Gp Monaco - E' incredibile pole per Leclerc, ma con incidente
By:
3725

Con le ottime prestazioni di FP2 e FP3 le Ferrari confermano lo stato di grazia sul circuito monegasco, mentre sia Mercedes che Red Bull sembrano disporre di macchine nervose e poco prevedibili. L'impressione è che qui la lotta per la pole sia realmente aperta a 4 o 5 piloti.

In Q1 scendono subito tutti in pista, tutti hanno bisogno di piazzare un tempo perchè qui gli errori si pagano carissimi e le sessioni possono essere interrotte da incidenti. Il primo a scendere sotto 1m13s è Nando Norris, battuto qualche minuto dopo da Antonio Giovinazzi a sua volta battuto subito dopo da Bottas, che scende sotto 1m12s.

A dare il primo strappo importante è Carlos Sainz su Ferrari con 3 fucsia nei 3 settori che gli valgono il tempo di 1m11s341, con il compagno che si piazza momentaneamente terzo alle spalle anche di Verstappen a meno di due decimi da Carlos.


Nei successivi e ripetuti tentativi arriva la migliore prestazione di Valtteri Bottas che è il primo a scendere sotto 1m10s, ma tutti i piloti in genere si migliorano, anche Leclerc, Verstappen e Norris che in questo momento occupano le prime 4 posizioni.

Vettel in P15 riesce ad entrare in Q2, ma dietro al compagno Stroll che supera il Q1 in P13.

Gli eliminati nel Q1 sono Schumacher (che non ha partecipato), Mazepin, Latifi, ed incredibilmente Alonso e Tsunoda. Lo spagnolo in grande difficoltà considerando soprattutto che il compango è agevolmente in Q2, mentre giapponese sembra essersi spento dopo l'ottimo esordio e da diversi Gp perde il confronto con il compagno Gasly, anche lui agevolmente in Q2.

Il Q2 inizia subito con le Ferrari che si mettono in testa, Sainz davanti a Leclerc con il tempo di 1:10.806, seguono Verstappen ed Hamilton che accende per la prima volta l'interruttore avvicinandosi ai migliori tempi di Ferrari e Red Bull.
Nella mischia di testa si infila anche Nando Norris che si inserisce tra le due Ferrari, ma è Verstappen a mettersi in testa con un ottimo 1:10.650. La Mercedes vede intanto Bottas salire in quinta posizione con Hamilton alle sue spalle ad oltre mezzo secondo dal tempo di Verstappen.

Nel secondo tentativo gli unici a migliorarsi sono Leclerc, che la mette in testa con 1:10.597, e Bottas, che sale in terza posizione a 98 millesimi dal ferrarista e dietro a Verstappen.
In difficoltà Hamilton che sembra proprio non riuscire ad avvicinarsi neanche ai tempi del compagno di squadra ed al momento si ferma in P7 ancora una volta ad oltre mezzo secondo da Leclerc.

Gli esclusi dal Q3 sono Russell (P15) che aveva già fatto un mezzo miracolo in Q1, Raikkonen (P14) che perde ancora la battaglia con il compagno Giovinazzi (P10 ed in Q3), Stroll (P13) battuto questa volta da Vettel (P9). Chiudono Ricciardo (P12) e Ocon (P11) con entrambe le Alpine che quindi si fermano in Q2.

Ci aspetta un Q3 incredibilmente emozionante, con tutte le premesse per uno spettacolo avvincente. 10 piloti in pista, meno traffico e tempi che scendono.

Verstappen è sempre velocissimo nel primo settore e chiude il primo giro veloce in 1:10.570 mettendosi momentaneamente in testa, ma le rosse hanno scelto di fare due giri di riscaldamento ed i tempi devono ancora arrivare. Ed infatti arrivano due ottimi tempi, con Leclerc che si mette in testa con 1:10.346 e Sainz appena alle spalle di Verstappen. Si migliora nel frattempo Bottas che sale in terza posizione proprio davanti a Sainz, ancora spento l'interruttore di Hamilton attualmente settimo alle spalle anche di Gasly.

Il secondo tentativo del Q3 di solito decide la pole. Scendono tutti in pista quasi contemporaneamente. Il tempo da battere è quello di Leclerc, tutti si aspettano che Hamilton accenda l'interruttore e si inserisca nella lotta per la pole che al momento sembra un affare a due tra Charles e Max.
Questa volta tutti decidono di fare due giri di riscaldamento, come hanno fatto fino ad ora la Ferrari, ma arriva il colpo di scena: Leclerc sbatte contro le barriere, bandiere gialle e sessione terminata, posizioni che non cambiano ed è pole position proprio per il pilota monegasco. Secondo Verstappen (molto nervoso per l'incidente di Leclerc), terzo Bottas, quarto Bottas, quinto Norris, sesto Gasly e solo settimo Hamilton che si lascia alle spalle solo Vettel, Perez (deludente e mai in palla fino ad ora), e Antonio Giovinazzi.

L'Alfa Romeo ha trovato a Monaco un circuito favorevole, ed in tutte le sessioni è sembrata molto veloce, soprattutto in simulazione di gara, domani ha ottime possibilità di andare a punti sia con Giovinazzi che con Raikkonen che potrà scegliere le gomme con cui partire.

Weekend fino ad ora da dimenticare per Mick Schumacher, sbatte nelle FP2 e provoca bandiere rosse, sbatte violentemente nelle FP3 e provoca banidere rosse, e non può partecipare alle qualifiche. Per la prima volta il compagno Mazepin emerge come miglior pilota Haas.

Finalmente un segnale da campione da Sebastian Vettel, con una splendida P8 davanti alla Red Bull di Perez. Grande prestazione e grande reazione del quattro volte campione del mondo che in un circuito dove conta il pilota ha dimostrato di esserci ancora.

Una pole position decisamente particolare, ottenuta praticamente anche grazie all'incidente di Charles, ma attenzione se in Ferrari saranno costretti a sostituire il cambio potrebbe arrivare la penalità di 5 posizioni in griglia.

Tra i più delusi del risultato è Carlos Sainz che ai microfoni di Sky è molto amareggiato per non aver potuto piazzare il secondo tentativo. Sentiva di avere la possibilità di piazzare la pole o comunque di partire molto davanti che qui a Monaco è fondamentale.

Aggiornamento 20.45: il cambio della SF21 sembra essere ok, quindi Leclerc partirà regolarmente in polo position, domani mattina arriverà l'ufficialità dopo ke verifiche dei commissari.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Monaco 2021


Tag
gp monaco | qualifiche gp monaco | pole position leclerc |


Commenti
- Formula1.it
Una pole position decisamente particolare, ottenuta praticamente anche grazie all'incidente di Charles, ma ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it