Dalla totale assenza di sorpassi all'impresa di Ricciardo: numeri e storie del Gp di Monaco

La prima vera gara tra le stradine del Principato di Monaco fu sostenuta e organizzata nel 1929 dal produttore di sigarette Antony Noghes (personalità che oggi dà il nome all’ultima curva del tracciato) con i suoi amici dell’Automobile Club de Monaco. Il circuito venne inserito per la prima volta nel calendario mondiale di F1 nel 1950, ovvero proprio nella sua prima storica stagione. La tappadovette pazientare fino al 1955, anno in cui riuscì ad entrare in pianta stabile nei programmi della massima categoria del motorsport. Da allora non ha subito più interruzioni, tranne che per il 2020, a fare eccezione a causa del coronavirus.


Un circuito incredibilmente stretto, ma allo stesso tempo assolutamente iconico. Nelson Piquet ha descritto in modo memorabile ciò che si prova a guidare per le stradine del Principato "come andare in bicicletta in soggiorno". Nonostante questo, la pista rappresenta da sempre una sfida apprezzata da quasi la totalità dei piloti.

QUI LE INFORMAZIONI STORICHE E GEOGRAFICHE

Numeri e storie del GP di Monaco

La storica Scuderia Ferrari è riuscita ad aggiudicarsi la vittoria dell’evento monegasco in 10 occasioni nel corso della sua storia, di cui 3 con Michael Schumacher, 2 con Niki Lauda, l’ultima con Sebastian Vettel (nel 2017) e una anche con alla guida un italiano, Vittorio Marzotto, vincitore dell’edizione del 1953. Quello di Monte Carlo è un evento caratterizzato da un format del tutto particolare rispetto agli altri: i piloti fanno ingresso nel Paddock come da tradizione già al mercoledì, scendono in pista per le libere al giovedì, al venerdì si godono un’inusuale giornata di stop per poi sostenere normalmente le qualifiche al sabato e la gara alla domenica. Il tutto contribuisce inevitabilmente a farlo considerare da tutti come la manifestazione più glamour dell’anno.


Il team capace di vincere più edizioni è sicuramente la McLaren, 15 per l’esattezza: 6 motorizzata Mercedes, 5 Honda, 3 Porsche e 1 Ford. Il pilota invece ad aver ottenuto più successi è Ayrton Senna con 6 trofei, segue Michael Schumacher con 5 assieme a Graham Hill. Lewis Hamilton, a sorpresa, considerando il dominio Mercedes degli ultimi tempi, è fermo a quota 3, al pari dell’ex compagno di box Nico Rosberg.

Sorpassare è talmente complicato a Monaco che ci fu addirittura un evento che passò alla storia per la completa assenza di azione: 0 sorpassi. La gara fu vinta da Juan Pablo Montoya su Williams BMW davanti a Kimi Raikkonen su McLaren-Mercedes e Michael Schumacher con la Ferrari. Un altro evento passato sicuramente alla storia e di cui si torna a parlare spesso ultimamente è la gara del 2018, vinta da Daniel Ricciardo su Red Bull nonostante la sua vettura sia stata colpita da un problema tecnico che ne ha rallentato enormemente il passo, fortunatamente dopo l’unica sosta dell’australiano. Nell’occasione né Vettel (Ferrari), né Hamilton (Mercedes) riuscirono a superarlo nonostante la loro vettura fosse estremamente più veloce. Il tedesco chiuse secondo davanti al britannico.


L’ultima vittoria della Ferrari, come già detto in precedenza, risale al 2017. Edizione che la Rossa riuscì a portare a termine con una grande doppietta. Fu Raikkonen a scattare dalla pole position, ma grazie ad un errore o merito strategico (dipende dai punti di vista) da parte del box Ferrari il quattro volte campione del mondo riuscì a sopravanzare il compagno di squadra grazie ad un potentissimo overcut (ritardò la sosta di 5 giri) andando così a vincere per la seconda volta in carriera il Gp di Monaco. Sul podio, nell’occasione, anche Daniel Ricciardo.

Secondo voi quale storia ci regalerà il prossimo Gp di Monaco?

Foto: Formula1 e Red Bull


Tag
Gp Monaco | numeri e storie | Stagione 2022 | F1 | Red Bull Racing | Mercedes | Ferrari | Gp Monte Carlo | Daniel Ricciardo | Sebastian Vettel | Lewis Hamilton | Kimi Raikkonen | Ayrton Senna | Michael Schumacher | McLaren | Honda | Ford | Vittorio Marzotto |


Commenti
-
Formula1.it

La prima vera gara tra le stradine del Principato di Monaco fu sostenuta e organizzata nel 1929 dal ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it