Ferrari, bene gli sviluppi, male la gestione gomme. Leclerc: Molto lavoro da fare

È un venerdì a due facce, quello del Gran Premio di Spagna, per la scuderia Ferrari, che dalla complessa giornata di prove libere sul circuito alle porte di Barcellona ha portato a casa alcune certezze, specie in merito alla bontà degli sviluppi introdotti, ma anche vari grattacapi a cui porre rimedio, per presentarsi in qualifica, e poi in gara, nel migliore stato di forma possibile per tenere viva la battaglia mondiale con Red Bull.

Come detto, dal Venerdì di Barcellona, chiuso con il miglior crono sia nelle FP1 che nelle FP2, per la Ferrari sono emersi dati incoraggianti in merito agli upgrade aerodinamici introdotti sulla F1-75.
Sviluppi che hanno visto il debutto di un nuovo fondo (rivisto nel bordo laterale del marciapiede e nel bordo d'entrata del tunnel Venturi) per aumentare il carico e ridurre il porpoising, di nuovi brake-duct e triangoli della sospensione anteriore per ridurre il drag e infine di una nuova ala posteriore a maggior carico con un "cucchiaio" meno pronunciato per favorire l'efficienza.
Aggiornamenti che sembrano aver funzionato correttamente, poiché le Rosse sono apparse molto veloci nel T3, il terzo settore del tracciato, il più lento dove conta il carico. Non solo, perché la bontà delle novità introdotte è valutabile anche analizzando le velocità di punta di Sainz e Leclerc: a differenza delle scorse gare, la Rossa era allo stesso livello di Red Bull.

Purtroppo però, a fare da contraltare ad aggiornamenti funzionanti che, almeno sul giro secco, hanmo permesso a Ferrari di primeggiare sulla concorrenza, si sono palesati grossi problemi di gestione gomma nel corso della simulazione di gara.
Nei long run, infatti, i due alfieri del Cavallino iniziavano i rispettivi run con tempi di attacco simili a quelli dei competitor che però, con il passare dei giri, si alzavano molto più della concorrenza, costringendo la vettura della Scuderia ad incassare distacchi non trascurabili, sicuramente tali da tagliarla fuori dalla lotta per la vittoria.
Un problema, quello del tyre management, cronico del progetto F1-75 che potrebbe essere stato peggiorato da un mix di fattori createsi nella giornata di Venerdì: primo tra tutti le elevate temperature dell'asfalto che, indubbiamente, fanno soffrire le gomme.
Anche il set-up scelto dai tecnici Ferrari potrebbe aver fatto la sua parte, in quanto non sembra essersi rivelato particolarmente adatto, probabilmente perché troppo scarico, utile ad avere maggior velocità sui rettilinei ma capace di far scivolare la monoposto nei lunghi curvoni in appoggio di Barcellona (dove serve spinta verticale), mandando in sofferenza le coperture Pirelli.

Al termine della giornata, nelle consuete interviste nel retrobox, Charles Leclerc ha analizzato la sua giornata, non focalizzandosi troppo sulla leadership nella graduatoria dei tempi, ma ponendo maggiormente l'accento sulle problematiche sopra elencate, la cui soluzione darà molto da lavorare a lui e al team di Mattia Binotto. Malgrado tutto però, il Monegasco si è detto fiducioso nella possibilità di mettere a punto la vettura, risolvendo i problemi emersi e disponendo di una monoposto capace di lottare per pole position e vittoria.

“In simulazione di qualifica non eravamo male, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare, in particolare sulla gestione delle gomme e sul passo gara. Nel long run siamo andati meglio con la mescola Soft, meno con la Medium, ma stasera analizzeremo i dati, che sono molto più significativi di quelli che avevamo dai test invernali, per individuare le zone di miglioramento che credo ci siamo su questa pista”.



Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Spagna 2022


Tag
f1 | ferrari | 2022 | mattia binotto | carlos sainz | charles leclerc | maranello | f1-75 | power unit |


Commenti
-
Formula1.it

Venerdì a due facce per la Ferrari a Barcellona: da una parte le certezze figlie della bontà degli ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it