GP Canada 2022 - Analisi strategie: Ferrari, prima di pretendere vanno risolti i problemi

Si è concluso soltanto poche ore fa il nono appuntamento della stagione 2022 di Formula1 sul tracciato intitolato alla memoria di Gilles Villeneuve. Una gara condizionata da 2 periodi di Virtual Safety Car e da 1 vettura di sicurezza nel finale. Il tutto ha generato una prevalenza di strategie a due soste in cui non è stato visto l’impiego della Soft da parte di nessun pilota. Soltanto 4 piloti hanno optato per una diversa tattica ad una sosta, tre dei quali sono andati a punti pur scattando al di fuori della top-10. Cominciamo ad entrare più nel dettaglio attraverso la consueta disamina propostaci dal costruttore di pneumatici.


  • Analisi Pirelli

Max Verstappen (Red Bull) ha ottenuto la vittoria dalla pole con una strategia a due soste. Niente grande slam però per il campione olandese dal momento che è stato il pilota della Ferrari, Carlos Sainz ad ottenere il giro veloce in 1’15’’749, mentre stava inseguendo il leader della gara nel tentativo di sorpassarlo.

Due Virtual Safety Car e una vettura di sicurezza hanno avuto un impatto notevole sulle strategie di gara. Verstappen e Sainz hanno fatto le loro prime soste sfruttando i due differenti periodi di Virtual, con Carlos che ha ripetuto la sosta nel momento d’ingresso della Safety Car. Questo lo ha messo in condizione di iniziare lo stint subito alle spalle dell’olandese dando vita ad un finale entusiasmante.

Pirelli, srategie, GP Canada 2022

Tutte le strategie di gara (foto: Twitter, Pirelli)

Dopo la forte pioggia di sabato, il sole è tornato a splendere a Montréal. Temperature simili a quelle di venerdì, intorno ai 25 gradi ambiente e 40 gradi in pista. La maggior parte dei piloti ha effettuato la partenza su gomma Media come da previsione, mentre in cinque hanno deciso di scattare con la Hard. Tra questi anche l'altra Ferrari di Charles Leclerc, giunto quinto dopo essere partito dalle retrovie.

Mario Isola: “Emozionante lotta fino al traguardo tra Verstappen e Sainz”

“È stato bello vedere i nostri nuovi pneumatici da 18 pollici fornire delle lotte serrate a Montréal, ha esordito il direttore motorsport Pirelli alle colonne ufficiali dell’azienda. “Stessa strategia, con tempistiche leggermente diverse per Max Verstappen e Carlos Sainz. I due hanno dato vita a un'emozionante lotta fino al traguardo. Le gomme Medie e Hard hanno permesso a tutti i piloti di spingere al massimo dall'inizio alla fine, consentendo un duello per la vittoria e una brillante rimonta dal fondo della griglia a Charles Leclerc”.


Pirelli, GP Canada 2022

Dati utili a comprendere il comportamento degli pneumatici (foto: Twitter, Pirelli)

  • Riepilogo strategie

31 pit stop complessivi e l’utilizzo delle sole mescole C4 Medium e C3 Hard ha dato vita a 5 diverse tattiche di gara. Tre a 2 soste e due ad 1 sosta. Piloti ritirati: Perez (Red Bull), Tsunoda (AlphaTauri) e Schumacher (Haas).

Medium – Hard – Hard

Sicuramente la strategia utilizzata di più in assoluto. Anche se con diverse tempistiche di ingresso ai box, decidere di montare la mescola gialla per affrontare il tratto iniziale e poi concludere la gara con altri due stint sul compound più duro, ha permesso a Verstappen, Sainz, Hamilton e Russell di terminare il GP nelle prime quattro posizioni. L’altro pilota ad ottenere punti mediante questa pianificazione è stato il conducente dell’Alfa Romeo, Zhou. Meno fortunati invece Ricciardo, Vettel, Albon, Gasly e Latifi. Con Sebastian, oltre alla strana decisione di effettuare un breve stint con il primo set di Hard, 14 giri, salta all’occhio il fatto che il tedesco si sia ritrovato ad utilizzare soltanto treni di mescole usate.

Medium – Hard – Medium

Piano attuato soltanto dai due piloti dell’Alpine. Strategia che ha permesso ad Esteban di battere il compagno di squadra partendo dalla settima posizione. Errore al muretto per Fernando. Il team decide di allungare incomprensibilmente il primo stint quando ormai le gomme erano completamente deteriorate e i tempi erano saliti alle stelle. Un errore che l’asturiano ha criticato molto durante la gara e che ha vanificato la buona qualifica di ieri. Il nativo di Oviedo era partito 2°. Alonso, giunto settimo al traguardo, ha ricevuto nel finale una penalità di 5’’ per difesa scorretta (onde in rettilineo) ai danni di Bottas. Sanzione che lo ha fatto scendere in nona posizione alle spalle anche di Valtteri e Zhou.

GP Canada 2022, Alonso, Bottas

Hard – Hard – Medium

Strategia speculare a quella adottata dal vincitore della gara e messa in atto soltanto da Norris. Sul risultato della sua gara, non grava tanto la strategia, ma l’eccessivo tempo perso ai box durante la prima sosta al 19° giro. Confusione al box McLaren.

Hard – Medium

Tattica a una sosta che garantisce punti a tutti e tre i suoi utilizzatori, tra l’altro partenti al di fuori della top-10. Parliamo di Leclerc, partito 19° e giunto 5°, di Bottas scattato 11° e arrivato 7° e Stroll che ha guadagnato 7 posizioni partendo 17°.

Medium – Hard

Piano adottato dal solo Magnussen. Per lui gara rovinata da un contatto iniziale con Hamilton mentre stavano lottando per la 4° posizione nelle fasi iniziali. È dovuto rientrare ai box troppo anticipatamente per montare le gomme dure e la sua corsa è finita praticamente lì.

Ferrari: non vanno rivisti solo i pit stop...

Ancora una gara con errori per la Rossa di Maranello che riesce comunque a terminare la corsa ottenendo dei buoni punti dati dal secondo posto di Sainz e dal quinto di Leclerc. Mentre possiamo definire Carlos alquanto sfortunato con il periodo di Virtual Safety Car che andrà a terminare proprio mentre stava transitando in pit lane nel momento di passare dalle Medie alle Hard nel corso del 29° giro, di certo non si può parlare di mala sorte con Leclerc.

Erano diversi passaggi ormai che Charles si trovava alle spalle di Esteban Ocon in 6° posizione quando il monegasco, nel corso del 41° passaggio viene richiamato ai box. Al muretto vogliono sfruttare il vantaggio di poco meno di 19’’ su Stroll per mettere in condizione il pilota della vettura N.16 di tornare in pista con gomme Medie in condizioni di aria libera in ottava posizione.


GP Canada 2022, Ferrari

Tenendo conto che occorrono circa 18’’ in condizioni di pit stop perfetto per poter sostituire gli pneumatici a Montréal, ci rendiamo già conto che i margini sul canadese dell’Aston Martin erano piuttosto stretti. Così richiamato ai box, Charles arriva un pochino lungo, i meccanici non sono perfetti nelle operazioni e il pilota perde quei 2’’5 in più che lo rilegano in P12 non solo alle spalle di Stroll, ma anche di Zhou, Tsunoda e Ricciardo. Leclerc sarà costretto a spingere in queste fasi per compiere dei sorpassi evitabili e arriverà con gomme stanche nel momento in cui si ritroverà in lotta con le Mercedes per la quarta e terza posizione. Terminerà quinto.

Binotto, team principal Ferrai, intervistato da ‘Sky Sport F1’, al termine della gara non ha voluto sentire ragioni: “Con Charles non era il caso di aspettare ulteriormente. Il momento era giusto, il pit stop in sé non è stato buono. Con una sosta normale ci saremmo trovati davanti a quel treno di vetture e Charles non sarebbe arrivato a danneggiare così tanto le sue gomme Medie in quella fase. I pit stop sono da sistemare: ormai in modo sistematico c'è sempre qualcosa che va storto e non va bene”.

È chiaro, l’errore dei meccanici c’è stato ed è vero che con un pit stop normale Leclerc sarebbe riuscito a entrare in pista davanti a Stroll. Tuttavia, vanno fatti i conti anche con il pacchetto a propria disposizione. Sono gare che non assistiamo più a delle soste perfette da parte del Cavallino e sperare nella buona sorte non serve a nulla. Sarebbe stato più giusto attendere un-giro o due per esser sicuri di restare davanti al canadese della vettura N.18. Mettere dell’ulteriore pressione sulle spalle dei meccanici, è pressoché inutile oltre che controproducente. Non si devono pretendere cose al momento impossibili. Prima vanno risolti i problemi.

Binotto: «Segni di frustrazione da Leclerc. Ora però potremo concentrarci sulle prestazioni»

UFFICIALE - 5 secondi di penalità per Alonso

Foto: Scuderia Ferrari, Twittter, F1, Ferrari

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Canada 2022


Tag
canadiangp | leclerc | ferrari | sainz | red bull | verstappen | strategie | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Si è concluso soltanto poche ore fa il nono appuntamento della stagione 2022 di Formula1 sul tracciato ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it