Regolamenti 2022, Wolff ci crede: «Presto per giudicare. Otto team in lotta nei prossimi anni»

La stagione 2022 è andata già ben oltre il giro di boa e dopo 13 gare è possibile fare i primi bilanci. Questa volta però non vogliamo parlare di Red Bull e Ferrari, ma fare un discorso più generale, guardando ai regolamenti subentrati quest'anno.

Gli obiettivi dei nuovi regolamenti

Le norme si ponevano due obiettivi: rendere le gare più spettacolari e ridurre il gap tra le varie squadre creando più opportunità per tutti i piloti di vincere GP. Anche se forse le aspettative non possono definirsi ancora rispettate, i sorpassi sono aumentati, c’è più azione, ma abbiamo visto come il DRS giochi sempre un ruolo importante nell’economia della gara.


La Fomula1 vorrebbe sbarazzarsene, sicuramente ci riuscirà, ma non adesso, è ancora troppo presto per fare a meno dell'ala mobile. Magari però tra qualche anno… Le gomme Pirelli, stanno dando un aiuto importante sotto questo aspetto. Le coperture soffrono meno di surriscaldamento e danno un contributo importante nel permettere ai piloti di seguire la monoposto che precede più da vicino aumentando così le probabilità di sorpasso.

GP Austria 2022, Ferrari, Red Bull

Norme ancora troppo giovani per giudicare

Siamo soltanto all’inizio e un periodo di transizione è necessario prima di poter arrivare all’ottimizzazione dell’intero pacchetto regolamentare. Lo stesso concetto lo si può estendere al gap prestazionale visto tra le varie squadre. Per il momento abbiamo visto soltanto due team lottare per la vittoria. La Mercedes è stata la sola altra compagine in grado di segnare dei podi con regolarità, senza però avere avuto finora una reale possibilità di vincere, e Norris è stato l’unico pilota al di fuori dai primi sei ad ottenere un podio (GP Made in Italy, Imola).

Di certo ci si attendeva di più, ma come detto, siamo solo agli inizi e se il buongiorno si vede dal mattino, possiamo attenderci delle lotte davvero avvincenti nei prossimi anni. Basta pensare al 2014, quando al via della nuova era regolamentare, la Mercedes la faceva da padrona senza avere alcun rivale attorno e vedere lo scenario che si era venuto a creare negli ultimi due anni, con diversi piloti capaci di vincere GP: Gasly - AlphaTauri (GP Italia 2020), PerezRacing Point (GP Sakhir 2020), Ocon - Alpine (GP Ungheria 2021) e Ricciardo - McLaren (GP Italia 2021). Per non parlare del gran numero di conducenti che è stato in grado di arrivare a podio.


GP Italia 2020, Gasly, AlphaTauri

Wolff ci crede: "Otto team in lotta nei prossimi anni"

Tra coloro che vedono un roseo futuro per la massima categoria del motorsport, troviamo il team principal della Mercedes, Toto Wolff, che alla ‘Gazzetta dello Sport’ ha affermato: “Credo sia troppo presto per giudicare, il limite di budget contribuirà a ridurre il gap tra le vetture. Da qui a due anni potremo avere cinque squadre a lottare per le vittorie e successivamente se ne uniranno altre tre”. Otto team in bagarre, con un po' di curiosità a questo punto più su chi non prenderà parte alla sfida piuttosto che su chi vi parteciperà...

Insomma, basta solo portare un po’ di pazienza. Certo quella del manager austriaco potrebbe sembrare una visione piuttosto ottimistica, ma la Formula1 ci crede e non c’è ragione per non sperare che andrà proprio così. Siamo solo agli inizi. Permettiamo al tempo di fare il suo corso.

 

Terruzzi: «La Ferrari sarà protagonista. A chi vuole la testa di Binotto dico una cosa...»

GP Ungheria 2022 - Analisi strategie: Ferrari, riduttivo parlare solo di Hard. Leclerc deve imporsi

Foto: Red Bull


Tag
regolamenti 2022 | wolff | mercedes | ferrari | red bull | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

La stagione 2022 è andata già ben oltre il giro di boa e dopo 13 gare è possibile fare i primi bilanci. ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it