Verstappen ignora le bandiere gialle in Q3: Horner e Binotto tirano acqua al proprio mulino

Verstappen ignora le bandiere gialle in Q3: Horner e Binotto tirano acqua al proprio mulino

By:
701

Come abbiamo detto in precedenza, Verstappen ha sì ottenuto la Pole Position, ma lo ha fatto andando ad ignorare la doppia bandiera gialla esposta per l'incidente di Bottas avvenuto all'ultima curva. Di seguito le dichiarazioni dei Team Principal di Red Bull e Ferrari sull'episodio.

Christian Horner (intervenuto a Sky Uk):
"Non c’erano segnali luminosi gialli in quel settore durante l’ultimo run. Max Verstappen ha portato a termine il giro perché non c’erano segnalazioni in merito, lo ha fatto anche Lewis Hamilton (dai dati giunti nel corso della sessione sembra che Verstappen abbia tenuto giù il piede, mentre Lewis lo avrebbe alzato, ndr). Abbiamo avuto un’ottima giornata, per noi è incredibile centrare la pole position e anche Alexander Albon si è difeso bene”.


Mattia Binotto (intervenuto a Sky Italia):
"Innanzitutto spero che Bottas stia bene. Questo è l’importante. So che sta facendo tutti i controlli. I nostri piloti con bandiera gialla hanno alzato il piede, poi oltre a bandiera gialla questo è un tema di sicurezza. C’è un pilota a muro, credo sia scontato rallentare. C’erano le bandiere gialle esposte, non si può non rallentare, non farlo vuol dire infrangere il regolamento. Entrambi i nostri piloti stavano migliorando rispetto al proprio giro. Difficile dire se fosse sufficiente o meno, ma entrambi stavano lottando per la Pole. Si sarebbe giocata sui centesimi. Peccato, ma è capitato l’incidente. Entrambi i nostri piloti hanno rallentato, non c’era altro da fare (va detto però che Leclerc è riuscito a completare il giro, in quanto Bottas era alle sue spalle e non lo ha influenzato, mentre Vettel ha effettivamente rallentato nell'ultimo tratto e si stava migliorando, ndr). Ordini di squadra al via dato il lungo rettilineo? Meglio non porsi i problemi della Russia. La gara sarà lunga, abbiamo visto venerdì un grande degrado di gomme, il rettilineo è lunghissimo, prendere la scia è importante. Però credo per noi sia importante anche il risultato di oggi: avere le posizioni che ci meritiamo. Lascerei fare il lavoro alla FIA, hanno tutti i dati per poter giudicare. Le immagini ci sono, lasciar fare il loro lavoro è giusto. E’ un tema evidente di sicurezza a tutti gli effetti. Più di una sosta? Sarà una gara difficile, i top team si sono qualificati tutti con le Medie, quindi temiamo tutti il degrado della gomma. Sappiamo che partire con le Medie sarà importante. Chi parte con le Medie può poi mettere anche le Dure. Domani ne vedremo, non dico delle belle, ma sicuramente situazioni diverse. I dati cambiano da venerdì a domenica. Vero che il degrado su Sebastian era buono, ma sono convinto che tutti vedendo i dati venerdì sono corsi ai ripari agendo su assetto e andranno in gestione gomme durante la gara. La classifica delle qualifica mostra che siamo tutti vicini. Sarà gara tutta da giocare, le strategie avranno la loro importanza“.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Messico 2019


Tag
Red Bull | Verstappen | Horner | Binotto | Vettel | Leclerc |


Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it