Haas, Steiner commenta la somiglianza con la Ferrari: «Chi avremmo dovuto copiare, la Williams?»

È servito tempo, ben 12 gare, ma alla fine anche la Haas, in Ungheria, ha presentato il suo primo grande pacchetto evolutivo della stagione. L’unico del 2022 secondo le indicazioni forniteci dalla squadra nelle scorse settimane. Non appena la vettura ha fatto capolino fuori dai box, sono cominciate a piovere le polemiche, le stesse, dal momento che la Haas VF-22 continua ad essere definita la Ferrari bianca del paddock.

Steiner risponde alle critiche

A chi però non sembra interessare il parere degli altri tecnici è Gunther Steiner, che in una sessione dedicata ai media ha commentato: “A quelli che dicono che somigliamo alla Ferrari ho sempre risposto allo stesso modo: chi avremmo dovuto copiare, la Williams? Non voglio mancare loro di rispetto, ovviamente, ma è un concetto completamente diverso. Loro sono dietro di noi. Semplicemente, se copi qualcuno, lo fai traendo ispirazione da chi sta facendo il lavoro migliore e al momento queste squadre portano il nome di Ferrari e Red Bull”.


Considerando che la nostra VF-22 monta un motore Ferrari, con lo stesso cambio e sospensioni, perché dovremmo puntare su un’altra filosofia? La Ferrari vince anche delle gare, quindi – se la matematica non è un’opinione – uno più uno fa sempre due, ha chiosato il team principal Haas secondo quanto riportato da 'RacingNews.com'.

GP Ungheria 2022, Haas

Il motivo dei ritardi

A chi invece gli ha chiesto di fornire informazioni sui ritardi nello sviluppo, il manager della Haas ha risposto: “Ci siamo presi più tempo rispetto agli altri. Volevamo soltanto assicurarci che tutto funzionasse a dovere con l’assetto dell’auto. Non volevamo portare qualcosa che non potevamo usare. Non eravamo disposti a modificare il nostro assetto”.


Le ragioni per cui il team ha preferito agire in questo modo, sono presto dette: "Nel 2018, abbiamo avuto un buon anno. Sviluppavamo, tutto ciò che portavamo funzionava e facevamo progressi. Nel ’19 abbiamo avuto dei problemi, poi nel ’20 non abbiamo apportato grandi aggiornamenti, così come nel ’21. Ora abbiamo deciso di procedere per gradi, cercando di farlo con una certa logica. Non volevamo avere un altro 2019 e finire l’anno ad Abu Dhabi con la stessa vettura presentata in Bahrain, ha concluso.

 

Haas, Steiner: «Upgrade in Ungheria poi tutto sul 2023. Opportunità di sviluppo maggiori»

Foto: Haas

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Ungheria 2022


Tag
steiner | williams | haas | hungariangp | ferrari | binotto | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

È servito tempo, ben 13 gare, ma alla fine anche la Haas, in Ungheria, ha presentato il suo primo grande ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it