Gp Austria - le pagelle - Red Bull
By:
2843

Stessa pista, stesso vincitore, show di tutt'altro livello.
Così potrebbe essere sintetizzato il Gran Premio d'Austria che, dopo sette giorni dal GP di Stiria, sempre disputato al Red Bull Ring, non ha regalato sorprese in termini di team e pilota vincitore, ma ha regalato uno show non certo esaltante.
Di fatto, a differenza della gara di 7 giorni fa, davvero movimentata, ricca di show e di sorpassi, il GP d'Austria ci ha riservato una gara alquanto soporifera, tutta di ritmo e potenziali sorpassi, ma non certo ricca di azione in pista.

Il nono round stagionale ci ha riservato un bel rimescolamento in termini prestazionali dei vari team di centro classifica, consegnandoci una Ferrari sugli stessi livelli della scorsa settimana, confermando, al contempo, una Red Bull davvero forte in ogni condizione, tale da potersi considerare la macchina da battere. Non solo, ma la gara a Zeltweg, ci ha consegnato una McLaren sempre molto costante, chiaramente terza del mondiale. Non solo, ma dalla seconda gara Austriaca emerge una Mercedes non più top, e non più in grado di regolare gli avversari come nelle stagioni passate, ma costretta a rincorrere gli altri.

Parlando della gara in senso stretto, l'azione in pista è stata poca, a causa di una gara estremamente regolare e giocata sulle strategie, e povera di sorpassi in pista. Non solo, ma il nono appuntamento del campionato ci ha riservato,  ancora una volta in questa annata, la vittoria di Max Verstappen, la terza consecutiva, tanto che a questo punto la lotta mondiale inizia a prendere direzione Olanda, poiché il vantaggio di Max su Hamilton nella graduatoria piloti è superiore alle 25 lunghezze, che corrispondono ad una vittoria di vantaggio.

Svolta questa introduzione, andiamo ad analizzare il rendimento durante il Gran Premio d'Austria, di team e piloti, con le nostre pagelle.


 

Bottas
Mercedes: 7

Più che in funzione della lotta con Red Bull, le loro prestazioni andrebbero valutate come quelle di un team che, ormai è seconda forza nel mondiale. Ebbene, anche in questa chiave non sono super poiché vengono battuti da una Mclaren in qualifica e non mettono entrambe le macchine a podio. Urge reazione immediata.

Hamilton: 5
Evanescente per tutto il fine settimana, non certo super in qualifica e in netta crisi in gara nella quale, nel tentativo di accorciare su Verstappen, danneggia la sua monoposto, venendo battuto da Bottas e Norris, perdendo ulteriore terreno da Verstappen in classifica.

Bottas: 8
Criticato da tutti ma alla fine continua con una stagione senza grossi errori e di grande costanza poiché massimizza sempre il potenziale che ha tra le mani. Può fare podio? Lo fa e, per la seconda gara consecutiva, batte la Red Bull di Perez. A volte è sottovalutato.

 


Red Bull: 8.5

Non ci sono più dubbi: hanno la macchina migliore e non perdono occasione per sfoggiare prove di forza. Super prestazione per tutto il fine settimana. Gara dopo gara mettono sempre più in crisi Mercedes e avanzano verso traguardi ambiziosi. Silverstone potrebbe rappresentare la definitiva consacrazione.

Verstappen: 10 e lode.
Glaciale, maturo, incarnazione della perfezione per 71 giri di gara. Conquista la pole, sfruttando una super Red Bull. In gara non è mai inquadrato, fa quello che vuole e vince, allungando ancor di più su Hamilton in classifica.

Perez: 5.5
Non è a livello di Max Verstappen, ma questa volta ci mette del suo per complicarsi la vita.
Sorpassa Norris all'esterno, rovinando la sua gara. Si ritrova così nel gruppo e, causa nervosismo, butta Leclerc fuori pista per due volte, rimediando 10 secondi di penalità.
Alla fine è solo sesto

 

Ferrari
Ferrari: 6.5

Malissimo in qualifica, con entrambe le macchine escluse dal Q3, probabilmente per  scelta strategia. In gara mostrano un buon passo e chiudono quinto e ottavo. Peccato poiché perdono punti rispetto alla Mclaren.

Leclerc: 7
Per la seconda volta su tre qualifiche è battuto da Sainz. In gara rimonta davvero bene, specie nei primi giri. Alla fine cede la posizione a Sainz, chiudendo ottavo.

Sainz: 8
Bene in qualifica, dove per due volte su tre batte Leclerc. In gara arranca nei primi giri a causa dello start con gomme dure, ma nel finale torna con un gran ritmo e, grazie ad un ordine di scuderia, passa Leclerc e Ricciardo, chiudendo gran quinto.

 

McLaren
Mclaren: 8.5

Continua il periodo davvero positivo per il team di Woking che si dimostra, chiaramente, terza forza del mondiale. Gran bel segnale, la buona gara di Riccardo che porta punti davvero importanti per la classifica costruttori.

Norris: 10
Ora possiamo dirlo: siamo nella stagione della sua consacrazione definitiva. Certo, non ha ancora vinto nulla, ma gara dopo gara dimostra di essere un pilota di assoluto livello, capace di battere costantemente il team mate e di lottare con i migliori. Terzo podio stagionale, davvero un bel risultato.

Ricciardo: 6.5
Malissimo in qualifica dove, per l'ennesima volta è battuto da Norris. Anche in gara è battuto ma almeno, alla Domenica, lotta alla grande per 71 giri, dando filo da torcere alle Ferrari e mostrando importanti segnali di vita.

 

Aston Martin
Aston Martin: 5

Dopo una serie di gare davvero positive, incappano in un weekend davvero negativo, dove figurano bene in qualifica, ma arrancano molto in gara. Dopo delle gare a punti, tornano ad ottenere uno zero. Vanno avanti di alti e bassi.

Vettel: 5.5
Dopo un trittico di gare davvero positivo incappa, sempre in Austria, in un weekend non esaltante, tanto che è escluso dal Q3 e battuto da Stroll. In gara recupera bene, soprattutto sul team mate, ma restando fuori dalla top10. Alla fine è ritirato a causa di un crash con Raikkonen nell'ultimo giro di gara.

Stroll: 5.5
Per il secondo fine settimana consecutivo batte Vettel in qualifica. In gara arranca a fondo gruppo a causa di una strategia non esaltante, costantemente dietro Vettel. Prosegue la sua stagione di alti e bassi, anche a causa di una vettura poco performante.


Alpine: 6.5

Continua il loro percorso fatto di alti e bassi. Per la terza gara consecutiva vanno a punti ma, rispetto ai rivali più diretti, sembrano ancora uno step indietro come pacchetto e, di fatto, sembra che la performance sia maggiormente merito dei piloti che non della vettura. Sono in crescita e, tutto ciò, fa ben sperare per il 2022.

Alonso: 8.5
Ebbene, dopo una prima parte di stagione non all'altezza, dopo la super gara di Baku Fernando sembra completamente rinato. Male al Sabato, dove è fuori dal Q3 a causa di un impeeding da parte di Vettel. In gara lotta come un leone e alla fine, di orgoglio, centra la top10.

Ocon: 4
Ok, non è giudicabile poiché la sua gara termina dopo pochi metri. Fino al Sabato però continua il suo periodo davvero negativo, poiché è escluso dal Q1 e, per l'ennesima volta, battuto da uno splendido Fernando Alonso.

 

Alpha Tauri
Alpha Tauri: 6

Dopo una serie di gare davvero buone, incappano in un weekend non esaltante. Chiudono ai margini dalla zona punti, a causa di una strategia non certo azzeccata, anche se le premesse dopo la qualifica non erano male. Un piccolo passo falso...può starci.

Gasly: 7
Non perde occasione di dimostrare quanto veloce sia, disputando un buon fine settimana.Come sempre, ormai, porta la sua Alpha Tauri in Q3. Peccato per la gara, dove arrivano pochi punti rispetto al potenziale a causa di una tattica di gara azzardata ma poco congeniale.

Tsunoda: 5
Come performance si sta avvicinando ai livelli di Gasly, ma continua a commettere svariati errori, poiché per ben due volte tocca la linea bianca di ingresso ai box, rovinandosi la gara con le sue mani. Ha molto potenziale su cui lavorare.

 

Alfa Romeo
Alfa Romeo Racing: 5.5

Continuano con la loro stagione di alti e bassi, mancando la zona punti per la terza gara consecutiva. Weekend senza errori, ma con una complessiva mancanza di performance che, anche causa sfortuna, non accresce il bottino di punti della squadra. Chiaramente proiettati verso il 2022.

Raikkonen: 5
Non super in qualifica, dove è ormai costantemente battuto da Giovinazzi. In gara invece, anche grazie alla sua esperienza e bravura nella gestione gomme, lotta come un leone per entrare in zona punti. Poteva chiudere undicesimo ma, nel giro finale, butta tutto a causa di un crash con Vettel.

Giovinazzi: 6
Unica certezza della sua stagione: la sfortuna non si dimentica mai di lui. Anche in Austria,  quando stava azzardando una buona strategia per puntare alla zona punti, riceve una penalità per sorpasso sotto Safety Car. Alla fine poco può se non tentare la rimonta, senza però entrare in top10.

 

Haas
Haas: 5.5

Cosa possono fare con la stessa vettura della passata stagione se non navigare nelle retrovie e chiudere in ultima e penultima posizione?
Poco valutabile un team che punta a sopravvivere, con la speranza di voltare pagina nel 2022.

Schumacher: 6.5
Ha solo due obiettivi in questa stagione,: battere Mazepin e non commettere errori.
Come sempre, sin da inizio anno, li centra entrambi e completa molto bene quello che gli è richiesto dal team Bravo.

Mazepin: 6
Continua la stagione confermandosi sui livelli finora mostrati, non compiendo clamorosi errori nel corso del fine settimana, e chiedendo ancora una volta, alle spalle di Mick Schumacher, sia in qualifica che in gara.


Williams: 7

La crescita rispetto al 2020 è visibile soprattutto in qualifica, dove sono molto performanti e entrano in Q3. In gara hanno un buon passo ma non come quello dei rivali e dunque, per poco non centrano il primo punto stagionale.

Russell: 8
Non sorprende più, visto che ormai ci ha abituato a portare la Williams in Q2 ma questa volta va oltre ed entra in Q3, battendo le Ferrari. In gara è ottimo, ma a causa di un passo non molto veloce, non riesce, per poco, a centrare la top10.

Latifi: 6
Rispetto al team mate Russell non è allo stesso livello ma, rispetto alla scorsa stagione mostra passi avanti. Sotto la bandiera a scacchi è davanti alle Haas, centrando così l'obiettivo minimo, senza commettere il minimo errore. 

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Austria 2021


Tag
gp austria | austriangp | gp austria pagelle |


Commenti
- Formula1.it
A differenza del 2020, la doppia gara in Austria ha riservato poche soprese e poco show, con una gara ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it