Hamilton, vittoria bellissima e inaspettata, Ferrari? un mistero

Hamilton, vittoria bellissima e inaspettata, Ferrari? Un mistero

By:
1254

"Vola come una farfalla, pungi come un'ape", celebre frase di Mohammed Ali, che non da oggi è considerato da Lewis Hamilton come un punto di riferimento, un idolo.

Proprio nel weekend di Singapore, il pilota numero 44 della Mercedes, dopo la conquista di una strepitosa pole position al sabato, ha nuovamente tirato in ballo Alì, (dopo che già lo aveva fatto in Canada nel 2016 proprio dopo la scomparsa del pugile) applicando alla perfezione la filosofia del suo idolo.

Infatti nella gara by night, l'inglese ha punto come un'ape solamente in qualifica dove è stato a dir poco perfetto e impeccabile, potendosi a casa una partenza al palo quanto mai inattesa e meritata, mentre un gara è volato come una farfalla, dimostrandosi abilissimo ragioniere e mai in affanno e costretto a strafare per centrare il successo.

Alla fine del GP, il britannico si è presentato al ring delle interviste per rispondere alle domande dei giornalisti ed ha commentato la sua gara in un primo momento in modo generale:

Ho effettuato una partenza perfetta e sono stato in grado di controllare il gruppo ed impostare il passo. Ho gestito le gomme ed ho spinto quando è stato necessario. E’ stata una gara lunga, mi è sembrata la più lunga della mia vita e sono contento che sia finita”.

Partenza dove Lewis ha tenuto alle spalle sia Vettel che Verstappen, iniziando poi ad imporre un ritmo bassissimo alla gara per salvaguardare le gomme, andando cosi ad effettuare un solo pit.

Ritmo lento che, al bisogno, è stato prontamente incrementato per difendersi dall'undercut di Vettel, gestendo cosi senza intoppi fino alla fine, la gara.

Il quattro volte Campione del Mondo ha poi lodato la bella gara di Max Verstappen che è stato l'unico pilota in grado di impensierire minimamente Lewis:

Max ha lottato molto bene, mi ha dato del filo da torcere. Mi sento un privilegiato dopo un weekend simile”.

Bella gara di Max che, dopo aver perso la seconda piazza allo start, è stato abile nello sfruttare la strategia a suo favore, riprendendosi la piazza d'onore, per arrivare anche a tentare un sorpasso al leader in fase di doppiaggio.

Proprio su questo episodio si è voluto soffermare il pilota della Mercedes nell'analisi della sua gara:

Credo di avere avuto un po’ di sfortuna col traffico. Chi mi precedeva si spostava da una parte all’altra della pista, mentre Max ha avuto un po’ di fortuna ad avvicinarsi in un determinato punto del tracciato. Sono riuscito ad uscire da quella situazione, ho spinto forte sul gas ed ho preso daccapo il largo”.

Non poteva poi mancare un commento, da parte del quattro volte Campione del Mondo, sulla brutta performance della Ferrari a Marina Bay:

La Ferrari ha lottato molto bene in questo weekend ma non so come mai sia sparita così in gara. Noi pero’ dobbiamo pensare a fare il nostro lavoro”.

Bella lotta della Rossa fino al Q3, dove, forse, senza qualche sbavatura di Seb, si poteva arpionare la seconda piazza al via, ma poco sarebbe stato possbile in gara, dove le due SF71-H, e per scelte strategiche discutibili, e per inferiorità tecnica, non aveva assolutamente il passo di Hamilton.

Infine, il "Re Nero", ha parlato ancora una volta del magico giro di sabato in qualifica che lo ha portato in pole ed ha annichilito gli avversari:

Questo è uno dei tracciati peggiori per superare e la posizione di partenza è fondamentale. Sapevamo che le Red Bull sarebbero state competitive, lo sono sempre state qui negli ultimi 8 anni, e soprattutto le Ferrari hanno sempre avuto delle buone performance qua. Sapevo che nessuno, anche Toto o James, credeva che sarebbe stato possibile fare la pole ed è stato un momento bellissimo per noi, per tutto il team, vedere la felicità e l’eccitazione per l’esserci riusciti come se non fosse la prima volta”.

Pole che, a conti fatti, gli è valsa almeno il 75% della vittoria in gara, e già per questo ha un significato speciale.
Speciale anche perché nessuno, ma nessuno, nel paddock si sarebbe mai aspetto questa performance, anche in virtù delle difficoltà messe in mostra nel venerdì dalle frecce d'argento.


Una pole che quindi è merito al 100% ed anche di più di Lewis Hamilton, che ancora una volta ha dimostrato tutto il suo talento, andando oltre ai limiti della monoposto, mettendo un'altro tassello per un mondiale che, se sarà suo, lo sarà solo ed esclusivamente per merito suo.


Tag
f1 | mercedes | pu | 2018 | tecnica | hamilton | bottas |


Commenti
- Formula1.it
Lewis Hamilton commenta la sua gara, nella quale grazie al successo allunga di altri 10 punti in classifica ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it