GP Spagna 2022 - Analisi strategie: sorprende la Soft, Ferrari e Mercedes al top per gestione

La gara sul circuito del Montmelò si è svolta secondo previsione. Temperature calde e alto degrado hanno contribuito a dare vita ad una corsa con un grande numero di soste: 53 per la precisione. Le strategie hanno giocato un ruolo importante e hanno contribuito a rendere il GP molto appassionante. Verstappen è riuscito a vincere nonostante l’errore iniziale in curva-4, Leclerc si è ritirato per un problema tecnico, mentre Hamilton e Alonso sono riusciti a salire in zona punti nonostante si trovassero nelle ultimissime posizioni all’inizio della gara. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto accaduto.


  • Analisi Pirelli

Max Verstappen (Red Bull) ha utilizzato una strategia a tre pit stop e, dalla seconda casella in griglia, ha ottenuto la vittoria della gara diventando anche il nuovo leader del campionato. Lo ha fatto alternando le Soft (con la quale ha preso il via) alle Medium, mescola con cui poi ha tagliato il traguardo. Il compagno di squadra Sergio Perez e George Russell (Mercedes), anche loro a podio, hanno entrambi utilizzato una differente strategia a tre soste: Soft-Medium-Medium-Soft.

Tutti i piloti hanno scelto di partire con le Soft ad eccezione di Lewis Hamilton (Mercedes), che ha optato per la Medium. Dopo essere scivolato in fondo al gruppo in seguito ad un contatto al primo giro, Lewis è risalito al quarto posto grazie a una strategia a tre soste, due se si esclude quella effettuata al primo giro.

Pirelli, GP Spagna 2022, strategie

Dati che permettono una maggior comprensione delle mescole (foto: Twitter, Pirelli)

Valtteri Bottas (Alfa Romeo), con il sesto posto, è stato il pilota che si è classificato meglio tra quelli ad essersi fermato due volte. Solo quattro piloti hanno optato per le due soste, effettuando tre diverse strategie. Le temperature asfalto e ambiente sono state le più alte dell'intero weekend, con un picco di 51 gradi centigradi in pista. Nonostante queste condizioni penalizzanti, i piloti hanno prediletto le mescole più morbide Soft e Medium.


Mario Isola: “La Soft è stata una rivelazione”

Le considerazioni del direttore motorsport della P Lunga: “Questo è stato sicuramente uno dei test più severi dell’anno per le nostre nuove specifiche di pneumatici. Il circuito stressa molto le gomme e con temperature che hanno superato anche i 50°C, i livelli di degrado generati sono stati davvero elevati. Le mescole hanno superato il test e il fatto che i piloti siano andati ad utilizzare i compound più morbidi tra quelli nominati non fa che sottolineare le impressionanti prestazioni ottenute”.

“La Soft è stata una rivelazione, quasi la totalità dei piloti l’ha scelta per la partenza ed ha continuato poi ad utilizzarla nelle successive fasi di gara. Abbiamo visto diverse strategie. La scelta di puntare su tre soste ha permesso ai conducenti di spingere al limite, cosa che ha aggiunto spettacolo ad una gara già estremamente combattuta grazie a queste nuove monoposto capaci di inseguirsi e facilitare le manovre di sorpasso. Congratulazioni alla Red Bull per la bella doppietta. Ora ci dirigiamo verso Monaco: il prossimo fine settimana assisteremo ad una sfida completamente diversa”, ha concluso Isola.


Pirelli, GP Spagna 2022, strategie

Tutte le strategie di gara (foto: Twitter, Pirelli)

  • Riepilogo strategie di gara

I tanti pit stop, 53 in totale, hanno dato origine a 9 diverse tattiche che andiamo di seguito presto a riassumere.

Le tre soste vanno per la maggiore

Soft-Medium-Soft-Medium

La gara è stata vinta da Verstappen, l’unico ad aver alternato le mescole più morbide, Soft e Medie, nei sui 4 stint di gara. Due i fattori che hanno portato Max a prediligere la via delle tre fermate: il primo, l’errore commesso in curva-4 nelle fasi iniziali del GP, episodio che ha condizionato pesantemente il suo stint sulle Soft; secondo, l’impossibilità di sorpassare Russell in pista a causa del malfunzionamento del DRS. L’olandese e il team pensano bene di ricorrere in una terza sosta trovando l’undercut sul pilota britannico della Mercedes.

Soft-Medium-Medium-Soft

Strategia molto competitiva, che permette a tutti i suoi utilizzatori di giungere subito alle spalle di Verstappen. Parliamo di Perez, Russell (entrambi arrivati a podio) e Sainz (4° al traguardo). Contrariamente ai piloti a podio, anche il conducente della Ferrari è stato costretto a prediligere una tattica a tre soste dopo l’errore commesso in curva-4 con due tornate d’anticipo rispetto a Verstappen.

La strategia avrebbe portato Sainz a chiudere in 5° posizione, ma per sua fortuna, un problema tecnico evidenziatosi sulla monoposto di Hamilton a pochi giri dalla fine non permetterà a Lewis di proseguire a spingere come vorrebbe e lo porterà a restituire la quarta posizione a Carlos a sole 2 tornate dal termine della gara.

Lap Chart GP Spagna 2022

Lap Chart - GP Spagna 2022 (foto: Twitter, F1)

Medium-Soft-Medium-Soft

Il sette volte campione del mondo della Mercedes è l’unico pilota ad avvalersi di questa strategia. Lewis scatta al via con gomma Media dalla sesta posizione. Un contatto con Magnussen però (colpevole il danese nell’occasione) causerà una foratura alla posteriore sinistra obbligandolo a costruire la sua gara dal fondo ripartendo con gomma Soft dal 19° piazzamento.

Hamilton, grazie ad un’impeccabile gestione della Soft nel corso del primo stint (assieme a Leclerc uno dei migliori nel riuscire ad estrarre performance da questo pneumatico per un così alto numero di giri: 21), riesce a mettersi su una tattica sostanzialmente a due soste che gli permetterà di risalire fino alla 4° posizione. L’inglese conclude 5° a causa di un problema di surriscaldamento che lo obbliga a dover rilasciare la posizione conquistata soltanto qualche giro prima al pilota della Ferrari, Carlos Sainz.

Soft-Medium-Soft-Soft

Di gran lunga la strategia più utilizzata. Tra quelle che vede coinvolte l’adozione di tre mescole Soft è certamente tra le migliori dal momento che permette a 4 dei suoi sei utilizzatori di trovare spazio all’interno della top-10. Ocon, Norris, Alonso, Tsunoda, Gasly e Latifi i piloti ad averla scelta. Menzione speciale per il due volte campione del mondo dell’Alpine che riesce a tagliare il traguardo in 9° posizione dopo esser scattato dal fondo dello schieramento (qui il motivo).

Soft-Soft-Medium-Soft

Soltanto Ricciardo e Stroll decidono di attuare questo tipo di strategia. Gare anonime le loro (anche se dobbiamo dire che Lance ha avuto un contatto sfortunato con Gasly, penalizzato il francese).

Doppia sosta

Anche se meno utilizzate, i due pit stop generano comunque 3 diversi tipi di tattiche di gara.

Soft-Media-Media

Scelta che permette a Bottas di giungere sesto a traguardo. Valtteri costruisce il suo risultato tutto nei primi due stint. Il terzo e ultimo run su gomma Media, risulta invece per lui molto lento. Il team lo avrebbe potuto mettere tranquillamente su una strategia a tre soste facendolo rientrare ai box dopo i sorpassi subiti da Sainz e Hamilton tra il 57° e il 58° giro. Il finlandese avrebbe potuto mantenere tranquillamente la sesta posizione e concludere la gara decisamente in modo più agevole. Probabilmente, la squadra ha deciso di lasciarlo fuori cercando di raccogliere dati importanti in termini di gestione gomme, o almeno è questo che mi piace pensare. Alla fine, quest’ultima scelta non ha avuto ripercussioni sulla posizione finale del pilota dell’Alfa Romeo.

Valtteri Bottas, Alfa Romeo, GP Spagna 2022

Valtteri Bottas, Alfa Romeo, GP Spagna 2022 (foto: Twitter, Alfa Romeo)

Soft-Soft-Media

Tattica scelta dall’ormai consolidata coppia di amici Vettel e Schumacher, entrambi purtroppo finiti fuori dalla zona punti. Nel caso di Mick forse, vista la breve durata degli stint su gomma Soft, effettuare una terza sosta non sarebbe stata un’idea malvagia. 35 giri sulle Medie gli hanno precluso ogni possibilità di poter centrare un ingresso in Top-10.

Soft-Medium-Hard

L’unico pilota a rendersi autore di una simile strategia, praticamente ad un solo stop è Magnussen, andato a sostituire la Soft dopo un solo giro a seguito del contatto avuto con Hamilton. La sua gara termina praticamente lì. Peccato, l’ottava era davvero un’ottima posizione da cui partire e cercare di costruire un buon risultato.

Quattro soste

Ebbene sì, c’è addirittura un pilota che ha fatto quattro pit stop. Alexander Albon (Williams) taglia il traguardo in 18° posizione mediante l’utilizzo della tattica Soft-Medium-Soft-Medium-Soft.

  • Gestione mescola Soft: Leclerc e Hamilton al top

Dopo la fine della gara, in Ferrari è iniziata una specie di corsa alla ricerca degli elementi positivi da trarre dal weekend, come se si volesse nascondere l’amarezza dovuta dall’aver perso la testa in entrambe le classifiche iridate. Binotto ne ha elencati molti nella sua intervista post gara (leggi qui), e tra questi si potrebbe aggiungere sicuramente la buona gestione gomme di cui si è reso protagonista Leclerc nel suo primo stint di gara con mescola Soft (fatto da lui invece evidenziato).

Charles Leclerc, GP Spagna 2022

Charles e Lewis sono stati sicuramente i piloti che hanno saputo estrarre un buon livello di performance dalla mescola più morbida per un così elevato numero di giri (21). Grazie a quel bellissimo stint e all’errore commesso da Verstappen, al momento del ritiro, Leclerc godeva di un vantaggio di circa 13,5’’ su Russell (secondo classificato) ed era in assoluto controllo della gara. Charles e Lewis avrebbero potuto concludere il GP su due soste senza i problemi. Un buon punto da dove ripartire a Monaco. Weekend dove comunque team e piloti saranno chiamati ad affrontare delle sfide molto diverse da quelle viste ieri.

Foto: Ferrari

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Spagna 2022


Tag
strategie | ferrari | mercedes | red bull | spanishgp | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

La gara sul circuito del Montmelò si è svolta secondo previsione. Temperature calde e alto degrado ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it