Hamilton come Schumi, la Ferrari naufraga: le pagelle del GP dell'Eifel

Hamilton come Schumi, la Ferrari naufraga: le pagelle del GP dell'Eifel

By:
1594

Dopo lo sbarco in Russia, primo nella strana stagione 2020 fuori dai confini Europei, il Circus della F1 ha fatto tappa al Nurburgring, in Germania per l'undicesimo round stagionale.

Un appuntamento inserito nel calendario di Formula 1 in extremis e che, complice delle condizioni meteo avverse, ha regalato un grande show. Inoltre il fine settimana del GP dell'Eifel ha calamitato l'attenzione dei media, dato che è stata la gara nella quale Lewis Hamilton ha eguagliato Michael Schumacher a quota 91 vittorie nella classifica all time.
In generale la gara, così come tutto il fine settimana, è stata alquanto movimentata e ricca di colpi di scena, complici anche problemi di salute e di affidabilità.
Unica eccezione? La vittoria di Lewis Hamilton, un'abitudine ormai in questi anni.

Molto male, ancora una volta, la scuderia Ferrari che, dopo una breve illusione della qualifica, si è dimostrata ancora in palese crisi tecnica e con ancora molto lavoro da fare.

Andiamo allora ad analizzare il rendimento di questo undicesimo round stagionale nel Gran Premio dell'Eifel, di team e piloti, con le nostre pagelle.

Mercedes: 8
Bene in qualifica e in gara, in termini di prestazione,  ma in questo weekend manca l'affidabilità su una power unit appena montata, cosa che non ti aspetti dal team campione del mondo.

Hamilton: 9
È il suo weekend, quello con cui si consacra come il più forte di tutti i tempi.
Fa una gara davvero solida, anche se in qualifica e al via era stato beffato da Bottas.
Bravo ma non eccellente.

Bottas: 8.5
Benissimo in qualifica e al via, quando azzecca la partenza. Butta tutto via a causa di un suo errore che, alla fine, poco conta causa ritiro per noie al motore.

Red Bull: 8
Non male per tutto il fine settimana, sia in qualifica che in gara dove fanno podio con una vettura, ma accusano problemi di affidabilità con l'altra.

Verstappen: 9.5
Fa il suo massimo ed oltre, cogliendo la seconda fila in qualifica e un gran secondo posto in gara, sfuttando i guai di Bottas e mettendo pressione ad Hamilton per tutta la gara. Perfetto per tutto il weekend.

Albon: 7
Fa una buona qualifica ed una discreta prima parte di gara, giocandosi la quarta/quinta posizione, mostrando un buon ritmo.
Alla fine è costretto al ritiro dalla PU Honda.

Ferrari: 4.5
La grande illusione.
Dopo una buona, illusoria, qualifica, la Ferrari in gara torna a fare il gambero, incassando dai rivali dei distacchi ciclistici. Ancora tanto tanto lavoro da fare...davvero tanto.

Leclerc: 8
Strepitoso al Sabato, autore di una super qualifica, in gara lotta per 60 giri con la sua SF1000 chiudendo a punti, facendo forse più di quanto gli consenta la macchina.

Vettel: 5
In qualifica è dietro a Leclerc ed eliminato dal Q3. In gara, come sempre, soffre una macchina lenta ed una strategia rischiosa, anche rendendosi autore di un testacoda.
Come sempre, ormai, lotta con le Alfa Romeo e finisce fuori dai punti.

McLaren: 5.5
Up e down sin dall'inizio della stagione, continuano ancora a non essere costanti e a non fare molti punti. Non solo, ma soffrono anche problemi di affidabilità.

Norris: 7
Sfortunato in gara, a dir poco. Parte bene seppur nel gruppone ma riesce pian piano a risalire fino a giocarsi la quarta piazza.
Alla fine però è tutto vanificato dalla sua PU che lo lascia a piedi.

Sainz: 6.5
Non bene in qualifica, dove è dietro a Norris.
Non super in gara, dove però non sbaglia e porta a casa la macchina chiudendo in una fortunosa quinta piazza.

Racing Point: 7
Per la macchina che hanno non concretizzano il potenziale, anche se in questa stagione la fortuna non li aiuta.
Fanno punti ma non quanti potevano, dato che su una delle due macchine non siede il pilota titolare.

Perez: 9
Benissimo in qualifica dove centra la Q3. In gara chiude quarto lottando a lungo per il podio, ottenendo un super risultato che mette, ancora una volta, il suo immenso valore.

Hulkenberg: 9.5
Chiamato in extremis per sostituire Stroll.
Debutta in qualifica senza aver mai girato e fa ultimo, ma in gara è speciale e fa punti che dimostrano quanto davvero forte sia.

Renault: 9
Buona prestazione per tutto il fine settimana, nel quale fanno podio dopo 9 anni di assenza.
Come performance sono ormai chiaramente la terza forza anche se manca ancora l'affidabilità.

Ricciardo: 10
Davvero super in qualifica e in gara, dove spinge per tutti i giri, tornando a podio dopo due anni di assenza e dimostrandosi un top driver a tutti gli effetti, capace di andare oltre i limiti della macchina.

Ocon: 6
Non male, ma rispetto a Ricciardo è ancora indietro. Fa una buona gara nei primi giri ma poi è costretto al ritiro poiché la sua power unit perde potenza e lo fa fermare anzitempo.

Alpha Tauri: 6
Weekend molto meno positivo di quelli passati anche se, alla fine, fanno ancora punti mantenendo stabile il gap da Ferrari nel mondiale costruttori.

Gasly: 7
Bene in qualifica dove batte Kvyat, e in gara è dove grazie ad una strategia azzeccata si trova a lottare con la Ferrari di Leclerc.

Kvyat: 5.5
Non bene in qualifica dove è dietro Gasly, così come in gara dove butta via ogni chance di fare punti con un contatto con Albon. Davvero plafonato e poco competitivo rispetto a Gasly.

Alfa Romeo Racing: 6.5
Segnali di risveglio rispetto alla score gare. Portano a casa un buon fine settimana, nel quale fanno punti con Giovinazzi. Seganli di risveglio si, ma ora serve costanza.

Raikkonen: 5.5
Parte in ultima fila, ma in gara si da da fare per tentare una rimonta, anche se alla fine è dietro a Giovinazzi anche a causa di una penalità per aver speronato Russell.
Ora però è il pilota con più presenze in F1.

Giovinazzi: 9
Fine settimana davvero solido per Antonio, che centra il Q2 per la prima volta in stagione e in gara va a punti tenendosi alle spalle Vettel e Raikkonen.
Ora, avanti così dritto verso il rinnovo per il 2021.

Haas: 7
Weekend strano, rispetto a quelli trascorsi, nel quale mostrano un discreto potenziale chiedendo a punti con una delle vetture. Una punto di svolta da cui iniziare una nuova  e diversa seconda parte di stagione.

Grosjean: 7
Non gli si può chiedere granché con la macchina che ha fra le mani, ma quando meno te lo aspetti piazza la zampata e pizza la macchina a punti.
Ultimo lampo prima dell'addio alla F1?

Magnussen: 5.5
Naviga nelle retrovie, come sempre in questa stagione, con la sua Haas, chiudendo fuori dalla top10 mentre il team mate fa punti.
Non si mette molto bene per la sua permanenza in F1.

Williams: 5
Male in qualifica, così come in gara, dato che in termini di prestazione tornano ad essere chiaramente ultima forza in campo.

Russell: 6
Bene in qualifica dove, come sempre, batte Russell ma in gara è impotente dinanzi alla spronata di Kimi Raikkonen che lo costringe al ritiro.

Latifi: 6
Rispetto a Russell, specie in qualifica, è sempre dietro ma in gara di tiene fuori dai guai e chiude quasi a ridosso dei punti, lottando anche con la Ferrari di Vettel.



Tag
f1 | ferrari | red bull | mercedes | mclaren | vettel | leclerc | norris | hamilton | bottas | norris | verstappen |


Commenti
- Formula1.it
Giornata storica per Lewis Hamilton che con la vittoria di ieri eguaglia Michael Schumacher con 91 vittorie: ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it