Gp di Abu Dhabi: le pagelle
By:
2901

Alzi la mano chi, tra Marzo e Aprile, in pieno lockdown, avrebbe scommesso sul fatto che il mondiale di F1 sarebbe partito in tempi ragionevoli e che, soprattutto, si sarebbe concluso rispettando tutti gli eventi programmati senza neppure un annullamento causa Covid-19.
Beh, credo che questi audaci si possano contare sulle dita di una mano.
Eppure, malgrado ogni tipo di avversità, il Circus della F1, grazie ad un calendario studiato alla perfezione e dei protocolli di sicurezza inappuntabili, è riuscito a portare a termine un mondiale con 17 gare, che non poco show ha regalato a tutti gli appassionati.

L'ultimo atto di questa strana stagione 2020, il diciassettesimo, è andato in scena ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi, dove ormai da anni, si chiude la stagione di F1.
Un appuntamento, quello sull'isola di Yas Island, che non ha regalato un grandissimo show, dato che la gara è stata abbastanza avara di azioni spettacolarari, sorpassi o colpi di scena.
Una gara, dunque, non molto movimentata, anche se, la vera sorpresa è quella che riguarda il nome del vincitore: Max Verstappen.
L'Olanedese, di fatto, è riuscito a spezzare un dominio Mercedes sulla pista confinante con il Ferrari World, che durava dal 2014.

Così come accaduto sette giorni fa, sempre in Bahrain, va segnalata la pessima prestazione della scuderia Ferrari, che è tornata a livelli prestazioni di inizio anno, dimostrando che di poco conto sono stati tutti gli upgrade portati in pista durante l'anno.
Una bruttissima gara che, di fatto, chiude una delle peggiori stagioni della Rossa negli ultimi trent'anni.

Andiamo allora ad analizzare il rendimento di questo diciassettesimo ed ultimo round stagionale nel Gran Premio di Abu Dhabi, di team e piloti, con le nostre pagelle.

Mercedes: 6
Performance non al top del team campione del mondo. Ok, non hanno più nulla da chiedere a questa stagione ma la sconfitta è clamorosa. Probabilmente la gara di oggi non è indicativa per il 2021, ma se per caso lo fosse dovranno lavorare sodo.

Hamilton: 6
Torna per l'ultima gara della stagione, ma fa il compitino senza infamia e senza lode, partendo e terminando teezo. Probabilmente accusa ancora degli strascichi post Covid-19.

Bottas: 6
Più o meno valgono le stesse considerazioni fatte per Hamilton, ma lui non ha strascichi da Covid-19. Perde la pole, ancora una volta, termina secondo sia in gara che nel mondiale. Per il 2021 dovrà voltare decisamente pagina.

Red Bull: 9.5
Davvero buon fine settimana per il team che centra una pole e una vittoria, chiudendo col botto la stagione.
A differenza del solito, questa volta entrambi i piloti fanno davvero bene.

Verstappen: 10
Voto massimo per massimo risultato, sia per la super qualifica, che per la grande gara dominata dall'inizio alla fine.
Terminando così il mondiale, nel 2021 dovrà puntate al titolo.

Albon: 8
Bene in qualifica, dove è davvero vicino a Verstappen. Anche in gara è davvero solido, non sbagliando e arrivando a margine del podio. Grande gara: potrebbe valere la riconferma?

Ferrari: 2
Termina, finalmente, la stagione più brutta della Rossa dagli anni '90, con una pessima prestazione, poiché entrambe le macchine sono doppiate.
Urge, anzi è imperativo, voltare pagina sin da Melbourne nel 2021.

Leclerc: 8
Bene in qualifica, malgrado abbia tra le mani una pessima Ferrari e una penalità causa crash in Bahrain. Al via è conservativo e, anche causa non una buona strategia termina fuori dai punti. Può gioire però per la fine di questa terribile annata.

Vettel: 10
Mettiamo da parte la gara, tanto la sua stagione è complessivamente negativa.
Valutiamo la sua ultima gara in Ferrari, con tanto cuore e un team radio strappalacrime. Si dimostra, ancora una volta, un grandissimo pilota e un grandissimo uomo. Chapeau e grazie per questi 6 anni in Ferrari.
Probabilmente a Maranello lo rimpiangeranno.

McLaren: 9
Possiamo dirlo? La ricostruzione è completa, poiché dopo 8 anni di purgatorio tornano ad essere terza forza nel mondiale, dopo aver attraversato difficoltà di ogni tipo.
Davvero complimenti.

Norris: 8.5
Super in qualifica, dove è in secondo fila. In gara fa il suo, gestisce alla grande tutti i 55 giri, e termina quinto. Stagione davvero solida, la sua seconda in F1.

Sainz: 8
Non super in qualifica, ma davvero top in gara, dove termina sesto. Tutto ciò, grazie al quinto posto di Sainz è fondamentale per il team per aripionare la terza piazza tra i costruttori.
Pronto per una nuova avventura in Rosso.

Racing Point: 5.5
Non concretizzano la grande chance di fare un risultato super per il team, terminando al terzo posto tra i costruttori, causa un ritiro di Perez e una gara opaca di Stroll.
Dovranno riprovarci il prossimo anno quando saranno Aston Martin.

Perez: N.c.
Non valutabile poiché la sua qualifica è falsata causa penalità. In gara tenta di rimontare ma dopo pochi giri la sua PU cede.
Chissà che questa non sia stata la sua ultima gara in F1...

Stroll: 5
Dopo la fine del periodo no dopo aver post Covid-19, torna opaco navigando a margine della zona punti, malgrado il gran potenziale.

Renault: 8
Confermano lo stato di forma dell'ultima gara, mettendo entrambe le macchine a punti. A questo punto, devono solamente trovare costanza per fare lo step finalizzato ad essere costantemente sul podio nel 2021, quando saranno Alpine e avranno un giovanissimo Fernando Alonso al volante.

Ricciardo: 8
Bene in qualifica, dove entra in Q3, così come in gara dove combatte per tutti i 55 giri, per la quinta posizione contro le Mclaren, senza però aripionarla causa una strategia non impeccabile.
Non appena ha la macchina giusta tra le mani, non perde mai occasione di mostrare la sua forza e costanza.

Ocon: 7
Buon fine settimana dopo il podio in Bahrain, anche se torna dietro a Ricciardo, sia in qualifica che in gara.
Finale in crescita, ma dovrà migliorare ancora per confrontarsi contro Alonso nel 2021.

Alpha Tauri: 7.5
Confermano il weekend davvero positivo del Bahrain. Fine settimana molto solido nel quale portano a casa altri punti iridati.
Terminano nel migliore dei modi una grande stagione che ha portato a Faenza non poche soddisfazioni.

Gasly: 8
Non perde mai occasione di dimostrare quanto veloce sia. Parte bene e lotta con le Renault nei primi giri. Alla fine, sul ritmo si allontana dalle vetture davanti ma, ancora una volta termina in top10. Ottime basi per un 2021 ancora migliore.

Kvyat: 7.5
Bel fine settimana per il pilota Russo che, malgrado sa di essere fuori dalla F1 si dimostra a livello di Pierre Gasly, quindi molto performante. Peccato che le sue buone prestazioni siano arrivate solo nel finale di stagione, e non quando poteva conquistarsi il rinnovo.

Alfa Romeo Racing: 5.5
A dispetto delle scorse gare, anche a causa di una pista dove il motore conta, tornano nelle retrovie. In gara navigano sempre nelle ultime posizioni, lottando con le Ferrari e le Williams. Il 2021 dovrà essere, per forza di cose, diverso.

Raikkonen: 7
Male in qualifica, dove è sonoramente battuto da Antonio Giovinazzi. Molto molto meglio in gara, dove gestisce alla grande le gomme, chiudendo 11° davanti a Vettel e Leclerc.
A 40 è ancora capace di grandi cose anche se non con molta costanza.

Giovinazzi: 6.5
Soffre, come Raikkonen e i motorizzati Ferrari nei settori, non pochi, dove conta il motore.
Malgrado tutto fa una super qualifica battendo Raikkonen alla grande. In gara arranca in fondo al gruppo ed è battuto dal team mate, ma è esente dal minimo errore. Un 2020 che termina in crescita, che dovrà confermarsi nel 2021, specie sulla distanza.

Haas: 3
Ok, hanno ancora negli occhi l'immagine del crash di Grosjean, e sono in fase di transizione, dato che cambieranno entrambi i piloti nel 2021, ma la prestazione continua a non essere ok, anzi sono ormai chiaramente l'ultima forza del mondiale.

Fittipaldi: 6.5
Dopo di simulatore, paga l'inattività, ma alla seconda gara dimostra una discreta bravura, poiché è dietro a Magnussen, ma su una pista lunga non accusa gap clamorosi, lasciando intendere che con maggior esperienza potebbe essere della partita.
Peccato che la sua carriera in F1, appena iniziata, sia probabilmente già finita.

Magnussen: 6.5
Sa di essere fuori dal team e dalla F1 e gareggia con una monoposto motorizzata Ferrari su una pista di motore. Il risultato? Non può che essere male e purtroppo alla fine chiude la gara in fondo alla classifica.
Non il miglior modo per chiudere la sua carriera in F1.

Williams: 6.5
Sono in costante crescita, tanto che da qualche gara lottano con le Alfa e sono sempre davanti alle Haas. Terminano dignitosamente questo 2020, puntando ad un 2021 nel quale la lotta per la zona punti dovrà essere costante.

Russell: 7
Dopo la chiamata in extremis per sostituire Hamilton, George torna a fare i conti con la Williams, dimostrandosi però gran professionista.
Corre bene e, come sempre, batte Latifi lottando anche con le Ferrari.
Davvero bravo.

Latifi: 6
Nel weekend dove torna as avere il solito team mate, torna a stargli dietro.
Malgrado tutto però non sfigura e dimostra una lenta ma costante crescita.
Se continuerà così, nel 2021 potebbe togliersi qualche soddisfazione, Williams permettendo.



Tag
f1 | ferrari | red bull | mercedes | mclaren | vettel | leclerc | norris | hamilton | bottas | norris | verstappen |


Commenti
- Formula1.it
Cala il sipario sulla stagione 2020 di F1 che, senza dubbio andrà ricordata poiché è stata portata ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it