Ferrari, ahi ahi ahi a Singapore, Hamilton ringrazia e allunga

Ferrari, ahi ahi ahi a Singapore, Hamilton ringrazia e allunga

By:
951

Singapore, da due anni a questa parte ormai, si sta rivelando uno snodo fondamentale per la stagione, anzi per l'assegnazione del titolo iridato.

Due anni in cui a Marina Bay si replica la stessa storia, ancora una volta la Ferrari esce a pezzi dalla trasferta asiatica, mentre Lewis Hamilton si invola verso il titolo mondiale, malgrado i valori in campo non dicano lo stesso.

2017, lo scorso anno, a causa della partenza sciagurata delle due Rosse, la gara viene servita su un piatto d'argento a Lewis Hamilton, che da quel momento si invola verso il quarto mondiale.

2018, le SF71H-H non sono coivolte in nessun crash, ma in questa edizione il team di Maranello si presenta alla pirma gara post europea accreditata di una vettura best in class, al pari o migliore della Mercedes, e data come favorita nella gara in notturna, ma come 12 mesi prima spreca una ghiottissima occasione.

Il weekend parte bene, con le due SF71-H che nelle libere sembrano veloci, ben bilanciate, capaci di centrare la pole, se non tutta la prima fila, per poi amministrare in gara il vantaggio della qualifica, andando a vincere con Vettel e accorciando le distanze in graduatoria.

Per tutte le libere le cose vanno al meglio e niente sembra in grado di negare a Vettel la sesta vittoria stagionale.
Discorso opposto per le due Mercedes, che si mostrano in difficoltà, pronte a limitare i danni e a fare i conti con la Red Bull capace di inserirsi tra loro e le Rosse.

Qualcosa però si rompe, tra le FP3 e le qualifiche e le Rosse vanno in black out, e di colpo Vettel e Raikkonen si trovano a fare i conti con una vettura non più perfetta, ma con poco grip e poca velocità.

Situazione opposta in Casa Mercedes, che invece dal black out delle prove libere vede di colpo accendersi la luce, almeno con Lewis, che conquista una Strepitosa (si, la S maiuscola è d'obbligo) qualifica, mentre le vetture di Milton Keynes si confermano nel mezzo, come seconda forza.

In gara Lewis Hamilton fa il bello e il cattivo tempo, imponendo il ritmo che più si addice alla strategia, ma non avendo grossi problemi a dare degli strappi di di parecchi decimi quando necessario, mettendo bene in chiaro cosa è in grado di fare.

Allo start però, i fan Ferraristi vivono qualche giro di speranza, con Vettel che si issa subito alle spalle del leader Hamilton e arriva ad avere un gap massimo di 3 secondi.

Al 14° giro arriva l'intuizione del muretto Ferrari (fallimentare a posteriori), di far pittare Seb passando dalle Hypersoft alle Ultrasoft, tentando l'undercut su Lewis, per poi essere flessibili su due strategie, andare fino in fondo oppure pittare una seconda volta.

Con queste gomme però Seb non ha ritmo, e si trova anche con dei probemi ai freni, e anche grazie al traffico di Perez non riesce a far funzionare l'undercut sulla W09 numero 44, ma anzi perde anche le terza piazza ai danni di Verstappen.

Da questo momento, fino alla bandiera a scacchi è tutto un trenino, con i primi tre che conservano le posizioni senza nessuna azione, tranne l'innocuo tentativo di sorpasso di Max Verstappen su Lewis Hamilton grazie alla presenza di doppiaggi.

Una gara che, come nella passata stagione ha dato una chiara svolta al campionato, visto che ora Seb si trova a -40 da Lewis, e la conquista del titolo per il Ferrarista è ormai quasi una chimera.

Ora però, mettendo da parte il verdetto della gara, a Maranello dovranno analizzare e fondo e capire bene cosa non ha funzionato in questa gara, per fare in modo che ciò non si ripeta più in futuro, perché è oggettivamente inaccettabile che una vettura del livello Ferrari sia così in difficoltà in una gara sulla carta favorevole, e inoltre sarà necessario fare quadrato intorno a Seb Vettel per spingerlo al massimo nella corsa iridata, che sarà molto molto difficile, e comunque per aiutarlo a far si che tutti gli errori da lui commessi in questo 2018 non si ripetano il prossimo anno, dove gli uomini in Rosso saranno pronti ancora una volta a lottare per il titolo.


Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Singapore 2018


Tag
f1 | ferrari | scuderia | vettel | verstappen | hamilton |


Commenti
- Formula1.it
Andiamo ad analizzare un weekend oggettivamente deludente per la Ferrari, che invece di vincere a mani ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it