Coulthard difende Binotto: «Non è lui a mettere l'auto contro le barriere, ma...»
Tempo di lettura: 3 minuti

Da qualche gara a questa parte, soprattutto dopo la sosta, sono in molti (tifosi, media e addetti ai lavori) a chiedere la ‘testa’ di Mattia Binotto. La Ferrari è passata da essere considerata la squadra ad avere la macchina più forte della griglia ad essere la seconda-terza forza del mondiale in lotta con la Mercedes. Un netto passo indietro rispetto alla Red Bull che adesso sta letteralmente dominando la scena della F1 con al volante il campione (presto ‘bi’) Max Verstappen.

La posizione del team principal della Ferrari sembra appesa ad un filo, ma nonostante tutte le critiche c’è ancora chi è disposto a spezzare una lancia in suo favore e a volergli concedere un’altra possibilità. “Credo che riuscirà a vedere la fine della stagione”, ha esordito l’ex pilota David Coulthard in un’intervista concessa a ‘Channel 4’.


La difesa

“In realtà resta sempre piuttosto calmo, nonostante l’ambiente sia abbastanza frenetico ed agitato. Non è lui a mettere l’auto contro le barriere (chiaro riferimento all'errore di Leclerc in Francia, ndr), non è suo il compito di decidere la strategia né tantomeno sua la responsabilità di costruire un motore affidabile”, ha proseguito il vicecampione del mondo 2001 in difesa del manager italiano secondo quanto riportato da 'PlanetF1'.

Binotto, Team principal Ferrari

Poi le richieste

Coulthard vorrebbe vedere in Binotto un capo più autoritario, capace di prendere decisioni difficili per il bene della squadra. Soltanto dopo, se anche i cambiamenti non porteranno ad alcun risultato, allora si potrà optare anche per la sua rimozione: "Tuttavia, è il team principal e come tale ha il pieno controllo sulle persone alla guida di quei dipartimenti. Mi piacerebbe vedergli prendere delle decisioni importanti in merito alle posizioni interne, prima che si proceda verso la sua sostituzione”. 

Peccato però che il team principal Ferrari sia stato già abbastanza chiaro su quelli che saranno i prossimi passi che intende adottare: "Nessun cambiamento nel personale, soltanto modifiche nei processi di lavoro". Il presidente Elkann vuole comunque concedergli ancora fiducia, ma la stagione 2023 sarà probabilmente l'ultima chance per lui.


 

Leggi anche: Ferrari, John Elkann: «Abbiamo grande fiducia in Binotto, ma... »

Leggi anche: Ferrari, Binotto: «Rispondo direttamente a Rosberg, la nostra è una grande squadra»

Foto: Ferrari, Twitter, F1

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio d'Italia 2022


Tag
culthard | binotto | ferrari | italiangp | singaporegp | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Da qualche gara a questa parte, soprattutto dopo la sosta, sono in molti (tifosi, media e addetti ai ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it