Vita in F1, la denuncia di un meccanico: Costretti ad andare avanti con farmaci ed alcol

Il calendario di Formula 1 è in continua crescita e ciò ha spinto al limite lo staff viaggiante F1,  anche se i dirigenti cercano sempre di dare l'impressione di fare del loro meglio per gestire le difficoltà dei lavoratori. Ma dal momento che il calendario minaccia di espandersi ulteriormente in futuro, molti nel paddock hanno espresso le loro preoccupazioni privatamente. Motorsport-Total.com ha ascoltato la storia di com'è la vita per un meccanico in Formula 1. Un membro anonimo di un team che viaggia con il circus rivela come è cambiata la vita di un meccanico negli ultimi anni, quale impatto ha il calendario più ampio sul personale dell'officina e cosa può fare la Formula 1 per contribuire a rendere il futuro migliore per tutti.


Il racconto del meccanico sulla vita in Formula 1

"Non si può nascondere che la vita da meccanico di Formula 1 è dura. È sempre stato così. Tutti amiamo la Formula 1 e sappiamo che a volte devi fare dei sacrifici per far parte dei Gran Premi. Ma con l'espansione del calendario della Formula 1 e l'emergere di triple header (tre GP disputati per tre settimane di fila, ndr.), molti dipendenti delle officine hanno raggiunto il limite della loro resilienza. L'orario di lavoro è molto lungo. Dal mercoledì prima di una gara alla domenica sera dopo, lavoriamo almeno dodici ore al giorno. Una normale giornata di otto ore è quasi strana perché sembra così breve! Non ti rendi nemmeno conto di quale vita anormale conduci mentre viaggi finché non arrivi a casa. Dopo il triple header di fine stagione in Messico, Brasile e Qatar, tutti erano completamente sfiniti dalla combinazione di estenuanti voli economici, orari dei voli in ritardo e cambio di fuso orario. Il picco di stanchezza quando si verifica è davvero terribile. Quando sei così lontano dai tuoi cari e in movimento, puoi davvero sentirti solo". 

Antidolorifici e alcol

"Non solo sei mentalmente svuotato, sei anche fisicamente esausto. Con il progredire della stagione si verificano una discreta quantità di infortuni. Le squadre hanno medici e fisioterapisti che si prendono cura di te, ma la soluzione più semplice è riempirti di antidolorifici per farti andare avanti. Nemmeno in un milione di anni i dottori normali ti darebbero quello che otteniamo da essi. Chi non vuole continuare con gli antidolorifici ricorre all'alcol. Certo, neanche questo è un bene". 

Lo stress

"Quando le persone parlano dello stress e della tensione del gigantesco calendario della Formula 1, spesso dicono che puoi andartene se non ti piace. Ma questo atteggiamento mostra solo quanto alcuni fraintendano la realtà della Formula 1 e credano che si possa semplicemente usare il personale sostitutivo come nuove lampadine. Se lasci che tutti superino il limite, rimarranno solo i bambini a fare il lavoro. Non troverai grandi meccanici e tecnici, e lo sport nel suo insieme fallirà perché non si tratta più delle persone migliori che lavorano per le migliori squadre che attirano i migliori piloti. Come per tutti i maestri artigiani, hai bisogno di persone esperte che condividano le loro conoscenze per creare il prodotto migliore. La Formula 1 non è lontana da questo e hai bisogno della generazione precedente per insegnare alla nuova generazione. Senza di loro, una squadra non potrà essere la migliore. Ho la sensazione che la Formula 1 sia a un punto di svolta. Il calendario si sta allungando sempre di più e i capi pensano di poter semplicemente continuare ad aumentare i triple header".

Gli stipendi

"Sono preoccupato anche per il futuro a lungo termine, perché oltre a tutto lo stress e le fatiche del calendario, anche i meccanici pagano un prezzo alto per il limite di budget. Gli stipendi dei meccanici sono rimasti praticamente stagnanti negli ultimi 20 anni, quindi qual è la tua motivazione per il tempo e lo sforzo mentale e fisico che hai messo nello sport nel corso degli anni? E poiché le squadre vogliono mantenere la loro spesa in linea con il vincolo di budget, non possono permettersi di aumentare i salari per compensare l'inflazione. Ciò manterrà bassi i salari e distruggerà il mercato del lavoro in Formula 1 poiché rimarrà indietro rispetto ad altre serie. È uno scenario davvero strano che sarebbe quasi meglio lavorare in Formula 2, Formula E o WEC. Guadagneremmo un po' meno, ma dovremmo fare solo la metà delle gare e non avere a che fare con un calendario di 23 gare. Non dovrebbe essere così".


La mancanza di empatia

"Conosco una squadra che ha cercato di far riposare i meccanici per un paio di gare quest'anno. Questo ha fatto un'enorme differenza. Ma un po' di empatia dai vertici della Formula 1 aiuterebbe di più. Facciamo tutti questo lavoro perché amiamo le corse. Ma ad un certo punto arriva un punto in cui il nostro benessere mentale e fisico deve avere la precedenza sui bisogni dello sport per poter continuare a correre".

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Abu Dhabi 2021


Tag
formula 1 | ferrari | mercedes | red bull | triple header | calendario |


Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it