F1, le pagelle del Gran Premio d'Italia

Le pagelle del Gran Premio d'Italia

By:
671

Calata la bandiera a scacchi sul tracciato di Monza è ora tempo, per il Circus della F1, di voltare pagina e pensare già al prossimo appuntamento tra due settimane a Singapore.

Prima però è opportuno svolgere un'ultima analisi sulla gara belga, andando a dare dei giudizi a team e piloti con le nostre pagelle.

Mercedes:8
Pista difficile per il team di Toto Wolff, si sapeva e le pista ha confermato queste difficoltà.
Bottas e soprattutto Hamilton però riescono a limitare alla grande i danni, centrando un bel doppio podio.

Hamilton:7.5
Bene in qualifica, meno in gara dove è un animale alle spalle di Leclerc, ma commette un errore nel momento clou, andando lungo alla prima variante, prendendo anche la piazza d'onore.

Bottas:7
Chiude secondo senza acuti, come sempre ormai, ma sfrutta bene tutte le occasioni.
Prova la volata finale sulla Ferrari, ma non con grande cattiveria e convinzione.
Fa il suo insomma, nulla più.

Ferrari:9
Pista favorevole, gara favorevole.
Bene la qualifica, molto bene la gara, strategia inclusa, con la gomma hard nel finale.
Peccato per un Vettel opaco, che sbaglia ancora una volta. Vittoria che da un senso ad un 2019 non certo entusiasmante.

Leclerc:10
Perfetto, magistrale, un martello.
Perfetto in qualifica dove trae vantaggio dal caos finale, perfetto in gara dove è un martello e regge la pressione per tutti e 53 i giri.
Se non è già un campione, manca davvero poco.

Vettel:5
Male in qualifica, dove scatta quarto malgrado ha una Rossa da prima fila, andando in tilt nel caos del Q3.
In gara butta tutto via alla Ascari con un errore grave, accompagnato da uno gravissimo nel rientrare.
A.A.A riscossa cercasi...al più presto.

Red Bull:6.5
Pista diffcile a causa del deficit di potenza della Power Unit Honda e gara diffcile anche a causa di penalità alla punta del team Max Verstappen. Bene i piloti in rimonta.

Verstappen:7.5
Parte dal fondo per penalità dovuta alla Power Unit, rompe l'ala alla prima variante ma non si perde d'animo e inizia una finita fino all'ottava piazza, su una pista dove conta la (non tanta) potenza della PU Honda.

Albon:7
Fa il suo lavoro, in una gara onesta, dove non mostra grossi lampi ma concretizza il potenziale della sua Red Bull.
Avrebbe però potuto insidiare maggiormente le due Renault.
Chiude sesto.

McLaren:5
Pista di motore, pagano la poca potenza della Power Unit Renault.
Per loro fortuna questo passo falso non compromette la corsa alla quarta piazza nei costruttori.

Sainz:5.5
Paga la poca performance della Mclaren a Monza.
Porta la macchina in Q3 e in gara prova a dare il massimo, ma un problema al pit lo forza al ritiro, peccato davvero.

Norris:6
Non benissimo in qualifica, meglio in gara dove sfrutta ogni situazione e finisce 10°, limitando i danni per il team di Woking in una giornata davvero diffcile.

Renault:8
Pista veloce, dove in teoria dovrebbero pagare la mancanza di cavalli della PU, fanno la gara migliore della stagione.
Che sia l'inizio di una risalita dal fondo?
 
Riccardo:8.5
Gara davvero solidissima, dove fa vedere il motivo per cui è considerato un vero top driver.
Non sbaglia nulla e finisce ai piedi del podio.

Hulkenberg:8
Come sempre non sbaglia e porta la macchina alla fine. Datosi che la macchina è molto veloce, finisce 5°, battuto però dal team mate Ricciardo.

Toro Rosso:5.5
Nessun punto per il team di Franz Tost, con zero punti portati a casa, anche a causa di varie sfortune occorse ai due piloti nel corso del GP.

Kvyat:5
Gara nella media oer lui, che prova a limitare la carenza di potenza del suo motore Honda, che però a metà gara lo tradisce e lo lascia a piedi.

Gasly:6
Con il motore che ha arriva quasi in zona punti, 11°, dopo che rischia il ritiro con Stroll che quasi lo mette a muro nel rientrare in pista dopo il crash con la Ferrari di Vettel.

Racing Point:7.5
Pista di motore, non sfigurano affatto, con dei punti conquistati, e una prestazione consistente.
Peccato per la sfortuna di Stroll, altrimenti avrebbero piazzato le due macchine in zona punti.


Perez:8
Grande settimo sotto la bandiera a scacchi, fa il massimo con la sua Racing Point, e concretizza il plus di cavalli che ha rispetto ad altri rivali diretti.

Stroll:6
Con la macchina che ha fra le mani potrebbe fare molto meglio.
Peccato però che resta invischiato nel crash alla Ascari con Vettel e a sua volta riveve una penalità per essere rientrato in pista in modo non sicuro.

Alfa Romeo Racing:5
Molto potenziale, quello che hanno a Monza, che però non viene espresso al massimo.
Fanno anche errori grossolani con le procedure di partenza di Kimi Raikkonen

Raikkonen:5.5
La squadra gli compromette una gara già compromessa con il crash in Q3 alla parabolica.
In gara poco può partendo dal fondo e con la penalità dovuta all'errore del team.
Peccato perché poteva fare davvero bene.

Giovinazzi:7.5
Gara di casa, centra la zona punti dopo la delusione di Spa.
Dimostra velocità per tutto il fine settimana (a livello di Kimi) e in gara non sbaglia chiudendo nono.
Cpn una strategia migliore sarebbe potuto finire ancora più avanti.

Haas:4
Continua il periodo assolutamente negativo per il team di Gene Haas, con le due macchine che finiscono ancora una volta fuori dai punti.
Ormai farebbero bene a pensare solo al 2020, visto il disastro 2019.

Grosjean:5
Porta la macchina al traguardo, ma non è per niente incisivo anzi, sbaglia ancora (forse per la pressione del mancato rinnovo) una volta all'uscita della Ascari, escludendosi da ogni tipo di lotta per i punti.

Magnussen:5
Si ritira, portando a casa zero punti, ma anche finendo la situazione non sarebbe cambiata.
Unica consolazione per lui è la sicurezza del sedile per il 2020.

Williams:6
In un annata disastrosa, riescono a mescolarsi con il gruppo, facendo lotte qualche sorpasso, massimizzando la potenza del motore Mercedes di cui dispongono.

Russel:8
Finisce 14° dietro Vettel, ma davanti a Raikkonen e Grosjean, con macchine molto migliori della sua Williams.
Piu di questo non può fare con quello che guida, ma con una monoposto di centro gruppo....

Kubica:4.5
Nei primi giri è in lotta nel gruppo, ma piano piano retrocede, chiudendo ultimo, molto staccato dal team mate Russel.
Va bene la lunga assenza, ma forse la F1 è troppo estrema per lui

 


Tag
f1 | ferrari | 2019 | scuderia | vettel | leclerc | binotto | pu | maranello | mercedes | hamilton | bottas | raikkonen | fia | verstappen | ricciardo | red bull |


Commenti
- Formula1.it
...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it