Venerdì negli USA: analisi passo gara

Venerdì negli USA: analisi passo gara

By:
241

Iniziamo la nostra analisi partendo da una premessa:
▪️ Dando uno sguardo ai tempi, noterete che sono comparse le lettere TL al fianco di alcuni crono. Queste lettere stanno ad indicare che il pilota in quell'occasione ha oltrepassato i track limits del circuito e il tempo è stato annullato dai commissari. Per questa ragione, non ho considerato l'1'39''342 di Vettel come best personale su gomma Soft. I piloti durante la gara potranno oltrepassare i limiti della pista 3 volte, alla quarta scatterà la penalità (i classici 5 secondi addizionali da scontare al pit stop o al termine del Gp).

Perfetto, detto questo possiamo iniziare.
▪️ Tutti i piloti, ad eccezione del solo Bottas sono partiti con gomma Soft. Il pilota che, pronti via, ha iniziato al meglio la simulazione è stato Verstappen (1'39''184), ma poi i tempi si sono alzati rapidamente come anche nel caso delle Ferrari. Molto simili il primo stint di Charles e di Max, mentre impossibile valutare quello di Vettel per scarsità di dati. Il pilota che più ha impressionato è stato Hamilton, capace di girare per 9 tornate (considerando che le gomme ne avevano già percorse 7, fanno 16), sul piede dell'1'39'' medio. Male invece Albon mai andato sotto l'1'40''4 con la mescola più morbida.
Non male il primo stint di Bottas su gomma Media, con la quale è riuscito a replicare al tempo fatto da Hamilton con gomma Soft, più o meno dopo lo stesso numero di giri. L'inizio di stint è decisamente più lento rispetto al compound più soffice, ma di sicuro offrirà una resa maggiore a lungo termine. Sia Soft che Media dunque saranno prese in considerazione dal Team Campione del Mondo per la partenza del Gp di domani. Mentre Ferrari e Red Bull penso siano quasi obbligate ad optare per una prima parte di gara da effettuare con gomma Gialla.
▪️ Passiamo dunque al secondo stint in cui abbiamo visto utilizzare: la Hard da Hamilton e Vettel, la Soft da Bottas, e la Media da Leclerc e le due Red Bull.
Lewis (Hard) si è rivelato ancora una volta il pilota da battere, girando costantemente in 1'39''basso, andando anche 4 decimi sotto in un'occasione, mentre stint anomalo per Vettel che si gira al terzo passaggio, prosegue, ma non riuscirà mai a scendere sotto l'1'40'' (credo comunque che la Hard possa considerarsi gomma da gara anche per la Ferrari a prescindere da questo run di Sebastian). Bene Bottas con la Soft, anche se non abbiamo abbastanza dati per poterne valutare la resa con meno carburante a bordo. Molto bene invece Leclerc che con Media dimostra di avere un buon passo: più lento delle Mercedes, questo purtroppo è un dato di fatto, ma a volte davvero vicino e comunque costante. Lo stesso non si può dire di Verstappen che contrariamente a Charles gira in 1'39''alto piuttosto che 1'39''basso. Male ancora una volta Albon che nemmeno con la Media è riuscito a scendere sotto l'1'40''.


Se volessimo stilare una classifica direi:
1) Hamilton
2) Bottas 
Mercedes con possibilità di scelta tra Soft e Media per la partenza del Gp. Io credo adotteranno comunque la Media, a meno che non credino che la Ferrari sia troppo forte in qualifica e vogliano puntare sulle gomme Soft per avere uno scatto migliore al via.
3) Leclerc
4) Verstappen
5) col dubbio Vettel
6) indiscusso Albon

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio Stati Uniti 2019


Tag
Mercedes | Ferrari | Red Bull | Hamilton | Bottas | Vettel | Leclerc | Verstappen | Albon |


Commenti
- Formula1.it
...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it