controllo il divario sia rispetto a Charles che a Lewis, senza dimenticare il confronto avuto con Max all’inizio. Inoltre, nelle curve ad alta velocità dovevo lottare con il sottosterzo. Ho cercato di lavorare di più sull’anteriore sinistra, ma questo mi toglieva ritmo”.


“Sono rimasto calmo e focalizzato sull’obiettivo. C’ho sempre creduto, anche quando ho perso la testa della gara. Sono rimasto in attesa di un’opportunità e quando è arrivata l’ho afferrata, riporta ‘RacingNews365.com’.

GP Gran Bretagna 2022, Sainz

Safety Car

Tornando a parlare sull’episodio più caldo della gara, ovvero la mancata chiamata ai box della Ferrari a Leclerc nel momento dell’ingresso della vettura di sicurezza a 13 giri dalla fine, il pilota della vettura #55 ha aggiunto: Non so cosa sia accaduto a Charles. Appena è uscita la Safety Car ho capito che c’era l’occasione per montare le Soft. Il mio stint sulle Hard era più lungo rispetto agli altri e l’anteriore sinistra mi dava già qualche preoccupazione, cosa che non mi aspettavo da questo set di gomme. Ero ansioso di cambiare set. Non avevo un buon feeling e il ritmo ne stava risentendo. Quindi appena è uscita la Safety Car diciamo che rientrare ai box era proprio la cosa che più desideravo in quel momento”.

Gestione ripartenza

Il team aveva chiesto a Carlos di interporre tra lui e il compagno un cospicuo gap per permettere a Leclerc di avere il tempo di mandare in temperatura le mescole hard per poi proteggersi dagli attacchi dei piloti alle spalle.


Un aspetto mai preso in considerazione da Sainz nonostante sapesse in quali condizioni avrebbe lasciato il proprio compagno di box: “Sapevo che alla ripartenza superare Charles sarebbe stato piuttosto semplice. Ero sicuro al 100% che avrei avuto una buona opportunità. Volevo solo farlo nel modo più pulito possibile, senza essere d’intralcio a lui e alla sua gara perché sapevo che dietro di me c’erano altri piloti con gomma Soft pronti ad attaccarlo, ha concluso.

GP Gran Bretagna 2022 - Analisi strategie: Ferrari, e se l'errore fosse antecedente alla Safety Car?

Foto: Ferrari, Twitter, F1

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Gran Bretagna 2022


Tag
ferrari | sainz | safety car | leclerc | britishgp | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Il pilota spagnolo della Ferrari ha sigillato due importanti traguardi nella sua carriera di Formula1 ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it