Hamilton si prende la pole nella qualifica dell'assurdo in Brasile, poi Vettel

Hamilton si prende la pole nella qualifica delle assurdità, secondo Vettel

By:
933

Lewis Hamilton è il poleman del Gran Premio del Brasile, seguito da Sebastian Vettel e Valtteri Bottas.

Una magia ancora una volta del pilota Ingelse ha permesso al team Mercedes di partire dalla prima casella, e di festeggiare la pole numero 100 della sua storia, e che non permette alla Ferrari di concretizzare il buon potenziale messo in mosta per tutto il weekend.

Nel Q3, caratterizzato dell'incertezza del meteo, Seb Vettel non ha estratto il massimo dalla sua SF71-H, chiudendo in seconda piazza, accusando un gap di meno di un decimo dal campione del Mondo in carica.

Terzo posto per Valtteri Bottas, seguito da Kimi Raikkonen e dalle due Red Bull, veloci ma distanti dai due top team.

Nota di merito però per il muretto box Ferrari che, nel caos meteorologico del Q2 ha avuto la freddezza di realizzare la strategia preventiva con i due piloti, montando sulle due auto delle gomme Soft al post delle Supersoft montate in un primo momento da tutti i team a causa del rischio pioggia.

Strategia che, in caso di gara asciutta e con i valori emersi nelle prove libere, dovrebbe favorire le due Rosse, che potranno allungare il primo stint di gara, per avere poi flessibilità nella seconda parte, quando potrà mettere delle Supersoft per attaccare, o delle Medie in caso di elevato degrado gomme.

Qualifica costellata, purtroppo, di assurdità da parte della FIA, in quanto non ha penalizzato (decisione opinabile dati i precedenti penalizzati, ma alla fine accettabile) Lewis Hamilton per impedimento nei confronti di Kimi Raikkonen prima e di Sergey Sirotkin poi, non aprendo neppure un'investigazione ufficiale.

Ma l'assurdità maggiore risiede nell'nvestigazione mossa ai danni di Sebastian Vettel, accusato di non aver spento la vettura quanto è stato chiamato al peso (in una fase concitatisisma del Q2), e di aver danneggiato delle attrezzature FIA (un birillo di plastica o lo scivolo in metallo delle bilance) in fase di ripartenza.

Un grave atto, quello della Federazione Internazionale, che a questo punto ribadisce quanto dichiarato in settimana da Gene Haas, che ha dichiarato la presenza di due pesi e due misure quando ci si trova a giudicare la Mercedes.

Oggi dunque, si va a sublimare un periodo di grosse lacune e ombre sull'operato dell'organo di governo della F1, che si somma alla mancanza, inaccettabile, di personale atto a giudicare i cerchi Mercedes in Messico, non fornendo un giudizio univoco.

Una situazione che potenzialmente potrebbe far gridare allo scandalo in caso di penalizzazione di Vettel, dalla quale gli uomini di Jean Todt potrebbero uscire solo non penalizzando Vettel, anche in virtù della mancata sanzione di Hamilton per un episodio (anzi due) ben più grave, onde evitare di avere pesantissime conseguenze sulla credibilità dello sport.



Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | arrivabene | hamilton | bottas | mercedes |


Commenti
- Formula1.it
Lewis Hamilton si prende la pole position a San Paolo in una qualifica con tante ombre sulle decisioni ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it