Marko

Sono passati diversi giorni dalla fine del Mondiale 2021 e continuano le polemiche per il controverso epilogo ad Abu Dhabi, con Max Verstappen che si è laureato Campione grazie all'entrata in pista della Safety Car a causa dell'incidente di Latifi. In una recente intervista ai microfoni di Motorsport-total.com, Helmut Marko, dirigente della Red Bull, è tornato a parlare della vicenda. Di seguito un estratto delle sue dichiarazioni.

Le parole di Helmut Marko: "Se si fosse schiantaro Tsunoda..."

Il responsabile del progetto giovani della Red Bull è tornato a parlare delle vicende del GP di Abu Dhabi soffermandosi sulla questione dell'incidente di Latifi. Marko non ha rispariamo un riferimento al Crashgate di Singapore 2008, cioè l'incidente programmato di Nelson Piquet jr tramite il quale la Renault rese possibile il successo di Fernando Alonso, tirando in ballo anche Yuki Tsunoda (pilota dell'Alpha Tauri, scuderia in orbita Red Bull). Ecco le dichiarazioni dell'ex pilota austriaco:


"Internamente per noi era chiaro che avevamo bisogno di una Safety Car, se a causare un incidente fosse stato ad esempio Yuki (Tsunoda, ndr), sarebbe certamente successo qualcosa....Poi ci è diventato subito chiaro che l’incidente di Latifi rappresentava per noi Pasqua, o Natale. Era l’occasione del secolo. Abbiamo reagito subito e siamo passati alle gomme morbide".

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Abu Dhabi 2021


Tag
marko | red bull | verstappen | latifi | piquet | tsunoda | mercedes | hamilton |


Commenti
-
Formula1.it

Il responsabile del progetto giovani della Red Bull è tornato a parlare delle vicende del GP di Abu ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it