McLaren, Seidl: C'è delusione, Sakhir ha esposto tutti i punti deboli del nostro pacchetto
Tempo di lettura: 4 minuti

Risultato molto deludente in casa McLaren con il 14° e 15° posto tra le 17 vetture arrivate al traguardo in Bahrain. La delusione della scuderia britannica, che ha iniziato i test invernali con il miglior tempo della giornata a Bercellona, è altrettanto grande. E ora il team guidato dal team principal Andreas Seidl è alla ricerca di errori senza sapere esattamente quanto siano grandi i problemi. L'ultima volta che entrambe le vetture sono finite fuori dalla zone punti risale all'ultima gara della stagione 2018 ad Abu Dhabi.

Seidl sulle difficoltà della McLaren e la scelta delle gomme


"È stata semplicemente la continuazione di ciò che abbiamo vissuto per tutto il fine settimana", ha affermato il team principal McLaren Andreas Seidl ai media. "In gara abbiamo dovuto gestire vari parametri, che ci sono costati anche delle prestazioni. Non siamo quindi mai stati in grado di fare progressi, e il primo stint è stato molto peggio del previsto". La McLaren si era già qualificata male, si era già tirata fuori nel Q1 con Daniel Ricciardo e aveva portato Lando Norris solo in Q2, dove è finito bloccato in al 13° posto. Le gomme medie sono state, quindi, scelte per il primo stint della gara in modo da avere un vantaggio sulla distanza con chi partiva con le soft. Ma anche qui la McLaren ha subito una battuta d'arresto. "Guardando indietro, la scelta delle gomme alla partenza ci è costata più di quanto ci aspettassimo. È stato incredibilmente difficile per noi mettere le gomme nel giusto stint. Ma non credo che abbiamo avuto problemi con la motivazione o l'impegno dei nostri piloti. È stata semplicemente una gara difficile per tutti, in cui hanno comunque cercato di dare tutto". 

Sul problema ai freni

Dopo il Gran Premio del Bahrain, Seidl non sapeva ancora se ci fossero altri grossi deficit dovuti ai problemi di temperatura ai freni: "Dobbiamo aspettare l'analisi dettagliata dalla fabbrica. Poi faremo un resoconto. Dobbiamo solo vedere come funziona l'auto su piste diverse. Sembra che Sakhir abbia praticamente esposto i punti deboli del nostro pacchetto. Ma vogliamo avere un veicolo competitivo ovunque. Questo è ciò su cui dobbiamo concentrarci". 

Sui test a Barcellona

"In termini di affidabilità, il test è andato bene per noi", afferma Seidl. "Anche la macchina ha funzionato bene. Ma erano solo test. Quindi non dovremmo leggerci troppo in termini di competitività". E ora che tutte le squadre in Bahrain hanno rivelato le loro vere capacità, la McLaren deve affrontare un "problema di prestazioni", afferma il team principal. "Questo è deludente e doloroso per tutti noi, e anche per i nostri fan. È una situazione molto impegnativa per l'intero team quando inizi la nuova era con una macchina completamente nuova e sei subito dietro. Tuttavia, è anche un momento in cui possiamo mostrare i progressi che abbiamo fatto come squadra, affrontando questa situazione".


Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Bahrain 2022


Tag
mclaren | seidl | f1 2022 | formula 1 | gp bahrain |


Commenti
-
Formula1.it

Il team principal della McLaren esprime la propria delusione per le prestazioni della MCL36 all'esordio ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it