Sainz risponde a Binotto: Vicino al limite con la Ferrari. Leclerc? Un vantaggio il suo riferimento

La prima stagione di Carlos Sainz con la Ferrari è da considerarsi tutto sommato positiva. È mancata soltanto la vittoria al pilota spagnolo dopo aver conquistato tre podi in stagione (un secondo posto a Montecarlo e due terzi posti in Ungheria e in Russia) ed è soli 6,5 punti dalla cosiddetta carica di "prima guida" investita dal team principal Mattia Binotto, il monegasco Charles Leclerc. Il numero 55 della Rossa è stato alle calcagna del compagno di squadra nelle ultime gare. Ha lavorato duramente durante l'inverno per integrarsi con la Ferrari, si è avvicinato al ritmo più veloce degli altri piloti che hanno cambiato volante nel 2021 come Daniel Ricciardo (McLaren), Fernando Alonso (Alpine), Sebastian Vettel (Aston Martin) e Sergio Perez (Red Bull) ed è rimasto in livello costantemente buono per tutta la stagione. Per gran parte della stagione, Sainz si è adattato alle esigenze della Ferrari come ha fatto con la McLaren nelle ultime due stagioni.


Sainz sul suo momento positivo

Carlos Sainz ha raccontato il suo momento positivo ai microfoni di the-race.com: "È difficile da spiegare, ma mi sento come se ultimamente nella seconda metà della stagione, anche nei fine settimana in cui non sono al 100%, sono ancora più vicino al limite di quanto non fossi nella prima parte. È una buona notizia e ora voglio solo sentirmi così ogni weekend. Lo sento molto nelle FP1. Nelle FP1 a volte è stata una grande sorpresa guidare quella macchina in un determinato circuito. È uscito completamente dal nulla come 'Wow, questa macchina è molto diversa dalla McLaren in questo circuito'' e ho dovuto cambiare tutto e resettare la mia mente. Ora le FP1 e le FP2 sembrano un po' più naturali e significa che ho un po' meno lavoro per venerdì e sabato. Il GP del Messico è stato il primo fine settimana in cui mi sono sentito subito a mio agio in macchina e in gara stavo effettivamente cambiando il mio stile di guida per adattarlo al degrado delle gomme. E ricordo di averlo fatto molto spesso con la McLaren. Immagino che sia anche una conseguenza di tutte le gare che passano e mi sto solo abituando al tutto. Ma anche nelle gare in cui non sono stato al 100%, penso di esserci andato molto vicino. Ad Austin ero molto vicino al limite. In Russia ho avuto un weekend molto forte. In generale, sento che tutto il duro lavoro di inizio stagione stia dando i suoi frutti".


Su Leclerc

"Avendo un compagno di squadra come Charles come riferimento, sai che sta massimizzando l'auto ogni fine settimana. Avendo questo riferimento, so che se sono un po' più avanti di lui durante l'intero weekend è perché sono vicino al limite".

A voi è piaciuta la prima stagione di Carlos Sainz in Ferrari?

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Qatar 2021


Tag
sainz | leclerc | ferrari | binotto | formula 1 |


Commenti
-
Formula1.it

Il pilota spagnolo della Ferrari si è adattato alla Rossa nella seconda parte di campionato e si è ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it