F1, Mercedes vola, Ferrari bene a metà ma occhio alla Red Bull

F1, Mercedes vola, Ferrari bene a metà ma occhio alla Red Bull

By:
822

Si sapeva, e la pista lo ha confermato.
La Mercedes si è rivelata in gran gran forma nelle libere del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone, monopolizzando le prime due posizioni delle FP2.

Valtteri Bottas è stato il pilota più veloce, chiudendo la giornata da leader, davanti al team mate Lewis Hamilton per soli 69 millesimi.

Una supremazia non certo schiacciante delle frecce d'argento sul giro secco (con un gap dalla prima delle Ferrari di meno di 0.2 secondi), ma devastante, almeno ad oggi, sul passo gara, dove il vantaggio medio era ben superiore.

Una giornata dunque molto positiva del team di Toto Wolff, che ha, di fatto, ben figurato ad oggi, anche se nel taschino ha ancora un bel potenziale, dato che le due W10 hanno girato con una mappatura di motore non spinta, forse in quanto allarmanti dai lievi guai di affidabilità accusati da Bottas.

Alle spalle delle vetture numero 77 e 44 si sono issate le due Ferrari, con Leclerc terzo con un margine di 0.3 secondi su Vettel.

Un gap che secondo Charles poteva essere minore, anche se molto probabilmente è giunto grazie ad un super lap del Monegasco, abile a sopperire al grande sottosterzo della SF90.

Un Vettel che invece, quarto di giornata, non ha bypassato, e che lo ha relegato a 0.4 secondi da Bottas.

Problemi dunque, molti, da risolvere in casa Ferrari, anzi da limitare in quanto cronici della monoposto, che su questo tracciato  (specie nella sezione delle Becketts e della prime 5 curve) vengono evidenziati.

Problemi che emergono ancor più sulla simulazione di passo gara, dove le due Rosse erano molto più lente delle vetture argentate, e anche delle Red Bull, accusando come detto molto sottosterzo e evidenti probelmi di graining.

Unica speranza, a questo punto, per gli uomini di Mattia Binotto, è confidare nel lavoro dei tecnici di Maranello nel corso della notte e nella loro capacità di ribaltare la vettura, o quantomeno massimizzare il potenziale a disposizione.

Terza forza, almeno sul giro secco, la Red Bull, con Pierre Gasly che ha dato segnali incoraggianti stando davanti a Max Verstappen dopo le prime nove gare decisamente sottotono.

Bene, anzi benissimo, sono state le RB15 sul passo gara, che sono state in grado di gestire meglio della Ferrari i problemi di graining e si sono rivelate seconda forza.

Non più una sorpresa le McLaren che con Norris e Sainz hanno confermato il loro status di quarta forza nel Mondiale, sempre in crescita, ormai lontani dal centro del gruppo ma non abbastanza vicini ai top 3.

Male invece Renault, che continua ad accusare noie alla Power Unit e scarse performance, non giovando dei vari upgradr e di motore e di aerodinamica.
Male anche la Haas, che continua la sua fase nera, con performance altalenanti, ma non a livello delle aspettative di inizio anno.
Male, come sempre la Williams, che sotto gli occhi di Sir Frank ha fatto debuttare il primo pacchetto aereodinamico dell'anno, anche se il risultato è rimasto invariato, ovvero Kubica e Russell somo sempre relegati in 19° e 20° piazza.


Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Gran Bretagna 2019


Tag
f1 | ferrari | 2019 | mercedes | red bull | mclaren | vettel | leclerc | hamilton | bottas | gasly | verstappen | raikkonen | renault | ricciardo |


Commenti
- Formula1.it
Nelle prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna la Mercedes si è confermata al top, con Ferrari ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it