F1, le pagelle del Gran Premio del Giappone

F1, le pagelle del Gran Premio del Giappone

By:
812

Calata la bandiera a scacchi sul tracciato di Suzuka è ora tempo, per il Circus della F1, di voltare pagina e pensare già al prossimo appuntamento tra due settimane in Messico.

Prima però è opportuno svolgere un'ultima analisi sul GP del Giappone andando a dare dei giudizi a team e piloti con le nostre pagelle.

Mercedes:8.5
Non hanno la macchina da battere, specie in qualifica, ma vincono le gare.
Esternamente concreti, per la seconda volta consecutiva non fanno la pole, ma sfruttano le situazioni a loro favore e fanno centro.

Hamilton:7.5
Da rivedre. Sta dietro a Bottas in qualifica e gara. Con una strategia diversa avrebbe potuto vincere, ma stare dietro Bottas per un quasi sei volte iridato non è certamente il massimo. Nel finale non riesce neppure a superare Vettel in crisi di gomme.

Bottas:8.5
Batte Hamilton in qualifica e gara su una pista da "manico". Ottimo davvero. Ottimo soprattutto al via dove sfrutta a suo favore il caos delle Ferrari per prendere la testa della gara, che terrà fino alla fine.

Ferrari:7.5
Continua il trend positivo partito a Singapore, con la SF90 che continua ad essere veloce su ogni pista, anche se qui in gara Mercedes ne aveva di più. Male la gestione della partenza, dovuta, forse,  alla tensione tra i piloti.

Vettel:7.5
Strepitoso in qualifica, malissimo al via dove per poco non fa jump start. Molto solido nella gestione di gara, e soprattutto nella gestione del ritorno di Hamilton nel finale.
È ufficialmente tornato, peccato per lo start...

Leclerc:6
Subisce Vettel in qualifica e in gara. Al via sbaglia lo stacco frizione e viene risucchiato dal gruppo, andando a colpire la Red Bull di Max Verstappen e subendo una penalità per questo. Da lì in avanti la sua gara è da ricostruire, fino alla 7° piazza.

Red Bull:6
Grandi aspettative per il Gran Premio di casa della Honda, si conclude in un flop, con una macchina ritirata e l'altra quinta, staccatissima dai primi.

Verstappen:6
Bene al via, dove grazie al caos delle Ferrari arriva quasi in top 3, ma viene colpito da Leclerc e la sua gara è da buttare. Alla fine si ritira.

Albon:7
Fa il suo, lotta con Carlos Sainz per la quinta piazza e centra l'obiettivo minimo. Prova a salvare la giornata Red Bull dove la tanto attesa gara di casa si rivela un disastro.

McLaren:8.5
Sono la sorpresa del Mondiale, si rivelano ormai un team davvero solido e veloce, con un roseo futuro. Più vicini loro a Red Bull di quanto non lo sia Red Bull da Ferrari e Mercedes.

Sainz:9
Davvero un gran bel pilota, centra il massimo obiettivo di giornata, la quinta piazza, lottando e non poco con Albon per il quarto posto.
Molto molto concreto in questo 2019.

Norris:6
Bene in qualifica e nella prima parte di gara, ma poi si perde e viene risucchiato dal gruppo, pagando forse  esperienza nella gestione di gara. Finisce 12°, poco considerando la velocità Mclaren.

Renault:7.5
Andamento altalenante per loro in tutto il 2019, nella gara di oggi massimizzano una fase positiva, mettendo due macchine a punti.
Per il 2020 serve costanza e qualche cavallo in più.

Riccardo:8
Dopo della qualifiche non certo esaltanti, in gara è molto veloce e sempre all'attacco. Alla fine chiude settim, massimo che può fare.

Hulkenberg:7
Non ha un sedile per il 2020, ma non perde occasione per far vedere la sua concretezza e velocità. Chiude P9, molto vicino e a tratti davanti ad un pilota ritenuto un top driver, come il team mate Ricciardo.

Toro Rosso:6.5
Anche per loro le aspettative per la gara di casa di Honda sono davvero alte, e alla fine fanno il loro onesto lavoro, piazzando una macchina a punti e la seconda davvero vicina.

Kvyat:5.5
Tra alti e bassi il suo 2019 va avanti. Non benissimo nel confronto con Pierre Gasly e nella bagarre finale col Checo Perez. Chiude 11°

Gasly:7.5
Bellissima qualifica e bellissima gara chiusa con unautorevole ottava posizone. Alla fine, forse, aveva ragione il DR.Marko quando sosteneva che la retrocessione in Toro Rosso lo avrebbe aiutato...

Racing Point:6
Rispetto alla scorsa stagione sono in netto affanno, ma alla fine lambiscono quasi sempre la zona punti. Diamogli un po di tempo per adattarsi alla nuova proprietà.

Perez:5.5
Tecnicamente è ritirato, ma l'errore di calare la bamdiera a scacchi con un giro d'anticipo lo porta in zona punti. Non un gran fine settimana, battuto in qualifica da Lance Stroll.

Stroll:6.5
Batte Perez in qualifica, il che è un evento e poi è autore di una grande gara a ridosso della zona punti. Non male, ma manca di costanza.

Alfa Romeo Racing:4
Male, anzi malissimo su questa pista.
Da Monza in poi sono irriconoscibili, e via via retrocedono sempre più nel gruppo. Speriamo che stiano pensando già al 2020...

Raikkonen:5
Da cinque gare non fa punti, in parte per colpa sua, ma in parte (specie nelle ultime due gare) anche del team, ormai irriconoscibile.
Alla fine però riesce a battere il compagno di team che partiva più avanti.

Giovinazzi:4.5
Bene in qualifica dove ancora una volta batte Kimi, male in gara dove lotta con le Haas e con il team mate nelle retrovie. Dovrebbe venire confermato per il 2020, ma con una macchina così è difficile da valutare.

Haas:4
Continua il loro periodo negativo, dal quale non usciranno fino al 2020.
Ormai il progetto 2019 è abbandonato a se stesso, ma per l'anno venturo ci sarà moltissimo lavoro da fare.

Grosjean:5
Unico motivo per cui continua a correre è per battere il compagno di squadra, Magnussen, cosa che fa, e prova anche a lottare con l'Alfa Romeo di Kimi Raikkonen.

Magnussen:4.5
Fatica da matti per tutto il fine settimana, alla fine è battuto da Romain Grosjean, e chiude praticamente ultimo, se si escludono le due Williams che fanno gara a se.

Williams:3
Male come sempre, anzi peggio perché dopo i test torna lo spettro della mancanza di pezzi, con il team che ha solo 3 ali anteriori per tutto il fine settimana, anche composte da varie specifiche mischiate tra loro.
Dire che è a Grove è notte fonda, sarebbe minimizzare.

Russel:5
In gara, come sempre, l'unica cosa che può fare è stare davanti a Kubica e lo fa.
Solo questo può in un team a livelli di team di ultima fascia degli anni '80.
Malgrado tutto continua a professare ottimismo per il 2020.

Kubica:4.5
Sempre dietro a Russell, come da inizio stagione.
Va a muro in qualifica ma riesce a prendere il via della gara. Nelle dichiarazioni post gara ringrazia i suoi meccanici per il lavoro fatto, ma affonda il colpo conto i vertici del team.
La tensione è palpabile, fortuna mancano solo 4 gare al divorzio.
 



Tag
f1 | ferrari | 2019 | scuderia | vettel | leclerc | binotto | pu | maranello | mercedes | hamilton | bottas | raikkonen | fia | verstappen | ricciardo | red bull | alfa romeo | haas | williams | kubica | stroll | perez | giovinazzi |


Commenti
- Formula1.it
Alla fine del Gran Premio del Giappone, a Suzuka, è tempo di dare giudizi ai protagonisti della trasferta ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it