Formula1.it News http://www.formula1.it Formula1.it - News / - Articoli, Speciali, Approfondimenti, Statistiche, Tecnica, Video it-it Mon, 23 May 2022 23:25:00 +0000 Tue, 10 Apr 2012 00:00:00 +0000 http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Vida Feed 2.0 redazione@formula1.it (Redazione) dmuscarella@formula1.it (Ing.Daniele Muscarella) Aggiornamenti sportivi Formula 1 http://www.formula1.it/image/f1logosmall.png Formula1.it News http://www.formula1.it UFFICIALE - Il risultato delle indagini sul motore della F1-75 di Leclerc https://www.formula1.it/news/10183/1/ufficiale-il-risultato-delle-indagini-sul-motore-della-f1-75-di-leclerc Come ben sappiamo, Charles Leclerc è stato costretto a ritirarsi dal Gran Premio di Spagna per un problema al motore della sua F1-75 quando era in testa alla gara. Nella giornata di oggi, il team di Maranello ha condotto delle indagini per capire quale sia stata la causa scatenante dell'imprevisto.

Sono arrivati i risultati e la Rossa ha rilasciato un comunicato per fornire aggiornamenti in merito. Di seguito la nota.

Il comunicato della Ferrari

charles leclerc ferrari gp spagna

Ecco la nota del Cavallino:

"Dopo aver esaminato la PU della monoposto di Leclerc, abbiamo riscontrato che il turbo e l'MGU-H sono danneggiati e non possono essere riparati. Tuttavia, dopo aver analizzato completamente il guasto e la sua causa, siamo soddisfatti nel registrare che il cedimento non è verificato a causa di un errore di progettazione o di un problema di affidabilità di questi due componenti o di qualsiasi altro elemento della PU".

La causa principale, dunque, non è stata rivelata formalmente. Quello che è certo è che il motore non potrà essere utilizzato per i prossimi Gran Premi. Quindi a Monaco la squadra italiana dovrà omologare una nuova MGU-H un nuovo turbo, sempre che non opti per il riutilizzo delle componenti del motore 1 per le prove libere del venerdì.

Foto (entrambe) Twitter Ferrari

]]>
Mon, 23 May 2022 23:25:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10183/1/ufficiale-il-risultato-delle-indagini-sul-motore-della-f1-75-di-leclerc https://www.formula1.it/admin/foto/ufficiale-il-delle-indagini-sul-motore-della-f1-75-di-leclerc-10183-1.jpg
GP Spagna 2022 - Le pagelle https://www.formula1.it/news/10167/1/gp-spagna-2022-le-pagelle Aggiornamenti sinonimo di spettacolo? Potremmo dire di si poiché, nel corso del fine settimana del GP di Spagna, molti team hanno introdotto aggiornamenti sulle loro monoposto e a giovarne è stato, indubbiamente, lo spettacolo e la lotta in pista.
Anche a Barcellona, di fatto, si è assistito ad una lotta di vertice tra Ferrari e Red Bull (con anche Mercedes come sorprendente outsider), in cui ad avere la meglio è stata, per la terza gara consecutiva, la monoposto del team Anglo-Austriaco che però, va detto, ha colto il successo di tappa sfruttando i problemi di affidabiltà di una ritrovata Ferrari.

Il GP di Spagna, sesto round della stagione 2022, complici non pochi colpi di scena, ha prodotto 66 davvero ricchi di azione e show. Il GP, corso sul tracciato alle porte di Barcellona, come detto è stato ricco di azione in pista e, soprattutto, colpi di scena tali da suscitare forti emozioni per i fan.
A provare emozioni, giustamente, sono stati i tifosi Red Bull, poiché dopo i consueti 300 km di gara, circa, a trionfare è stata la RB18 di Max Verstappen, seguito dalla vettura gemella di Perez e dalla rinata Mercedes di Russell.

Il sesto appuntamento stagionale ha riservato non poche sorprese, in termini prestazionali, tra i vari team, specie a centro gruppo. Tra le conferme troviamo Ferrari, in grandissima forma e capace di tornare a prevalere per gran parte del weekend, pagando poi i primi problemi motoristici della stagione. Anche Red Bull è apparsa veloce, seppur in lieve affanno rispetto alle scorse gare, ma capace di far volgere a proprio vantaggio le sfortune altrui. Nota di merito per Mercedes, non più staccata dalla lotta di vertice ma capace di dimostrarsi terza forza in campo e di insidiare i due team battistrada.
A deludere sono state McLaren, Haas, Aston Martin e AlphaTauri, mentre Alfa Romeo e Alpine hanno mostrato un buono stato di forma.

Parlando della gara in senso stretto, l'azione in pista è stata notevole, complice anche qualche colpo di scena, come ritiri, crash o problemi tecnici.
Svolte queste premesse, andiamo ad analizzare il rendimento di team e piloti, durante il Gran Premio di Spagna con le nostre pagelle.

Russell - Voto 9 - GP Spagna 2022

Mercedes: 8

Portano aggiornamenti e tornano ai livelli che gli competono. Chiaramente terza forza in campo, vanno a podio mostrandosi capaci di insidiare Ferrari e Red Bull.

Hamilton: 9
Male in qualifica. Parte bene ma Magnussen lo colpisce ed è costretto a rimontare dall'ultimo posto: lo fa, alla grande, chiudendo gran quinto. Mette a tacere i suoi detrattori.

Russell: 9
Super qualifica, super partenza, super gara dove è veloce, solido, battagliero e non sbaglia nulla. Alla fine chiude straordinario terzo. Applausi.

Verstappen - Voto 9 - GP Spagna 2022

Red Bull: 8

Vincere con problemi e senza avere la miglior macchina? Si può e lo fanno, piazzando una super doppietta che fa morale e aiuta non poco in termini di classifica. Solidi.

Verstappen: 9
A gioco regolare non avrebbe vinto, anche a causa di sbavature, problemi di DRS e di PU. Malgrado tutto però sftutta le sfortune altrui, vincendo e diventando leader del mondiale.

Perez: 8
Weekend alla Perez, solido, veloce e senza errori. Corre bene, sale fino al podio, quasi in grado di insidiare Max ma obbedisce agli ordini del team facendo passare Verstappen.

Leclerc - Voto 9 - GP Spagna 2022

Ferrari: 6.5

Potrei ma non riesco; questo il GP Ferrari che, malgrado una F1-75 davvero veloce coglie solo un quinto posto, tra errori, sfortuna ritiri per problemi di affidabilità. Urge reset.

Leclerc: 9
Finché è in gara è perfetto: pole, ottimo start,  lanciato verso la vittoria. Peccato che poi la sua F1-75 si rompe ed è costretto ad uno zero. Dovrà rifarsi al più presto.

Sainz: 4
In affanno da inizio anno. Bene in qualifica, male in gara, sin dal via dove perde posizioni.
Sbaglia, poi, tradito dal vento. Deve rimontare ma non ha mai ritmo. Chiude P4, ma che fatica...

 

Mclaren: 5.5

Dopo delle gare positive, Mclaren sembra tornata in un momento negativo, poiché la MCL36 è lenta e naviga sempre a centro gruppo, portando a casa solo pochi punti.

Norris: 8
Unico faro nella complessa stagione Mclaren: gareggia non essendo in forma ma parte bene, rimonta, non sbaglia e chiude a punti battendo, di nuovo, Daniel Ricciardo.

Ricciardo: 3
Continua il pessimo periodo di Daniel che, per la terza gara consecutiva porta a casa uno zero. Ok, la Mclaren non è veloce, ma lui non sta facendo assolutamente la differenza.

 

Aston Martin: 2

Sono la più grande delusione del weekend: arrivano con una macchina B che, forse, va peggio della versione precedente. Lenti per tutto il weekend, portano a casa zero punti.

Vettel: 7.5
Nel pessimo weekend Aston fa suo lavoro al meglio, battendo Stroll e chiudendo quasi a punti. Peccato abbia una pessima macchina gestita da un team in totale confusione.

Stroll: 5
Nel disastroso fine settimana del team Aston poco può con la fallimentare versione B della AMR21. Battuto però da Vettel per i 3 giorni chiude solo P15.

 

Alpine: 7.5

Confermano di essere davvero solidi, anche se tra sbavature e errori sprecano punti. Alla fine piazzano comunque le macchine a punti, chiudendo un weekend solido.

Alonso: 8
Pessimo in qualifica, straordinario in gara dove, partendo ultimo, confeziona 66 giri tutti all'attacco, con sorpassi e senza errori che lo portano ad una grande nona posizione. Super.

Ocon: 8.5
Forse il pilota più solido e costante in questo avvio di stagione. Bravo in qualifica, solidissimo in gara dove non sbaglia e fa il massimo andando, di nuovo a punti. Bravo.

 

AlphaTauri: 6

Procedono di alti e bassi dal primo GP. In Spagna incappano in un difficile weekend, dove mancano totalmente di velocità. Sfruttando le situazioni, però, vanno a punti.

Gasly: 4
È lui la sopresa negativa di questa prima parte di anno. Totalmente diverso dal 2021: ancora battuto da Tsunoda e fuori dai punti. Deve voltare pagina quanto prima.

Tsunoda: 7.5
Sembra aver imboccato un trend davvero positivo; nelle ultime gare, Spagna compresa, non sbaglia più e porta a casa punti, battendo anche Gasly.  Complimenti.

 

Alfa Romeo Racing: 7

Costantemente veloci, in Q3 e in zona punti, anche se sempre con una sola macchina.
Con questo ritmo potranno togliersi belle soddisfazioni.

Bottas: 8
Pilota rinato dopo il suo passaggio in Alfa. Anche a Barcellona è super, sia in qualifica sia in gara, chiusa agilmente P6 dopo essere stato anche in zona podio.

Zhou: 5
Gran premio poco valutabile per Zhou poiché costretto, di nuovo, al ritiro dopo pochi giri. Come prestazione non è malissimo, ma la sfortuna non lo abbandona mai...

 

Haas: 5

Dopo l'ottimo avvio di stagione, sono in un momento negativo. Non sarebbero male come prestazione, ma tra incidenti ed errori strategici portano a casa uno zero. Urge reset.

Schumacher: 5
Buon fine settimana per Mick sino a pochi giri dalla fine, quando era in zona punti. Peccato perché la strategia, finale, non lo aiuta e porta a casa l'ennesimo zero.

Magnussen: 4.5
Grande in qualifica e al via, dove però entra in contatto con Hamilton e si rovina la gara. Fino al traguardo, per lui, è tutto in calvario. Peccato perché poteva fare punti.

 

Williams: 4

Pessimo fine settimana per il team di Grove, fanalino di coda per tutti e tre i giorni. Procedono di up&down da inizio anno, ma i down sono di gran lunga maggiori del up...

Albon: 5
Con la vettura che ha, poco può fare, se nin battagliare contro Latifi. Dal testa a testa esce però battuto il che, per lui, è un qualcosa di negativo.

Latifi: 7
Ok, la Williams è deludente ma Latifi, dopo un periodo negativo, mostra progressi, poiché autore di un bel weekend, chiuso davanti ad Albon, unico risultato a cui può ambire.

Archiviato il GP di Spagna, la F1 dà appuntamento ai suoi tifosi tra una settimana per il GP di Monaco.

]]>
Mon, 23 May 2022 22:55:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10167/1/gp-spagna-2022-le-pagelle https://www.formula1.it/admin/foto/gp-spagna-2022-le-pagelle-10167-3.jpg
Wolff: «Hamilton sfortunato, avrebbe potuto lottare per la vittoria in Spagna. Era il più veloce» https://www.formula1.it/news/10180/1/wolff-hamilton-sfortunato-avrebbe-potuto-lottare-per-la-vittoria-in-spagna-era-il-piu-veloce La Mercedes si avvicina alla vetta. Gli ingegneri stimano il distacco vicino ai tre decimi. Due settimane fa era intorno al secondo. Mercedes è riuscita a risolvere il problema del porpoising sulla W13. Non appena questo freno è stato eliminato, le Freccia d'Argento hanno mostrato i loro artigli. Ora inizia il lavoro di sviluppo. Il direttore tecnico della Mercedes Mike Elliott è convinto che ci sia molto di più in questa vettura: "Questo è stato il primo passo. Ora dobbiamo imparare come ottenere il massimo dal pacchetto". Il capo del team Toto Wolff ha fatto il punto della situazione con soddisfazione: "Questa vettura mi ha ricordato per la prima volta le nostre vetture campioni del mondo degli ultimi anni. Se, come Lewis, puoi guidare dall'ultimo posto fino al primo posto, allora ci sono buone ragioni per cui credo che presto vinceremo di nuovo le gare e forse potremo ancora lottare per i due campionati del mondo".

Il motore di Russell si stava surriscaldando

wolff hamilton

George Russell è stato in grado di assaporare la leadership per quattro giri. Il 24enne inglese ha combattuto duramente con Max Verstappen per molti giri, costringendo la Red Bull a una strategia su tre soste. L'olandese non è riuscito a superare la Mercedes numero 63 a causa di un problema al funzionamento del DRS. Ma anche Russell non ha avuto una corsa spensierata. Il motore era troppo caldo nella fase iniziale. Russell non poteva andare al ritmo che voleva. È stato premiato per la sua "lotta per la sopravvivenza" con il suo secondo podio dell'anno. Il Gran Premio di Spagna di Hamilton era praticamente finito dopo il primo giro. L'inglese è dovuto rientrare ai box con la gomma anteriore sinistra a terra dopo essere entrato in collisione con Kevin Magnussen alla curva 4 non per colpa sua. Quando ha ripreso la gara, era a 53,9 secondi dal leader. Quello è stato il momento in cui il sette volte campione del mondo ha suggerito alla squadra di considerare di risparmiare al motore 300 chilometri di autonomia invece di guidare senza speranza alla fine della gara. L'ingegnere di pista Pete Bonnington ha ricordato al suo pilota il suo dovere e lo ha motivato con l'estrapolazione del software strategico: "Puoi ancora finire ottavo". Hamilton ha terminato al quinto posto e sarebbe finito anche quarto se una perdita d'acqua non lo avesse costretto ad allentare il gas all'inizio dei rettilinei negli ultimi giri.

Wolff: "Hamilton avrebbe potuto lottare per la vittoria"

Toto Wolff ha difeso il suo pilota: "Lewis ha mostrato la sua determinazione con i suoi tempi sul giro". Hamilton ha guadagnato 12 secondi su Verstappen. Il britannico è stato a volte l'uomo più veloce del lotto, anche se ha dovuto sorpassare sei volte durante la sua rimonta. Al giro 56, quando tutti avevano completato i loro pit stop e poco prima che la perdita d'acqua si facesse sentire, aveva ridotto il suo distacco a 40,8 secondi. "Se Lewis fosse rimasto dove aveva iniziato dopo la partenza, avrebbe potuto lottare per la vittoria con la sua strategia alternativa", ritengono gli ingegneri. In controtendenza, Hamilton ha iniziato con gomme medie ed era pronto per una gara a due soste. Ma i tecnici Mercedes lo hanno anche messo in prospettiva: "Leclerc sembrava incredibilmente forte. Avrebbe fatto una gara in due soste. E Max ha avuto il suo problema con il DRS e la sua uscita di pista lo ha gettato dietro George e gli è costato tempo". Tuttavia, i numeri della gara di recupero di Hamilton parlano da soli. Questa Coppa del Mondo potrebbe presto diventare una battaglia a tre.

]]>
Mon, 23 May 2022 16:45:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10180/1/wolff-hamilton-sfortunato-avrebbe-potuto-lottare-per-la-vittoria-in-spagna-era-il-piu-veloce https://www.formula1.it/admin/foto/wolff-hamilton-sfortunato-avrebbe-potuto-lottare-per-la-vittoria-in-spagna-era-il-piu-veloce-10180-1.jpg
Horner disfattista: «I team di F1 salteranno le gare se il limite di budget non sarà aumentato» https://www.formula1.it/news/10179/1/horner-disfattista-i-team-di-f1-salteranno-le-gare-se-il-limite-di-budget-non-sara-aumentato I team di Formula 1 saranno costretti a saltare le gare in questa stagione a meno che il limite di budget non venga aumentato, afferma Christian Horner, team principal della Red Bull. L'attuale limite di budget è di 140 milioni di dollari.

Horner sul budget cap

"Sette squadre avrebbero probabilmente bisogno di saltare le ultime quattro gare per rientrare nel limite quest'anno", ha detto il boss del team anglo-austriaco. "Non si tratta solo delle grandi squadre. Sono le squadre al centro della griglia che stanno davvero lottando con problemi d'inflazione". Horner, il cui team Red Bull ha affermato che la FIA "deve affrontare" il problema. "La FIA ha un dovere di diligenza. So che la stanno prendendo sul serio. Le bollette energetiche, il costo della vita, stanno aumentando in modo esponenziale e la F1 non ne è esente. Il trasporto merci è quadruplicato e non è qualcosa che possiamo controllare".

La posizione dei team di centro griglia

La posizione di Horner è sostenuta dalle rivali per il titolo Ferrari, dai campioni del mondo Mercedes e McLaren. Ma i team Alfa Romeo, Alpine, Haas e Williams hanno votato tutti contro una proposta di adeguamento del budget cap basato sui dati inflazionistici del Fondo Monetario Internazionale quando è stata proposta il mese scorso in una riunione della Commissione F1 tra i team, la FIA e il detentore dei diritti commerciali F1. Il team principal dell'Alpine Otmar Szafnauer ha dichiarato: "Abbiamo fissato i nostri budget in anticipo, in qualche modo avevamo anticipato un po' l'inflazione che non si è abbattuta solo su di noi. Se possiamo farlo, sicuramente lo possono fare anche gli altri. Non sono per aumentare il limite. Quando i costi di trasporto aumentano di 2,5 o 3,5 milioni ma il tuo budget di sviluppo è di 20 milioni, non puoi portare il tuo budget di sviluppo a 17 milioni ed essere ancora sotto il tetto massimo? Quello che poi fa è limitare il tuo sviluppo. Quindi è molto più facile, se hai i soldi, andare alla FIA e fare pressioni per aumentare il limite e mantenere lo stesso budget di sviluppo". Un portavoce dell'Aston Martin ha dichiarato: "Sosteniamo un aumento del budget cap in linea con l'inflazione, ma non vediamo la necessità di un aumento maggiore di quello".

L'obiettivo dei grandi team

Un portavoce ha affermato che la FIA sta esaminando la questione su base continuativa. Alcune scuderie temono che i top team stiano discutendo la necessità di un aumento del budget cap come modo per mantenere alti i loro livelli di spesa. Alcune delle squadre più piccole hanno budget inferiori al cap e affermano che aumentarlo aumenterebbe solo l'iniquità in tutto il campo, il che è contrario all'obiettivo delle modifiche alle regole introdotte dalla FIA e dalla F1. Inoltre, alcune fonti affermano che i team più grandi stanno cercando di aggravare l'effetto dell'inflazione nel prossimo anno, che potrebbe finire per aumentare il limite fino a 15 milioni di dollari. Il limite è stato introdotto l'anno scorso come uno dei tanti modi per tentare di ridurre i divari tra le squadre. È iniziato con 145 milioni di dollari nel 2021 e dovrebbe ridursi di ulteriori 5 milioni nel 2023.

]]>
Mon, 23 May 2022 16:15:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10179/1/horner-disfattista-i-team-di-f1-salteranno-le-gare-se-il-limite-di-budget-non-sara-aumentato https://www.formula1.it/admin/foto/horner-disfattista-i-team-di-f1-salteranno-le-gare-se-il-limite-di-budget-non-sara-aumentato-10179-1.jpg
Sainz in difficoltà, ma ha la soluzione: «Per fortuna c'è Charles, copierò da lui» https://www.formula1.it/news/10178/1/sainz-in-difficolta-ma-ha-la-soluzione-per-fortuna-c-e-charles-copiero-da-lui Già al termine del GP di Spagna avevamo ascoltato un Carlos Sainz intervenire davanti alle telecamere in modo abbastanza sconsolato. In questo 2022 stiamo assistendo ad almeno un errore quasi ad ogni evento e questo non può che andare a ledere la fiducia che lo spagnolo ha nelle proprie capacità.

Faccio tanta fatica a guidare la F1-75 e questo si comprende bene anche dall’esterno. Sono nel pieno di una sfida completamente nuova che mi obbliga ad essere creativo. È a causa di ciò che gli errori arrivano. Sbagliando si impara, perciò terrò la testa bassa per cercare di invertire la situazione il prima possibile” aveva affermato Sainz al termine del GP di Spagna (qui le sue parole).

Ecco come Carlos cercherà di migliorare le sue performance

Più tardi però, in conferenza stampa, lo spagnolo ha poi approfondito la questione parlando del modo in cui tenterà di uscire fuori da questo momento di difficoltà: “È un processo che richiede tempo. C’è bisogno di esperienza e di conoscenza del mezzo. Fortunatamente, al mio fianco ho un ottimo punto di riferimento. Charles sta facendo un ottimo lavoro con la sua macchina”.

Ferrari, Sainz, Binotto, GP Spagna 2022

“Sta guidando ad un livello altissimo”, ha proseguito secondo quanto riportato da ‘Soymotor.com’. Riesce a coniugare tutto alla perfezione ottenendo dei tempi impressionanti. Guida in modo straordinario. Ammiro molto il suo modo di lavorare e in qualche modo sto cercando diventare più veloce copiando da lui e sperimentando nuove cose in pista”.

“A volte capita che bisogna passare attraverso dei momenti difficili e mettere alla prova se stessi. Fa parte della crescita, ha concluso lo spagnolo.

Foto: Ferrari

]]>
Mon, 23 May 2022 15:15:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10178/1/sainz-in-difficolta-ma-ha-la-soluzione-per-fortuna-c-e-charles-copiero-da-lui https://www.formula1.it/admin/foto/sainz-in-difficolta-ma-ha-la-soluzione-per-fortuna-ho-charles-copiero-da-lui-10178-1.jpg
Magnussen accusa Hamilton via radio per l'incidente: «Mi ha fatto impazzire». Poi ritratta https://www.formula1.it/news/10177/1/magnussen-accusa-hamilton-via-radio-per-l-incidente-mi-ha-fatto-impazzire-poi-ritratta Come ben sappiamo, le fasi iniziali del Gran Premio di Spagna sono state contrassegnate dall'incidente tra Lewis Hamilton e Kevin Magnussen. Il pilota della Haas e il sette volte campione iridato stavano lottando nei presso di curva quattro quando sono entrati in rotta di collisione collisione: fuori pista per il primo e foratura per il secondo le conseguenze dello scontro.

Subito dopo il fatto, il danese ha commentato via radio alla squadra: "Sapeva cosa stava facendo. Mi ha fatto impazzire", insinuando che il britannico avesse deliberatamente causato lo scontro. Al termine della gara, però, ha cambiato versione. Di seguito la sua analisi.

Magnussen: "Sei sempre incazzato nella foga del momento"

magnussen haas

Ecco quanto dichiarato da Magnussen al termine del Gran Premio di Spagna:

Sull'incidente con Hamilton

"Ho detto quello che ho detto nella foga del momento. A volte si dicono delle cose, poi vai a riguardare e spesso è una storia diversa. Sei sempre incazzato nella foga del momento, ma è necessario rivedere, analizzare ed andare avanti".

Sulle prestazioni della VF-22

"Il ritmo della macchina era buono. Nonostante la maggior parte delle squadre abbia apportato aggiornamenti, siamo stati in grado di combatterli. Quindi ci sono molti aspetti positivi che porteremo al Monaco".

Foto copertina Twitter Formula 1

]]>
Mon, 23 May 2022 14:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10177/1/magnussen-accusa-hamilton-via-radio-per-l-incidente-mi-ha-fatto-impazzire-poi-ritratta https://www.formula1.it/admin/foto/magnussen-accusa-10177-1.jpg
Villeneuve: «Lampi del vecchio Hamilton, ma strana la sua prima reazione. Bottas come Fisichella» https://www.formula1.it/news/10176/1/villeneuve-lampi-del-vecchio-hamilton-ma-strana-la-sua-prima-reazione-bottas-come-fisichella Il Gran Premio di Spagna ha restituito alla Formula 1 una Mercedes leggermente più competitiva rispetto a quanto si è visto nei precedenti appuntamenti. Il team di Brackley, che a Barcellona ha portato numerosi aggiornamenti, ha ottenuto il podio con George Russell (terzo) e un quinto posto con Lewis Hamilton, autore di una bella rimonta dopo la foratura nelle fasi iniziali della gara. Ad oggi la squadra tedesca ha racimolato un bottino di 120 punti contro i 169 della Ferrari e i 195 della Red Bull. La lotta iridati sembrerebbe non essere del tutto conclusa. Ma tra la note positive del weekend iberico, c'è anche Valtteri Bottas, il quale ha piazzato l'Alfa Romeo al sesto posto, dando l'ennesima dimostrazione del suo valore.

Di tutto ciò ha parlato Jacques Villeneuve nel suo consueto editoriale per Formule1.nl. Il canadese, però, non sembra così ottimista per quanto riguarda il futuro prossimo delle Frecce d'Argento...

Villeneuve: "Reazione strana di Hamilton"

villeneuve

Ecco quanto scritto da Villeneuve nel suo approfondimento:

"Penso che abbiano trovato qualcosa anche in Mercedes, perché ora possono sorpassare sui rettilinei. Ma non esageriamo: Russell è arrivato sul podio perché una Ferrari si è ritirata. Hamilton ha finito più in alto di quanto ci si potesse aspettare dopo la collisione con Magnussen. La sua prima reazione (preferiva fermarsi dopo un giro) è stata strana per me. Non è un pilota che vuole combattere, come se già sapesse che non avrebbe vinto contro il suo compagno di squadra. Abbiamo visto lampi del vecchio Hamilton alla fine, ma Russell ha trovato il suo posto nella squadra, è al di sopra del suo celebre compagno di squadra. E questo punge...".

Su Bottas

"Valtteri Bottas è una delle sorprese di questa stagione. La sua strategia di gara è stata strana, ma forte. È rilassato, non sotto pressione e si comporta bene. Mi ricorda Heinz-Harald Frentzen o Giancarlo Fisichella, che fiorirono quando iniziarono a guidare con una squadra minore della precedente. Qualche tempo dopo hanno dimostrato di essere pronti per un top team. Pérez ne è un esempio. In McLaren non ha funzionato, ma in Red Bull ora è molto meglio".

]]>
Mon, 23 May 2022 13:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10176/1/villeneuve-lampi-del-vecchio-hamilton-ma-strana-la-sua-prima-reazione-bottas-come-fisichella https://www.formula1.it/admin/foto/villeneuve-10176-1.jpg
Villeneuve: «Sainz, troppi passi falsi. I tanti problemi di affidabilità hanno una causa precisa» https://www.formula1.it/news/10175/1/villeneuve-sainz-troppi-passi-falsi-i-tanti-problemi-di-affidabilita-hanno-una-causa-precisa Gara da dimenticare per la Ferrari in quel di Barcellona. Il team italiano ha racimolato soltanto quattordici punti grazie al quarto posto ottenuto da Sainz, e si è visto scavalcare in classifica da una Red Bull in grande spolvero.

C'è amarezza a Maranello, anche per l'errore di Carlos al settimo giro (curva 4), che sicuramente è costato punti importanti in ottica campionato costruttori. Il ritiro di Leclerc (a causa di un problema alla power unit della sua F1-75), però, è stato il colpo più difficile da incassare, dal momento che il monegasco stava dominando la corsa iberica dopo una pole stratosferica ottenuta il sabato. 

Jacques Villeneuve ha analizzato la situazione del Cavallino nel suo consueto editoriale per Formule1.nl, soffermandosi pure sui tanti problemi di affidabilità di cui stanno soffrendo le varie scuderie in questo inizio di stagione 2022.

Villeneuve: "Non è un buon segnale finire dietro alla Mercedes"

Ecco quanto scritto dal canadese campione del mondo 1997:

"Sainz sta facendo troppi passi falsi, chiaramente non è al livello di Leclerc. Deve davvero essere costantemente al limite per stare al passo con Charles. Qualcosa del genere non dovrebbe accadere a un'auto che ti mette in condizione di vincere le gare e il campionato. Il fatto che finisca dietro una Mercedes non è una buon segnale. Leclerc sarà senza dubbio frustrato dopo il guasto. Ha fatto registrare un sper giro inqualifica, ha preso il comando e non ha dovuto spingere fino a quando il suo turbo sembrava venire meno. Penso che vediamo così tanti problemi di affidabilità perché i team si stanno spingendo oltre i confini. Mercedes non ha mai dovuto farlo in passato, perché hanno sempre avuto un motore superiore".

FERRARI: IL MOTORE DI LECLERC HA RAGGIUNTO MARANELLO. INDAGINI AVVIATE

Foto copertina Twitter Leclerc

]]>
Mon, 23 May 2022 13:10:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10175/1/villeneuve-sainz-troppi-passi-falsi-i-tanti-problemi-di-affidabilita-hanno-una-causa-precisa https://www.formula1.it/admin/foto/villeneuve-sainz-troppi-passi-falsi-i-tanti-problemi-di-affidabilita-hanno-una-causa-precisa-10175-1.jpg
Ferrari: il motore di Leclerc ha raggiunto Maranello. Indagini avviate https://www.formula1.it/news/10174/1/ferrari-il-motore-di-leclerc-ha-raggiunto-maranello-indagini-avviate La domenica di Charles Leclerc è terminata in anticipo rispetto a quelli che erano i piani del pilota, della squadra e dei tifosi. Purtroppo un problema occorso alla power unit lo ha costretto al ritiro nel corso del 28° giro quando era in completa gestione della gara con un vantaggio di oltre 10'' sul pilota della Mercedes, George Russell.

Il monegasco, intervenuto in radio, nelle fasi concitate dell'episodio, aveva avvisato la squadra di un possibile guasto al turbo. I tecnici del Cavallino però non hanno confermato ancora tale versione, attendendo di smontare e controllare il propulsore alloggiato sulla F1-75 N.16 prima di dire qualsiasi cosa.

E' stato Charles il primo ad accorgersi del problema

Con l'appuntamento casalingo di Leclerc alle porte (GP di Monaco in programma il prossimo 27-29 maggio) i tempi sono particolarmente stretti, con il team principal della Ferrari, che raggiunto dai media accorsi in Spagna, dopo la gara ha rivelato prime sensazioni e imminenti piani della Scuderia attorno all'unità incriminata: "Abbiamo avuto un problema improvviso. Leclerc lo ha avvertito per primo e ce ne ha dato comunicazione via radio. Gli ingegneri lo hanno confermato dopo aver esaminato i dati".

Mattia Binotto, Ferrari, GP Spagna 2022

"Non abbiamo ancora una spiegazione" ha affermato il manager della Rossa secondo quanto riportato da 'RacingNews.com'. "Il propulsore sarà trasportato a Maranello nella notte. Lo smonteremo in mattinata", a questo punto, considerando che siamo pressoché all'ora di pranzo, gli uomini del Cavallino potrebbero anche aver iniziato i controlli.

Binotto esclude soluzioni estreme e di compromesso

Su possibili problemi derivanti da un estremizzazione del packaging sotto al cofano della F1-75, Binotto ha chiosato: "No. Abbiamo ottimizzato correttamente il pacchetto tenendo conto delle temperaure alla sorgente in termini di raffreddamento, configurazione e quant'altro. Come sempre, bisogna adattarsi, ma non siamo scesi troppo a compromessi".

Foto: Ferrari

]]>
Mon, 23 May 2022 13:00:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10174/1/ferrari-il-motore-di-leclerc-ha-raggiunto-maranello-indagini-avviate https://www.formula1.it/admin/foto/ferrari-10174-1.jpg
Villeneuve: «Tattiche Red Bull corrette, che mentalità. Quando ci sono problemi, Verstappen...» https://www.formula1.it/news/10172/1/villeneuve-tattiche-red-bull-corrette-che-mentalita-quando-ci-sono-problemi-verstappen Domenica da ricordare per la Red Bull al Gran Premio di Spagna. Grazie alla terza vittoria consecutiva centrata a Barcellona, Max Verstappen si è preso la testa della classifica piloti, staccando Charles Leclerc (ritirato) di sei lunghezze. Dietro di lui si è piazzato Sergio Perez, che ha dovuto cedere il passo all'olandese per decisione del team. In ogni caso, il messicano ha portato altri punti importanti alla squadra di Milton Keynes, nuova capolista della graduatoria costruttori a quota 195. Nonostante mostri ancora qualche piccolo problema di affidabilità, la RB18 si sta consacrando la migliore vettura in griglia. Il segnale lanciato al campionato è ormai chiaro ed evidente.

Ne ha parlato Jacques Villeneuve nel suo consueto editoriale per Formule1.nl. Di seguito l'analisi.

Villeneuve: "Strategia Red Bull corretta"

Ecco quanto scritto dal canadese:

"Max Verstappen parla sempre sotto forma di noi quando si tratta di problemi con la Red Bull, a differenza di altri che indicano la squadra con 'tu'. Tutti sanno che si esibisce al massimo e pretende lo stesso dal team. Non è bello sentirlo, ma dopo tutti questi anni sanno che Max ottiene il massimo dalla vettura che gli forniscono. Lo ha fatto ieri, è così. Dopo il ritiro a Melbourne sembrava difficile, ma la Red Bull è tornata in testa in entrambi i campionati e questo è dovuto alla mentalità di squadra. Lavorano molto duramente e se le cose vanno male, nessuno viene risparmiato".

Su Perez e sulla strategia Red Bull

"Ieri è rimasto molto deluso, ma le tattiche della Red Bull erano corrette. Sembra strano farsi da parte quando sei in testa. Ma aveva gomme più vecchie e Max era più veloce, lo aveva comunque preso. Perché lasciarli combattere danneggiando le gomme? Naturalmente Verstappen è davanti, è sopra di lui in campionato, è il numero 1 e il campione del mondo. Semplice".

]]>
Mon, 23 May 2022 12:30:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10172/1/villeneuve-tattiche-red-bull-corrette-che-mentalita-quando-ci-sono-problemi-verstappen https://www.formula1.it/admin/foto/villeneuve-10172-1.jpg
Albon furioso: «Non potevo andare più lento. 4 soste? Forse servivano 6». Poi la spiegazione https://www.formula1.it/news/10173/1/albon-furioso-non-potevo-andare-piu-lento-4-soste-forse-servivano-6-poi-la-spiegazione Alexander Albon si è reso l’assoluto protagonista di una strategia alquanto strana. Nonostante le quattro soste ha mostrato un ritmo lentissimo che lo ha portato a concludere il GP di Spagna in 18° posizione alle spalle di un Magnussen (Haas) limitato dalla scelta della Hard e condizionato dal contatto iniziale avuto con Hamilton.

Albon: "20 Km/h più lento degli altri in due curve"

Raggiunto dai media all’interno del ring delle interviste, il pilota della Williams non riusciva a capacitarsi del bassissimo livello prestazionale mostrato in gara. Così abbastanza su di giri, ha dichiarato: “Abbiamo fatto quattro soste, ma ne avrei potuto fare cinque o sei e probabilmente sarei stato più veloce. C'è stato un degrado incredibile. Penso di essere stato 20 km/h più lento di tutti gli altri alla curva tre e alla curva nove. In genere non andiamo così male. Penso che ci sia qualcosa da controllare e analizzare perché questo comportamento non è normale", avrebbe dichiarato secondo quanto riportato da ‘RaceFans.net’.

Stavo guidando il più lentamente possibile per cercare di tenere in vita le gomme, ma continuavano a perdere di performance”, ha proseguito. “Non ho mai potuto mostrare il mio vero ritmo. Già dopo meno di tre giri i tempi risultavano più lenti di tre secondi. Il degrado era elevatissimo. Ho perso tantissimi secondi così. È tutto davvero strano, concludeva davanti ai media.

Albon, Williams, GP Spagna 2022

Poi arriva la spiegazione

Di tutt’altro avviso poi le parole apparse più tardi alle colonne ufficiali della Williams, dove Albon afferma di aver trovato la causa all’origine dei problemi: Dopo la prima sosta ho subito dei danni al fondo che hanno avuto un forte impatto sulle prestazioni complessive della vettura”.

Le considerazioni di Latifi

Un po’ meglio è andata al compagno di box, Nicholas Latifi (16° all’arrivo), che nell’intervista rilasciata al proprio team ha riferito: “Abbiamo faticato con il ritmo, con il degrado gomme e con il caldo estremo. Detto questo, sono contento di come abbiamo gestito gli pneumatici ed è bello aver scelto una strategia aggressiva che ci ha permesso di spingere un po’ di più (S-M-S-S, qui i dettagli). Mi è piaciuto lottare con Kevin alla fine, soprattutto perché la Haas è molto più veloce di noi sulla carta. Anche se non stavamo battagliando per i punti, è comunque qualcosa di cui andare soddisfatti".

Foto: Twitter, Williams

]]>
Mon, 23 May 2022 11:55:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10173/1/albon-furioso-non-potevo-andare-piu-lento-4-soste-forse-servivano-6-poi-la-spiegazione https://www.formula1.it/admin/foto/albon-furioso-non-potevo-andare-piu-lento-4-soste-forse-servivano-6-poi-la-spiegazione-10173-1.jpg
F1 - Dove vedere il GP di Monaco in tv e streaming https://www.formula1.it/news/10171/1/f1-dove-vedere-il-gp-di-monaco-in-tv-e-streaming Archiviata la parentesi in Spagna, la Formula 1 tornerà subito in scena nel prossimo weekend (27-29 maggio) sul prestigioso palcoscenico Montecarlo per il Gran Premio di Monaco. Andiamo a vedere il programma nel dettaglio e a scoprire come sarà possibile seguire l'evento.

GP Monaco, il programma

Venerdì 27 maggio
Prove libere 1: ore 14:00
Prove libere 2: ore 17:00
Sabato 28 maggio
Prove libere 3: ore 13:00
Qualifiche: ore 16:00
Domenica 29 maggio
Gara: ore 15:00

Dove vedere l'evento in tv e streaming

L'intero weekend del GP di Monaco sarà trasmesso in diretta TV su Sky e in streaming su SkyGo: prove libere, qualifiche e gara, nel dettaglio, saranno visibili sui canali Sky Sport F1 HD e Sky Sport Uno. Ma anche TV8 trasmetterà in diretta e in chiaro sia le qualifiche che la gara. Ecco la programmazione:

Venerdì e sabato – Prove Libere
FP1 (venerdì 27 maggio, ore 14): diretta TV su Sky Sport F1 HD; streaming su SkyGo o Now TV
FP2 (venerdì 27 maggio, ore 17): diretta TV su Sky Sport F1 HD; streaming SkyGo o Now TV
FP3 (sabato 28 maggio, ore 13): diretta TV su Sky Sport F1 HD; streaming SkyGo o Now TV

Sabato – Qualifiche
Q1, Q2 e Q3 (sabato 28 maggio, ore 16): diretta TV su Sky Sport F1 HD e Sky Sport Uno; streaming SkyGo o Now TV; su TV8 in differita

Domenica – Gara
Gara (domenica 29 maggio, ore 15): diretta TV su Sky Sport F1 HD e Sky Sport Uno; streaming SkyGo o Now TV; su TV8 in differita

]]>
Mon, 23 May 2022 11:05:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10171/1/f1-dove-vedere-il-gp-di-monaco-in-tv-e-streaming https://www.formula1.it/admin/foto/f1-dove-vedere-il-gp-di-monaco-in-tv-e-streaming-10171-1.jpg
Marko sui problemi al DRS: «Colpa della riduzione di peso. Leclerc? Max avrebbe vinto comunque» https://www.formula1.it/news/10170/1/marko-sui-problemi-al-drs-colpa-della-riduzione-di-peso-leclerc-max-avrebbe-vinto-comunque Max Verstappen è riuscito a portare a casa la vittoria del GP di Spagna nonostante errori e problemi tecnici che sembravano poter compromettere drammaticamente la sua gara. Al testacoda commesso nei primi giri in Curva-4 (sbaglio che lo aveva spedito in quarta posizione) si è aggiunto infatti un malfunzionamento al sistema DRS che ha complicato non poco la risalita del campione del mondo in carica verso la prima posizione (qui i dettagli).

Correlazione tra riduzione di peso e problemi all'ala mobile

Problema che il consulente Red Bull afferma essere direttamente correlato agli aggiornamenti deliberati per andare a ridurre il peso della RB18: “Stiamo passeggiando sul filo del rasoio. Dieci chili in meno portavano circa 3 decimi e mezzo di guadagno a Barcellona. Purtroppo non potevamo prevedere però che potesse avere delle ripercussioni simili sul sistema DRS. Dopo le qualifiche pensavamo di aver risolto il problema, ma si è ripresentato anche in gara”, riporta ‘Motorsport-total.com’. A seguito degli aggiornamenti, alcune parti hanno perso di rigidità”.

Aggiornamenti solo a Verstappen

A questo punto è inevitabile farsi una domanda: perché le anomalie si sono verificate sull’auto di Verstappen e non anche su quella di Perez? La risposta è piuttosto semplice. Checo non era in possesso degli aggiornamenti: “Il ritmo di sviluppo è davvero molto elevato. In questa fase non possiamo permetterci di produrre abbastanza elementi per entrambe le vetture, ha chiosato Marko.

Helmut Marko, Red Bull, GP Spagna 2022

Tempistiche di risoluzione

I tempi di risoluzione del problema non sembrano però preoccupare il team, con il consulente austriaco sicuro che sarà tutto sistemato per Monaco:Sappiamo dove intervenire. Abbiamo ancora cinque giorni a disposizione prima di scendere in pista e ogni giorno è composto da 24h. Ce la dovremmo fare. Oltretutto, sul tracciato di Monte Carlo, avere due chili in più o in meno non farà un’enorme differenza, ha affermato accennando alla possibilità di tornare temporaneamente alle vecchie specifiche per evitare sorprese.

Battaglia Leclerc-Verstappen

Infine una chiosa finale sul GP. Leclerc sembrava in pieno controllo della gara quando ha subito il problema al motore che lo ha obbligato a ritirarsi nel corso del 28° passaggio. Il Dr. Marko però non ha dubbi. Senza il problema all’ala mobile, Max sarebbe riuscito comunque a batterlo: “Nelle fasi iniziali stavamo semplicemente gestendo il ritmo per tenere sotto controllo le temperature. Riceviamo costantemente informazioni sullo stato delle mescole della Ferrari ed erano in uno stato nettamente peggiore rispetto al nostro. Quindi, con DRS funzionante, crediamo che saremmo riusciti a superarlo, ha concluso.

Foto: Red Bull Racing

]]>
Mon, 23 May 2022 10:50:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10170/1/marko-sui-problemi-al-drs-colpa-della-riduzione-di-peso-leclerc-max-avrebbe-vinto-comunque https://www.formula1.it/admin/foto/marko-sui-problemi-al-drs-colpa-della-riduzione-di-peso-leclerc-max-avrebbe-vinto-comunque-10170-1.jpg
VIDEO - GP Spagna, gli highlights della gara https://www.formula1.it/news/10169/1/video-gp-spagna-gli-highlights-della-gara Max Verstappen vince la terza gara consecutiva dopo quelle ad Imola e Miami e vola per la prima volta in testa al Mondiale 2022. Quello in Spagna è stato un GP ricco di colpi di scena, tra cui il ritiro di Charles Leclerc, vittima di un problema alla power unit della sua F1-75 numero 16. Completano il podio l'altra Red Bull di Sergio Perez e la Mercedes di George Russell. Ancora un ottimo risultato per Valtteri Bottas, che ha centrato il sesto posto a bordo della sua Alfa Romeo. Entrambe a punti le Alpine, con Esteban Ocon in settima posizione e Fernando Alonso in nona. Grande rimonta dell'asturiano, partito dal fondo della griglia.

L'ORDINE D'ARRIVO COMPLETO DEL GP DI SPAGNA

Di seguito i momenti salienti della gara.

Gli highlights del Gran Premio di Spagna

]]>
Mon, 23 May 2022 10:45:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10169/1/video-gp-spagna-gli-highlights-della-gara https://www.formula1.it/admin/foto/video-gp-spagna-gli-highlights-della-gara-10169-1.jpg
UFFICIALE - Nessuna inchiesta, Alonso chiede scusa ai commissari https://www.formula1.it/news/10168/1/ufficiale-nessuna-inchiesta-alonso-chiede-scusa-ai-commissari Il pilota di Formula 1 Fernando Alonso ha rivelato di essersi scusato con i commissari sportivi della FIA e con il presidente Mohammed Ben Sulayem per le critiche mosse in seguito alla penalizzazione subita nel Gran Premio di Miami.

Venerdì scorso, Alonso ha dichiarato che la seconda delle due penalità ricevute a Miami è stata "molto ingiusta" e frutto di "incompetenza" da parte dei commissari.

Secondo quanto riportato dal sito The Race, i commenti di Alonso hanno provocato un'indagine non ufficiale, ma Alonso alal fine se l'è cavata senza un'indagine vera e propria e senza alcuna penalità, come quella che ad esempio ha ricevuto il boss della Red Bull Christian Horner per aver criticato la FIA e i commissari di gara durante il Gran Premio del Qatar dello scorso anno.

L'indagine è saltata probabilmente grazie all'incontro avvenuto venerdì pomeriggio tra Alonso ed il presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem.

Alonso, penalità GP Miami 2022

Alonso ha dichiarato che la conversazione è stata positiva, anche se sabato aveva ribadito di non essersi scusato e di non avere intenzione di farlo. Tuttavia, dopo essere partito dal fondo dello schieramento fino ad arrivare al nono posto nelal gara di casa di domenica, Alonso ha radicalmente cambiato attggiamento ed elogiato il nuovo sistema di valutazione della F1.

"Riflettendo su Miami e venerdì forse ora vedo le cose in modo diverso", ha detto Alonso dopo la gara, "hanno fatto il loro lavoro a Miami, noi vediamo le cose in modo diverso dalla macchina e dalla foga del momento. Abbiamo lavorato tutti insieme per migliorare lo spettacolo, per esempio oggi i tifosi hanno visto una gara super e noi siamo tutti qui per aiutare lo spettacolo. Ho molta fiducia in Mohammed per come ha gestito la FIA, per tutti i cambiamenti che sta facendo e per tutte le cose che vuole migliorare. Appoggio pienamente quello che sta facendo, stavamo parlando di Miami e in generale dell'anno come è stato, come ho detto sentendo loro, posso capire il loro punto di vista e vedo che posso fare le cose in modo diverso e migliore".

]]>
Mon, 23 May 2022 10:00:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10168/1/ufficiale-nessuna-inchiesta-alonso-chiede-scusa-ai-commissari https://www.formula1.it/admin/foto/alonso-chiede-scusa-ai-commissari-10168-1.jpg
GP Spagna 2022 - Analisi strategie: sorprende la Soft, Ferrari e Mercedes al top per gestione https://www.formula1.it/news/10166/1/gp-spagna-2022-analisi-strategie-sorprende-la-soft-ferrari-e-mercedes-al-top-per-gestione La gara sul circuito del Montmelò si è svolta secondo previsione. Temperature calde e alto degrado hanno contribuito a dare vita ad una corsa con un grande numero di soste: 53 per la precisione. Le strategie hanno giocato un ruolo importante e hanno contribuito a rendere il GP molto appassionante. Verstappen è riuscito a vincere nonostante l’errore iniziale in curva-4, Leclerc si è ritirato per un problema tecnico, mentre Hamilton e Alonso sono riusciti a salire in zona punti nonostante si trovassero nelle ultimissime posizioni all’inizio della gara. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto accaduto.

  • Analisi Pirelli

Max Verstappen (Red Bull) ha utilizzato una strategia a tre pit stop e, dalla seconda casella in griglia, ha ottenuto la vittoria della gara diventando anche il nuovo leader del campionato. Lo ha fatto alternando le Soft (con la quale ha preso il via) alle Medium, mescola con cui poi ha tagliato il traguardo. Il compagno di squadra Sergio Perez e George Russell (Mercedes), anche loro a podio, hanno entrambi utilizzato una differente strategia a tre soste: Soft-Medium-Medium-Soft.

Tutti i piloti hanno scelto di partire con le Soft ad eccezione di Lewis Hamilton (Mercedes), che ha optato per la Medium. Dopo essere scivolato in fondo al gruppo in seguito ad un contatto al primo giro, Lewis è risalito al quarto posto grazie a una strategia a tre soste, due se si esclude quella effettuata al primo giro.

Pirelli, GP Spagna 2022, strategie

Dati che permettono una maggior comprensione delle mescole (foto: Twitter, Pirelli)

Valtteri Bottas (Alfa Romeo), con il sesto posto, è stato il pilota che si è classificato meglio tra quelli ad essersi fermato due volte. Solo quattro piloti hanno optato per le due soste, effettuando tre diverse strategie. Le temperature asfalto e ambiente sono state le più alte dell'intero weekend, con un picco di 51 gradi centigradi in pista. Nonostante queste condizioni penalizzanti, i piloti hanno prediletto le mescole più morbide Soft e Medium.

Mario Isola: “La Soft è stata una rivelazione”

Le considerazioni del direttore motorsport della P Lunga: “Questo è stato sicuramente uno dei test più severi dell’anno per le nostre nuove specifiche di pneumatici. Il circuito stressa molto le gomme e con temperature che hanno superato anche i 50°C, i livelli di degrado generati sono stati davvero elevati. Le mescole hanno superato il test e il fatto che i piloti siano andati ad utilizzare i compound più morbidi tra quelli nominati non fa che sottolineare le impressionanti prestazioni ottenute”.

“La Soft è stata una rivelazione, quasi la totalità dei piloti l’ha scelta per la partenza ed ha continuato poi ad utilizzarla nelle successive fasi di gara. Abbiamo visto diverse strategie. La scelta di puntare su tre soste ha permesso ai conducenti di spingere al limite, cosa che ha aggiunto spettacolo ad una gara già estremamente combattuta grazie a queste nuove monoposto capaci di inseguirsi e facilitare le manovre di sorpasso. Congratulazioni alla Red Bull per la bella doppietta. Ora ci dirigiamo verso Monaco: il prossimo fine settimana assisteremo ad una sfida completamente diversa”, ha concluso Isola.

Pirelli, GP Spagna 2022, strategie

Tutte le strategie di gara (foto: Twitter, Pirelli)

  • Riepilogo strategie di gara

I tanti pit stop, 53 in totale, hanno dato origine a 9 diverse tattiche che andiamo di seguito presto a riassumere.

Le tre soste vanno per la maggiore

Soft-Medium-Soft-Medium

La gara è stata vinta da Verstappen, l’unico ad aver alternato le mescole più morbide, Soft e Medie, nei sui 4 stint di gara. Due i fattori che hanno portato Max a prediligere la via delle tre fermate: il primo, l’errore commesso in curva-4 nelle fasi iniziali del GP, episodio che ha condizionato pesantemente il suo stint sulle Soft; secondo, l’impossibilità di sorpassare Russell in pista a causa del malfunzionamento del DRS. L’olandese e il team pensano bene di ricorrere in una terza sosta trovando l’undercut sul pilota britannico della Mercedes.

Soft-Medium-Medium-Soft

Strategia molto competitiva, che permette a tutti i suoi utilizzatori di giungere subito alle spalle di Verstappen. Parliamo di Perez, Russell (entrambi arrivati a podio) e Sainz (4° al traguardo). Contrariamente ai piloti a podio, anche il conducente della Ferrari è stato costretto a prediligere una tattica a tre soste dopo l’errore commesso in curva-4 con due tornate d’anticipo rispetto a Verstappen.

La strategia avrebbe portato Sainz a chiudere in 5° posizione, ma per sua fortuna, un problema tecnico evidenziatosi sulla monoposto di Hamilton a pochi giri dalla fine non permetterà a Lewis di proseguire a spingere come vorrebbe e lo porterà a restituire la quarta posizione a Carlos a sole 2 tornate dal termine della gara.

Lap Chart GP Spagna 2022

Lap Chart - GP Spagna 2022 (foto: Twitter, F1)

Medium-Soft-Medium-Soft

Il sette volte campione del mondo della Mercedes è l’unico pilota ad avvalersi di questa strategia. Lewis scatta al via con gomma Media dalla sesta posizione. Un contatto con Magnussen però (colpevole il danese nell’occasione) causerà una foratura alla posteriore sinistra obbligandolo a costruire la sua gara dal fondo ripartendo con gomma Soft dal 19° piazzamento.

Hamilton, grazie ad un’impeccabile gestione della Soft nel corso del primo stint (assieme a Leclerc uno dei migliori nel riuscire ad estrarre performance da questo pneumatico per un così alto numero di giri: 21), riesce a mettersi su una tattica sostanzialmente a due soste che gli permetterà di risalire fino alla 4° posizione. L’inglese conclude 5° a causa di un problema di surriscaldamento che lo obbliga a dover rilasciare la posizione conquistata soltanto qualche giro prima al pilota della Ferrari, Carlos Sainz.

Soft-Medium-Soft-Soft

Di gran lunga la strategia più utilizzata. Tra quelle che vede coinvolte l’adozione di tre mescole Soft è certamente tra le migliori dal momento che permette a 4 dei suoi sei utilizzatori di trovare spazio all’interno della top-10. Ocon, Norris, Alonso, Tsunoda, Gasly e Latifi i piloti ad averla scelta. Menzione speciale per il due volte campione del mondo dell’Alpine che riesce a tagliare il traguardo in 9° posizione dopo esser scattato dal fondo dello schieramento (qui il motivo).

Soft-Soft-Medium-Soft

Soltanto Ricciardo e Stroll decidono di attuare questo tipo di strategia. Gare anonime le loro (anche se dobbiamo dire che Lance ha avuto un contatto sfortunato con Gasly, penalizzato il francese).

Doppia sosta

Anche se meno utilizzate, i due pit stop generano comunque 3 diversi tipi di tattiche di gara.

Soft-Media-Media

Scelta che permette a Bottas di giungere sesto a traguardo. Valtteri costruisce il suo risultato tutto nei primi due stint. Il terzo e ultimo run su gomma Media, risulta invece per lui molto lento. Il team lo avrebbe potuto mettere tranquillamente su una strategia a tre soste facendolo rientrare ai box dopo i sorpassi subiti da Sainz e Hamilton tra il 57° e il 58° giro. Il finlandese avrebbe potuto mantenere tranquillamente la sesta posizione e concludere la gara decisamente in modo più agevole. Probabilmente, la squadra ha deciso di lasciarlo fuori cercando di raccogliere dati importanti in termini di gestione gomme, o almeno è questo che mi piace pensare. Alla fine, quest’ultima scelta non ha avuto ripercussioni sulla posizione finale del pilota dell’Alfa Romeo.

Valtteri Bottas, Alfa Romeo, GP Spagna 2022

Valtteri Bottas, Alfa Romeo, GP Spagna 2022 (foto: Twitter, Alfa Romeo)

Soft-Soft-Media

Tattica scelta dall’ormai consolidata coppia di amici Vettel e Schumacher, entrambi purtroppo finiti fuori dalla zona punti. Nel caso di Mick forse, vista la breve durata degli stint su gomma Soft, effettuare una terza sosta non sarebbe stata un’idea malvagia. 35 giri sulle Medie gli hanno precluso ogni possibilità di poter centrare un ingresso in Top-10.

Soft-Medium-Hard

L’unico pilota a rendersi autore di una simile strategia, praticamente ad un solo stop è Magnussen, andato a sostituire la Soft dopo un solo giro a seguito del contatto avuto con Hamilton. La sua gara termina praticamente lì. Peccato, l’ottava era davvero un’ottima posizione da cui partire e cercare di costruire un buon risultato.

Quattro soste

Ebbene sì, c’è addirittura un pilota che ha fatto quattro pit stop. Alexander Albon (Williams) taglia il traguardo in 18° posizione mediante l’utilizzo della tattica Soft-Medium-Soft-Medium-Soft.

  • Gestione mescola Soft: Leclerc e Hamilton al top

Dopo la fine della gara, in Ferrari è iniziata una specie di corsa alla ricerca degli elementi positivi da trarre dal weekend, come se si volesse nascondere l’amarezza dovuta dall’aver perso la testa in entrambe le classifiche iridate. Binotto ne ha elencati molti nella sua intervista post gara (leggi qui), e tra questi si potrebbe aggiungere sicuramente la buona gestione gomme di cui si è reso protagonista Leclerc nel suo primo stint di gara con mescola Soft (fatto da lui invece evidenziato).

Charles Leclerc, GP Spagna 2022

Charles e Lewis sono stati sicuramente i piloti che hanno saputo estrarre un buon livello di performance dalla mescola più morbida per un così elevato numero di giri (21). Grazie a quel bellissimo stint e all’errore commesso da Verstappen, al momento del ritiro, Leclerc godeva di un vantaggio di circa 13,5’’ su Russell (secondo classificato) ed era in assoluto controllo della gara. Charles e Lewis avrebbero potuto concludere il GP su due soste senza i problemi. Un buon punto da dove ripartire a Monaco. Weekend dove comunque team e piloti saranno chiamati ad affrontare delle sfide molto diverse da quelle viste ieri.

Foto: Ferrari

]]>
Mon, 23 May 2022 09:15:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10166/1/gp-spagna-2022-analisi-strategie-sorprende-la-soft-ferrari-e-mercedes-al-top-per-gestione https://www.formula1.it/admin/foto/gp-spagna-2022-analisi-strategie-sorprende-la-soft-ferrari-e-mercedes-al-top-per-gestione-10166-1.jpg
Alfa Romeo - Meglio del previsto in Spagna, e ora si va a Monaco https://www.formula1.it/news/10165/1/alfa-romeo-meglio-del-previsto-in-spagna-e-ora-si-va-a-monaco L'Alfa Romeo F1 Team ORLEN ha disputato un'ottima gara a Barcellona, con Valtteri Bottas che ha disputato tutta la gara nelle posizioni più alte e ha concluso al sesto posto. La giornata non è stata però un pieno successo, poiché Zhou Guanyu è stato fermato da un problema tecnico mentre stava raggiungendo verso la top ten.

Gli otto punti portati a casa da Valtteri consolidano la quinta posizione del team nel campionato, mentre il distacco dalla McLaren, quarta, si riduce a 11 punti.


Frédéric Vasseur, Team Principal: "Abbiamo vissuto un'altra gara in cui abbiamo dimostrato quanto possiamo essere veloci, e portare a casa altri otto punti, finendo appena dietro i primi, è un risultato positivo. Possiamo essere soddisfatti della nostra prestazione, tanto più che non ci aspettavamo che Barcellona si adattasse troppo bene a noi, quindi possiamo essere fiduciosi di poter essere competitivi in ogni weekend di gara. Valtteri ha fatto una gara eccellente, senza sbagliare nulla e gestendo bene la sua vettura. Alla fine, non ha potuto impedire a Sainz e Hamilton, con gomme più fresche, di passarlo, ma ci prendiamo il sesto posto. Purtroppo non possiamo essere contenti del problema tecnico che ha fermato Zhou. Stava andando molto bene, risalendo le posizioni e arrivando alla top ten, quando la macchina lo ha deluso. Dobbiamo affrontare questi problemi e risolverli, perché abbiamo il potenziale per fare punti con entrambe le vetture in ogni gara".
 

Valtteri Bottas

Alfa Romeo F1 Team ORLEN C42 (telaio 03/Ferrari)
Risultato della gara: 6° posto
Giro più veloce: 1:26.395 (giro 36)
Pneumatici: Soft usati (14 giri) - Medium nuovi (20 giri) - Medium nuovi (32 giri)

"Oggi abbiamo ottenuto dei buoni punti e ci portiamo a casa un sacco di cose positive. Il nostro ritmo per tutta la gara è stato davvero forte ed è stato bello essere in lotta con i grandi team davanti a noi - questo dimostra i progressi che stiamo facendo e come gli aggiornamenti che abbiamo portato qui sembrano funzionare bene. Alla fine, abbiamo scelto di essere aggressivi e di rischiare con la strategia, optando per due soste quando tutti gli altri avevano optato per tre: non ha pagato, perché la durata degli pneumatici di mescola media è stata un po' più breve del previsto e abbiamo faticato alla fine, ma abbiamo comunque portato a casa un buon risultato. Ora non vedo l'ora di andare a Monaco, dove la nostra macchina dovrebbe essere molto buona".

 
Zhou Guanyu

Alfa Romeo F1 Team ORLEN C42 (telaio 04/Ferrari)
Risultato della gara: DNF
Giro più veloce: 1:28.415 (12° giro)
Pneumatici: New Soft (10 giri) - New Medium (18 giri - DNF)

"È deludente finire la gara prima del tempo per il secondo weekend consecutivo, soprattutto quando eravamo potenzialmente sulla strada per un buon risultato. Dobbiamo indagare più a fondo sul problema, sia per capire esattamente cosa è successo sia per evitare che si ripeta, visto che ci sta danneggiando molto. Fino al ritiro, stavo disputando una buona gara, lottando con i piloti di metà classifica davanti a me per entrare nella top ten. Speriamo in un risultato migliore a Monaco, sarà un weekend molto interessante".

]]>
Sun, 22 May 2022 19:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10165/1/alfa-romeo-meglio-del-previsto-in-spagna-e-ora-si-va-a-monaco https://www.formula1.it/admin/foto/alfa-romeo-meglio-del-previsto-in-spagna-e-ora-si-va-a-monaco-10165-1.jpg
Binotto: «Avevamo la vettura più veloce a Barcellona. I problemi capitano, li risolveremo» https://www.formula1.it/news/10164/1/binotto-avevamo-la-vettura-piu-veloce-a-barcellona-i-problemi-capitano-li-risolveremo Dopo un sabato di grandi aspettative, arriva una domenica del tutto da dimenticare per la Ferrari. La prima e la terza posizione di partenza si tramutano soltanto in un quarto posto ottenuto da un Carlos Sainz alle prese con degli evidenti problemi (da lui stesso confermati, leggi qui) nella guida della F1-75. La gara si conclude invece con un ritiro per Leclerc, un problema alla power unit che lo obbliga a rientrare ai box nel corso del 28° giro mentre era in testa in assoluto controllo della corsa. 

Il team principal sul problema che ha fermato Charles

"Si tratta di una giornata difficile per noi", riferisce Mattia Binotto ai microfoni di 'Sky Sport Uk'. "Ho ascoltato le parole di Charles e credo che si debba guardare comunque agli aspetti positivi. La stagione sarà molto lunga. Non possiamo dare colpe a nessuno. Non credo si tratti di un problema importante. Oggi è successo a noi, in passato è capitato ad altri. Va così".

"Abbiamo una macchina molto veloce, dobbiamo concentrarci su questo. Charles ha conquistato la pole e fino al ritiro era il più veloce in pista", ha proseguito a 'Sky Sport F1'. "Abbiamo realizzato una buona macchina, che stiamo sviluppando altrettanto bene. Avevo detto che avremo tirato le prime somme dopo sei gare e a Barcellona, problema a parte, su un circuito significativo per le performance, la nostra era la vettura più veloce del lotto".

Leclerc, Ferrari, GP Spagna 2022

"Peccato per il problema di affidabilità, ma sono fiero ed orgoglioso del lavoro svolto dai ragazzi. Il motore ha fatto un salto prestazionale enorme quest’anno. I problemi capitano, cercheremo di risolverli assieme", ha chiosato sull'argomento.

Prestazioni

Sono contento del ritmo mostrato in gara. Dopo le ultime gare, dove abbiamo faticato, oggi devo ammettere che era ottimo. In condizioni difficili, su un tracciato che mette a dura prova le gomme a livello di usura e stress. Nel 2020 eravamo 1,5 secondi dietro, l’anno scorso otto decimi. Quest’anno abbiamo fatto la pole e l’usura sull’anteriore era inferiore a quella degli altri", ha detto ricordando i progressi del team.

"Charles stava gestondo l'andatura: non aveva alcun bisogno di spingere e aveva un buon margine. Dobbiamo guardare a questo ed essere ottimisti. Poter contare su un pacchetto complessivamente buono è una cosa importante” ha affermato il manager del box Ferrari.

Ferrari, GP Spagna 2022

Rapporti di forza e 'pronostici'

"Non so se ce la giocheremo fino all'ultima gara. Sicuramente vivremo delle grandi battaglie nelle prossime gare. L'ago della bilancia saranno gli sviluppi. La nostra base è buona, e lo sono stati anche gli aggiornamenti portati qui. Continueremo a lavorare", rassicura Binotto.

Immancabile una chiosa sulla Mercedes: "Averla più vicina fa si che in alcune gare possa togliere punti ad alcuni. Oggi Russell ne toglie a noi, ma finiscono 30 secondi dietro prima dell’ultimo giro. Se Charles fosse stato li Russell sarebbe stato 40-45 secondi dietro. Sono 7 decimi a giro, a Barcellona. Si sono avvicinati ma in una pista da 1:15, 1:20 sono sempre 7 decimi e mezzo alle nostre spalle. Sono migliorati e in circostanze come quelle di oggi toglieranno punti."

Sul momento di difficoltà di Sainz...

"Credo che non non ci sia bisogno di farne un caso. Charles sta guidando davvero in modo impeccabile, divino. Riesce a gestire bene il sovrasterzo che non è sempre facile. Carlos preferisce più sottosterzo, ma ci arriverà. Questa è la macchina, ma stiamo comunque parlando di recuperare due-tre decimi" ha affermato.

Su Monte Carlo: "Bene che Monaco sia la prossima settimana. Siamo a casa di Charles, ci tiene molto lui, così come ci teniamo molto noi. Vogliamo un bel risultato per tenere vivo il campionato“.

Foto: Ferrari

]]>
Sun, 22 May 2022 19:35:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10164/1/binotto-avevamo-la-vettura-piu-veloce-a-barcellona-i-problemi-capitano-li-risolveremo https://www.formula1.it/admin/foto/binotto-10164-1.jpg
GP Spagna 2022 - Il paradosso rosso https://www.formula1.it/news/10160/1/gp-spagna-2022-il-paradosso-rosso Ci siamo divertiti, questo è certo; nonostante lo sgretolarsi degli umori, da Ferraristi, quando il turbo di Leclerc ha cambiato “voce”. 

Cosa ricorderemo del GP di Spagna 2022?

Prima finestra di commento su Charles: il dieci in pagella non può toglierglielo il crollo della Power Unit. Perfetto in prova, a maggior ragione dopo la carambola; fantasmagorico in partenza, con la gestione conseguente della leadership, per tattica e lucidità. Potrà sembrare un paradosso, ma a parte la rottura del motore, ovviamente da indagare, è stato un fine settimana in cui la Rossa ha dimostrato la forza del team, soprattutto perché un lavoro alacre e intensissimo è intervenuto in poche ore a ottimizzare il passo gara e a ridimensionare il problema dell’usura degli pneumatici. Lo dimostra la condotta di gara di Sainz, forse limitato dall’ansia di voler strafare davanti al suo pubblico. 

Altra casella da occupare, quella per i complimenti alla lucidità di Max Verstappen, perché se la fortuna lo ha agevolato togliendo di mezzo Leclerc, è pur vero che lui ha dovuto fronteggiare le difficoltà di una monoposto nervosa, all’inizio; di un’uscita di strada; di un DRS non funzionante. Ha saputo attraversare più di una criticità. Il Verstappen di un tempo non avrebbe esercitato la stessa pazienza. 

Complimenti alla Mercedes, anche come spettatori: i progressi evidenti dal punto di vista dell’efficacia aerodinamica e del bilanciamento della W13 inseriscono una variante potenzialmente molto spettacolare, di gran premio in gran premio, all’interno della bagarre per il mondiale. Per quanto riguarda i suoi piloti, torna a far sentire il proprio ruggito Lewis Hamilton, che dopo le prime tornate ha saputo ricostruire prima il proprio umore, poi la propria gara, che senza i problemi di carburante avrebbe potuto forse avvicinarlo alla lotta per il podio. George Russell, non da oggi e non dall’inizio di questa stagione, è semplicemente un fuoriclasse, un “manico” autentico e, per come sa interpretare la macchina, d’altri tempi.

Menzioni di merito

Due menzioni di merito, oggi: Lando Norris, che è stato protagonista di un exploit straordinario avendo dovuto pilotare la McLaren convivendo con i fastidi causati agli occhi e al naso da una pregiudicante allergia. Poi, Sergio Perez, classe ed eleganza - anche nelle risposte ai media - sacrificate sull’altare del gioco di squadra

Ci vediamo a Monaco.

Foto Twitter Ferrari

]]>
Sun, 22 May 2022 18:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10160/1/gp-spagna-2022-il-paradosso-rosso https://www.formula1.it/admin/foto/gp-spagna-2022-il-paradosso-rosso-10160-1.jpg
Nessun aspetto positivo per Sainz: «Sto faticando, si vede chiaramente anche dall'esterno» https://www.formula1.it/news/10163/1/nessun-aspetto-positivo-per-sainz-sto-faticando-si-vede-chiaramente-anche-dall-esterno Gara da dimenticare per Sainz. Una partenza non perfetta gli fa perdere due posizioni su Russell e Perez, poi un errore in curva-4, un testacoda dovuto ad una raffica di vento, lo porterà a cercare di rimontare dall'undicesima posizione. Il quarto piazzamento non è il massimo, ma comunque permette allo spagnolo di raccogliere dei buoni punti.

Le considerazioni di Sainz

Carlos non cerca scuse: “Partenza difficile, ho sbagliato la procedura. Stavo provando a recuperare quando una raffica di vento mi ha fatto perdere il controllo in curva-4. Sono andato in testacoda e successivamente anche in ghiaia. Questo ha comportato dei problemi al fondo e la vettura non è stata più la stessa. Non riuscivo a spingere nelle curve veloci. Il quarto posto non era quello che volevamo, ma almeno sono riuscito ad ottenere dei buoni punti".

A differenza di Charles Leclerc (qui le sue dichiarazioni), Sainz non è riuscito a trovare aspetti positivi in questa giornata. Il motivo lo ha spiegato ai microfoni di 'Sky Sport F1': "Per me è difficile trovarne, non è come per Charles. Sto facendo fatica a guidare questa vettura, si vede chiaramente anche dall'esterno. Gli aggiornamenti stanno funzionando bene, la macchina è veloce, ma non sono a mio agio con questo bilanciamento. Non è quello che voglio per lo stile di guida che ho. Per questo non riesco a mostrare delle performance a livello di quelle dello scorso anno".

Sainz, GP Spagna 2022

"Ci sto lavorando assieme alla squadra e ai miei ingegneri", ha detto prima di concludere sulla gara di Leclerc. "Peccato per Charles. Poteva vincere e allungare in campionato, ma alle volte va così. Alla Red Bull è capitato nelle prime gare e oggi è successo a noi. Andrà così per tutto il resto dell'anno".

Foto: Ferrari, Twitter, F1

]]>
Sun, 22 May 2022 18:30:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10163/1/nessun-aspetto-positivo-per-sainz-sto-faticando-si-vede-chiaramente-anche-dall-esterno https://www.formula1.it/admin/foto/nessun-aspetto-positivo-per-sainz-sto-faticando-si-vede-chiaramente-anche-dall-esterno-10163-1.jpg
Wolff: «Possiamo tornare in lotta per il campionato, non ci sarà una W13 B» https://www.formula1.it/news/10162/1/wolff-possiamo-tornare-in-lotta-per-il-campionato-non-ci-sara-una-w13-b Toto Wolff, team principal della Mercedes, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine del GP di Spagna commentando il terzo posto di George Russell e il quinto di Lewis Hamilton.

Wolff felice per il risultato nel GP di Spagna

mercedes gp spagna

"Sono felice del podio e del quinto posto perchè la velocità della macchina oggi era buona e Lewis senza i problemi al via poteva lottare per la vittoria, era il più veloce di tutti in gara. Mi è piaciuta molto anche la battaglia tra George e Max, è per quello che andiamo avanti. Lewis voleva ritirarsi? Come pilota, quando vedi che la gara è persa è difficile rimanere concentrato, ma è un momento di emozionalità, dopo abbiamo visto che andava forte, molto veloce, e ci servivano i dati del confronto tra George e lui per lo sviluppo della macchina. Lui è super".

Su Russell

"Lui va molto forte. È bello guardare come difende la posizione con una macchina molto più lenta, è molto bravo. Lewis e George hanno un rapporto fantastico, qualcosa che non ho mai visto tra due compagni di squadra, perchè loro fanno insieme anche lo sviluppo della macchina, che avviene non solo tramite l'interazione tra gli ingegneri e i piloti, ma anche tra i piloti, e questo è tanto importante per noi".

Sulla W13

"Le regole saranno le stesse nella prossima stagione e per quello non abbiamo pensato a una macchina B. Era importante capire dove sono sono i problemi e dopo l'ultima gara, dopo i test, adesso è molto più chiaro per noi dove dobbiamo fare gli sviluppi e quindi rimaniamo con questo concept".

Sulla lotta per il campionato:

"Mercedes può rientrare nella lotta per il Campionato? Se saremo più veloci in qualifica possiamo vincere, se Ferrari e Red Bull avranno problemi possiamo lottare per il Campionato. Ci credo assolutamente."

Sulle parole scambiate con Binotto a inizio gara, scherzando: "Abbiamo parlato del budget cap e del tempo".

]]>
Sun, 22 May 2022 18:20:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10162/1/wolff-possiamo-tornare-in-lotta-per-il-campionato-non-ci-sara-una-w13-b https://www.formula1.it/admin/foto/wolff-possiamo-tornare-in-lotta-per-il-campionato-non-ci-sara-una-w13-b-10162-2.jpg
Russell: «Dedico il podio alla squadra, è stata una gara di sopravvivenza» https://www.formula1.it/news/10161/1/russell-dedico-il-podio-alla-squadra-e-stata-una-gara-di-sopravvivenza George Russell ha dedicato il suo podio alla Mercedes dopo che il team ha mostrato i suoi chiari progressi al Gran Premio di Spagna. Lui e Lewis Hamilton sono riusciti a terminare la gara al terzo e quinto posto, nonostante il sette volte campione del mondo abbia subito una foratura al primo giro che lo ha lasciato in fondo al campo. Russell è andato ruota a ruota con le Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez prima di tagliare il traguardo alle loro spalle per il suo terzo podio in carriera.

La Mercedes sorride tutta ma la gara non è stata senza problemi

russell mercedes

Quando gli è stato chiesto se la Mercedes, sollevata dai nuovi aggiornamenti, fosse ora di nuovo in lotta, Russell ha detto: "Mi piacerebbe dirlo, ma oggi è stata molto dura. Ho dato tutto quello che potevo per tenere a bada Max, ma ha fatto un lavoro straordinario. Sono così orgoglioso di essere qui, perché i ragazzi hanno lavorato così duramente, quindi questo è per i ragazzi di Brackley e Brixworth". Dopo l'improvviso ritiro di Charles Leclerc quando era in testa alla gara, la Mercedes era in corsa per un terzo e quarto posto prima che ai loro piloti fosse chiesto di "rallentare" durante gli ultimi giri. Ciò ha permesso a Carlos Sainz di superare Hamilton al quarto posto nell'ultimo giro. Ma il team è stato lieto di segnare 25 punti in classifica costruttori. "Quando avevo le Red Bull negli specchietti, tutto quello che stavo facendo era il massimo per tenerle dietro", ha continuato Russell. "Sono solo contento di poter portare a casa il podio. Per noi sono molti punti in classifica. Complimenti a Max, ha fatto un ottimo lavoro. E' stato molto difficile negli ultimi giri. È stata una gara di sopravvivenza".

]]>
Sun, 22 May 2022 18:00:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10161/1/russell-dedico-il-podio-alla-squadra-e-stata-una-gara-di-sopravvivenza https://www.formula1.it/admin/foto/russell-dedico-il-podio-alla-squadra-e-stata-una-gara-di-sopravvivenza-10161-1.jpg
Verstappen: «Ecco come ho superato il problema del DRS. Felice per Perez» https://www.formula1.it/news/10159/1/verstappen-ecco-come-ho-superato-il-problema-del-drs-felice-per-perez Max Verstappen ha rilasciato alcune dichiarazioni commentando la vittoria del Gran Premio di Spagna con la sua Red Bull e spiegando come ha superato i problemi con il suo DRS. L'olandese non ha avuto un inizio di gara facile, essendo scivolato nella ghiaia alla curva 4 nelle prime fasi di gara. Nei giri successivi, Verstappen ha quindi dovuto affrontare problemi con il DRS, che sembrava aprirsi sd intermittenza. Ciò ha reso la sua battaglia con George Russell più impegnativa. Riflettendo su questo dopo la gara, Verstappen ha ammesso che era stato difficile da gestire.

Verstappen ha cercato di "rimanere concentrato" durante i problemi di DRS

verstappen red bull gp spagna

"Sono andato via", ha detto Verstappen a Sky Sports F1. "Di certo ho avuto molto vento in poppa, quindi ho perso il posteriore e sono andato via. Poi ero dietro Russell e ho provato a passare, ma il mio DRS non funzionava sempre. Ciò ha reso tutto molto difficile, ma siamo riusciti a usare la nostra strategia per andare di nuovo avanti e fare la nostra gara, e alla fine vincerla". Dunqueè finita bene per Verstappen e il compagno di squadra Sergio Perez, i quali hanno ottenuto una doppietta per la Red Bull, con l'olandese che ha reso omaggio al ruolo svolto da Perez. "È stato un inizio difficile, ma una buona fine. Ho cercato di rimanere concentrato. Certo che non è bello quando accadono cose del genere. Alla fine, ovviamente, sono molto felice per la vittoria, e sono anche molto felice per Checo. E' stato un grande risultato per la squadra".

]]>
Sun, 22 May 2022 17:30:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10159/1/verstappen-ecco-come-ho-superato-il-problema-del-drs-felice-per-perez https://www.formula1.it/admin/foto/verstappen-ecco-come-ho-superato-il-problema-del-drs-felice-per-perez-10159-1.jpg
Leclerc sul ritiro: «Fa male, ma il campionato è lungo. Resto fiducioso» https://www.formula1.it/news/10158/1/leclerc-sul-ritiro-fa-male-ma-il-campionato-e-lungo-resto-fiducioso Grande delusione all'interno del box della Ferrari N.16. Partito dalla pole position, Leclerc, nel corso del 28° giro dei 66 previsti, si vede costretto al ritiro da un problema occorso alla propria power unit. Perdita di potenza con la vettura che deve essere portata ai box. Davveo un grande peccato considerando che Charles si trovava saldamente in prima posizione con il rivale della Red BullVerstappen sceso addirittura in quarta alle spalle di Russell e Perez a causa di un errore commesso in Curva-4. 

Sarebbe potuta essere una vittoria favile facile, ma la Formula1 è uno sport in cui è molto presente il lato ingegneristico delle monoposto e oggi a pesare in modo drammatico è l'affidabilità della power unit Ferrari.

Le prime considerazioni di Leclerc

Il team aveva fatto un lavoro straordinario quest'anno, nelle prime gare, in termini di affidabilità" ha afferamto Leclerc ai microfoni di 'Sky Sport F1'. "Sicuramente è un ritiro che fa male, dal momento che eravamo primi e in completa gestione della gara. Il campionato però è lungo e dobbiamo guardare agli aspetti positivi del weekend: la performance in qualifica, in gara e soprattutto il feeling in termini di gestione delle gomme che era molto buono oggi."

Ritiro Leclerc, Ferrari, GP Spagna 2022

"Quest'ultimo per me è l'aspetto fondamentale", ha detto concludendo riferendosi alla gestione gomme. "Nelle ultime due gare non avevo avuto delle buone sensazioni sotto questo punto di vista. Ho molta fiducia nelle prossime gare, fa male, ma guardiamo avanti."

Foto: Ferrari, Twitter, F1

]]>
Sun, 22 May 2022 17:25:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10158/1/leclerc-sul-ritiro-fa-male-ma-il-campionato-e-lungo-resto-fiducioso https://www.formula1.it/admin/foto/leclerc-10158-1.jpg
GP Spagna 2022 - Verstappen vince una gara piena di colpi di scena https://www.formula1.it/news/10157/1/gp-spagna-2022-verstappen-vince-una-gara-piena-di-colpi-di-scena Il Gran Premio di Spagna inizia con temperatura dell'asfalto che supera i 50 gradi, eppure tutti i piloti per la partenza in griglia scelgono gomme rosse morbide, ad eccezione di Lewis Hamilton che sceglie le gialle medie.

Al via parte bene Charles Leclerc, così come Max Verstappen tanto che il pilota Ferrari deve difendersi alla prima curva. Parte male invece Caros Sainz, e non è la prima volta in questa stagione, perdendo due posizioni ai danni di Russell e Perez. Il pilota spagnolo ha anticipato leggermente la partenza, per poi fermarsi e ripartire, perdendo quindi decimi importanti. A causa della brutta partenza di Sainz si forma subito un gruppetto ravvicinato con Hamilton e Magnussen che arrivano anche al contatto, foratura per il pilota Mercedes e fuori pista per quello Haas. Gara rovinata per entrambi, tanto che Lewis chiede via radio se non sia il caso di ritirarsi per salvaguardare una Power Unit, pensando forse che qui sia impossibile impostare una rimonta che lo possa portare in zona punti, vedremo che invece sarà autore di una gara davvero incredibile.

Al settimo giro le immagini staccano su una Ferrari che viaggia sulla sabbia, è quella di Sainz che perde la sua monoposto in curva 4 andando in testacoda. Il pilota spagnolo riesce comunque a riguadagnare la pista, ma in P11.

Passano appena due giri e la situzione si ripete in modo quasi identico, ma questa volta è la Red Bull di Verstappen a finire nella ghiaia in curva 4. Forse è il vento ad aver causato entrambi i fuori pista. Verstappen era a circa due secondi da Leclerc, rientra in pista in P4 con un ritardo di quasi 11.

Alle spalle di un bravissimo Russell si trovano quindi entrambe le Red Bull, con il pilota Mercedes bravissimo a difendersi dagli attacchi di Perez e poi di Verstappen che passa il compagno.

Verstappen e Russell sono i primi del gruppo di testa a fermarsi per il cambio gomme e rientrano in pista alle spalle di Perez in P3 e P4. Il pilota Red Bull prova subito l'attacco su Russell, ma accusa un problema intermittente al DRS (di cui si lamenta duramente via radio) e Russell è anche bravissimo a difendersi dall'attacco in curva 1.

Leclerc intanto non sembra accusare grandi problemi con le gomme ed allunga il suo stint il più possibile fino al giro 22, rientrando in pista ancora in prima posizione con un buon margine su Russell.

Dietro i primi 4, troviamo un bravissimo Bottas su Alfa Romeo, seguito da Esteban Ocon su Alpine. Alle spalle dei due arriva velocemente la Ferrari di Carlos Sainz.

Al giro 24 la lotta tra Russell e Verstappen si accende in modo emozionante, con il pilota Red Bull che supera la Mercedes in curva 1 ma subisce il contro sorpasso da parte di Russell all'esterno di curva 2. Una grandissima gara quella del pilota inglese con una Mercedes sicuramente non all'altezza della Red Bull, riesce a difendersi come un leone, anche grazie al problema al DRS di Verstappen, tanto che Perez chiede di passare il compagno.

Il colpo di scena più grande del GP arriva al giro 28. Improvvisamente la Ferrari di Leclerc rallenta e viene richiamato ai box. Problemi al turbo della Ferrari e ritiro inatteso e brutale per Charles Leclerc, che stava agevolmente dominando la gara.

Icredibilmente in testa al GP troviamo quindi George Russell, anche se la Red Bull richiama Verstappen ai box e cambiare quindi strategia e lasciando quindi spazio a Perez che senza problemi di DRS riesce velocemente a passare la Mercedes ed a portarsi in testa.

A metà gara dopo la seconda sosta ai box, le posizioni si ristabiliscono con Verstappen in testa e alle sue spalle Perez, Russell, Bottas, Sainz e Hamilton, ma sembra evidente che tutti effettueranno almeno un'altra sosta.

La gara scorre via in attesa quindi delle soste e di eventuali strategie differenti, ma non ci saranno ulteriori sorprese, almeno fino agli ultimi due giri quando Hamilton, che si trovava in P4 dopo aver superato anche la Ferrari di Sainz, viene avvisato via radio che deve alzare il piede perchè rischia di non arrivare al traguardo per problemi di temperatura dovuti ad una perdita al sistema di raffreddamenteo. Sainz ne approfitta e si riprende la P4 ma paga l'errore al via e l'uscita di pista nei primi giri. 

La Red Bull piazza una doppietta che vale la testa in entrambe le classifiche, con Verstappen davanti a Perez. Sul podio li accompagna un bravissimo Russell, davvero perfetto oggi. Quarto Sainz e quinto Lewis Hamilton che senza l'incidente al via ed il problema di carburante alla fine avrebbe puntato tranquillamente il podio, su una Mercedes ufficialmente rinata. Chiudono la zona punti Bottas, Ocon, Norris, Alonso e Tsunoda.

Ancora fuori dai punti, per poco, Sebastian Vettel e Mick Schumacher.

Gara davvero anonima per Daniel Ricciardo, solo P13 per lui sempre più in crisi e ormai quasi fuori dal progetto McLaren.

 

]]>
Sun, 22 May 2022 16:45:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10157/1/gp-spagna-2022-verstappen-vince-una-gara-piena-di-colpi-di-scena https://www.formula1.it/admin/foto/gp-spagna-2022-perez-vince-una-gara-piena-di-colpi-di-scena-10157-1.jpg
LIVE - GP Spagna 2022 https://www.formula1.it/news/10156/1/live-gp-spagna-2022 Segui la diretta del Gran Premio di Spagna 2022. Cronaca in tempo reale, statistiche, e immagini dal circuito.

Clicca qui per accedere al Live del Gran Premio di Spagna 2022

]]>
Sun, 22 May 2022 13:24:49 +0000 https://www.formula1.it/news/10156/1/live-gp-spagna-2022 https://www.formula1.it/admin/foto/live-gp-spagna-2022-10156-1.jpg
Ufficiale - Alonso partirà dal fondo dello schieramento in Spagna https://www.formula1.it/news/10155/1/ufficiale-alonso-partira-dal-fondo-dello-schieramento-in-spagna Non è il weekend che il campione spagnolo si aspettava. Dopo i problemi di ieri arriva anche la notizia che Alonso dovrà partire dall’ultima posizione in griglia a causa della sostituzione della Power Unit sulla sua Alpine.

Alonso ha avuto problemi con il traffico e con la tempistica del suo ultimo giro nella fase iniziale delle qualifiche di sabato a Barcellona, che lo ha portato a chiudere con un misero 17° posto e a uscire dalla Q1.

In vista della gara, il delegato tecnico della FIA Jo Bauer ha confermato che Alpine ha scelto di dotare la vettura di Alonso di una nuova serie completa di elementi della power unit, facendogli superare il limite stagionale già alla sesta gara.

Di conseguenza, è scattata una penalità che comporta che Alonso partirà dal fondo della griglia nella sua gara di casa in Spagna.

Per la power unit di Alonso verrà utilizzato un quarto motore ICE, un turbocompressore, una MGU-H e una MGU-K, superando il limite stagionale di tre. Anche il terzo accumulatore di energia e l'elettronica di controllo superano il limite di due parti consentito per una stagione.

Fernando Alonso, penalità GP Spagna 2022

La penalizzazione di Alonso fa salire Lance Stroll, Alex Albon e Nicholas Latifi di una posizione ciascuno.

Anche prima del cambio di motore, Alonso credeva che solo una "fantastica safety car" gli avrebbe permesso di progredire dopo essersi arenato al 17° posto durante una frustrante sessione di qualifiche.

"Penso che non si possa fare molto. Questa è Barcellona, non ci sono molti sorpassi, le gomme si degradano molto quando si corre dietro alle macchine. Quindi vediamo. Nelle ultime due gare chi partiva dietro è stato molto fortunato e ha conquistato punti. Domani sarò uno di quelli. Quindi, se mi capiterà una di quelle fantastiche safety car al momento giusto, forse sarò fortunato e prenderò un paio di punti, ma ne dubito. Credo che sarà una gara difficile".

Articolo originale su autosport.com

]]>
Sun, 22 May 2022 12:55:45 +0000 https://www.formula1.it/news/10155/1/ufficiale-alonso-partira-dal-fondo-dello-schieramento-in-spagna https://www.formula1.it/admin/foto/ufficiale-alonso-partira-dal-fondo-dello-schieramento-in-spagna-10155-1.jpg
Sainz ci crede: «Voglio andare subito in testa, attaccherò alla partenza» https://www.formula1.it/news/10154/1/sainz-ci-crede-voglio-andare-subito-in-testa-attacchero-alla-partenza Carlos Sainz non perde la speranza. Nonostante in qualifica non sia riuscito a tenere il ritmo imposto dal compagno Charles Leclerc e dal rivale della Red Bull, Max Verstappen, il padrone di casa afferma di credere ancora nella vittoria.

Sainz vuole vincere

"Quei due hanno mostrato davvero un ottimo ritmo in questi giorni, ma credo di avere delle chance", ha riferito Sainz secondo quanto riportato dalla testata spagnola ‘Marca’. “Tutto sarà possibile in gara, ci sono 66 giri da effettuare e anche se non sarà facile sorpassare io farò tutto il possibile per conquistare la testa della gara alla partenza”.

Il nativo di Madrid si è procurato una buona opportunità conquistando la terza posizione in griglia. L’unica nota stonata è il gap rimediato dai piloti davanti. Leclerc, nonostante abbia avuto un solo tentativo in Q3, è riuscito a mettere tra sé e lo spagnolo ben 416 millesimi, mentre Verstappen, a cui è mancato l’ultimo tentativo a causa di un problema relativo all’apertura del DRS (leggi qui), risulta davanti per 93 millesimi.

Sainz, GP Spagna 2022, Ferrari

"Tutto sommato, la terza è la miglior posizione da cui sia mai partito qui in Spagna”, afferma Carlos prima di concludere il proprio pensiero. “Credo di aver fatto un giro abbastanza decente. Abbiamo modificato il setup della vettura di sessione in sessione. Il comportamento è migliorato e ora dobbiamo soltanto effettuare una grande partenza. Il caldo renderà la gara molto difficile per tutti”.

Foto: Ferrari

]]>
Sun, 22 May 2022 11:30:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10154/1/sainz-ci-crede-voglio-andare-subito-in-testa-attacchero-alla-partenza https://www.formula1.it/admin/foto/sainz-ci-crede-voglio-andare-subito-in-testa-attacchero-in-partenza-10154-1.jpg
Leclerc, continuano i dubbi sul passo gara: «Siamo migliorati, ma non abbiamo riferimenti» https://www.formula1.it/news/10153/1/leclerc-continuano-i-dubbi-sul-passo-gara-siamo-migliorati-ma-non-abbiamo-riferimenti Dopo un venerdì in cui la Ferrari ha palesato delle difficoltà nella gestione del degrado delle mescole Medie nel corso del long run condotto da Leclerc nella sessione pomeridiana, durante le FP3 è andata ad effettuare un altro stint in configurazione gara per valutare il comportamento della vettura con le Soft.

Il ritmo mostrato ieri è stato senz’altro migliore (qui i tempi mostrati nelle PL3), anche più competitivo di quello mostrato da Perez nella giornata di venerdì a parità di mescola. Ovviamente restano però dei dubbi. Non solo legati ai differenti carichi di carburante tra le vetture, ma anche e soprattutto a quella che sarà la gestione degli pneumatici da parte della Ferrari.

I dubbi di Leclerc

Perché? La spiegazione ce la fornisce direttamente il poleman Charles Leclerc, che al termine delle qualifiche, parlando ai microfoni di ‘Sky Sport F1’ ha dichiarato: “Abbiamo sfruttato le FP3 per effettuare degli altri long run. Le cose sono andate meglio rispetto a ieri. Purtroppo però nessun’altro oltre a noi ha girato con alto carico di carburante e questo non ci permette di avere altri riferimenti” gli unici derivano infatti dal passo gara mostrato dai piloti al venerdì (qui il dettaglio).

GP Spagna 2022, Charles Leclerc

Se quanto fatto sarà abbastanza da permetterci di lottare con Max e Checo non lo so, ha proseguito il monegasco della Ferrari. “Quello che posso dire è che il feeling era migliore, quindi resto positivo. In qualifica siamo riusciti anche a risparmiare un treno di Soft nuove, spero possa tornarci utile in gara”.

L’altro dubbio potrebbe essere legato al comportamento della mescola Media. Al venerdì infatti, già Sainz aveva mostrato un buon ritmo sul compound Soft. Le preoccupazioni maggiori derivavano dal compound giallo, specifica su cui il team non ha potuto ulteriormente lavorare nel corso delle FP3 per preservarne due set per la gara odierna.

Foto: Ferrari

]]>
Sun, 22 May 2022 10:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10153/1/leclerc-continuano-i-dubbi-sul-passo-gara-siamo-migliorati-ma-non-abbiamo-riferimenti https://www.formula1.it/admin/foto/leclerc-continuano-i-dubbi-sul-passo-gara-feeling-migliorato-ma-non-abbiamo-riferimenti-10153-1.jpg
Alfa Romeo - Buone qualifiche in Spagna, e in gara potrebbe fare meglio https://www.formula1.it/news/10150/1/alfa-romeo-buone-qualifiche-in-spagna-e-in-gara-potrebbe-fare-meglio L'Alfa Romeo F1 Team ORLEN partirà tra i primi dieci nel Gran Premio di Spagna, grazie al settimo posto ottenuto da Valtteri Bottas nella sessione di qualifiche. Il suo compagno di squadra, Zhou Guanyu, non è andato oltre la Q2 e partirà in P15.

Il risultato odierno segna la migliore prestazione nelle qualifiche di Barcellona per il team, in tutte le sue edizioni, dal 2012, quando Sergio Perez si piazzò quinto in griglia.
 

Frédéric Vasseur, Team Principal: "La squadra si è ripresa alla grande da un venerdì difficile e questo dimostra chiaramente che non lasciamo che le avversità ostacolino il nostro lavoro. In questa giornata, la P7 sulla griglia era il miglior risultato possibile e Valtteri ha fatto un giro impressionante per portare a casa questo risultato. Sarà in un'ottima posizione per lottare per un piazzamento a punti, così come Zhou, che ha mostrato un ottimo passo finora in questo fine settimana. Sappiamo che la nostra vettura tende a essere più forte in assetto da gara, quindi entrambi i piloti saranno in condizione di lottare con le vetture che li circondano e speriamo di portare a casa altri punti".

Valtteri Bottas, qualifiche GP Spagna 2022

Valtteri Bottas

Alfa Romeo F1 Team ORLEN C42 (telaio 03/Ferrari)
FP3: 9° / 1:20.781 (24 giri)
Q1: 1:20.355 (6 giri)
Q2: 1:20.053 (6 giri)
Q3: 7° / 1:19.608 (6 giri)

"Sono contento del risultato di oggi, abbiamo fatto una buona qualifica e siamo in una posizione molto buona per domani. In teoria, non ci aspettavamo che questa pista fosse adatta a noi, ma credo che gli aggiornamenti ci abbiano fatto fare un buon passo avanti in termini di prestazioni. Abbiamo disputato una solida FP3, che ci ha permesso di recuperare parte del terreno perso ieri, e siamo stati abbastanza costanti in ogni run nel corso della giornata. Sono contento di aver fatto una buona qualifica, perché non credo che sarà facile sorpassare su questa pista: Credo che la P7 fosse il miglior risultato che potessimo ottenere oggi, quindi sono contento di averlo ottenuto - in realtà, il distacco dalle vetture davanti non è poi così grande! Di solito la nostra vettura è migliore in gara, quindi potremmo avere una buona domenica".
 

Zhou Guanyu

Alfa Romeo F1 Team ORLEN C42 (telaio 04/Ferrari)
FP3: 14° / 1:21.201 (19 giri)
Q1: 1:20.476 (9 giri)
Q2: 15° / 1:21.094 (6 giri)

"Sono ottimista per la gara di domani, perché abbiamo sicuramente il passo per lottare per la top ten, ma sono convinto che oggi avremmo potuto lottare per la P10 o la P11. Volevamo evitare la situazione di Miami, dove siamo rimasti bloccati nel traffico alla fine della Q1, quindi abbiamo scelto di fare tre giri con le gomme morbide nella prima parte delle qualifiche. È stata una scelta sicura anche se, col senno di poi, il mio secondo giro sarebbe stato sufficiente per entrare in Q2. Il secondo segmento sarebbe stato sempre difficile, senza gomme fresche, ma è quello che avevamo a disposizione e lo abbiamo sfruttato al meglio. Domani cercheremo di recuperare terreno e di finire nella top ten a fine giornata".

]]>
Sun, 22 May 2022 10:15:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10150/1/alfa-romeo-buone-qualifiche-in-spagna-e-in-gara-potrebbe-fare-meglio https://www.formula1.it/admin/foto/alfa-romeo-buone-qualifiche-in-spagna-e-in-gara-potrebbe-fare-meglio-10150-1.jpg
Vettel: «Speravo nella top ten, ma crediamo nel nuovo concept» https://www.formula1.it/news/10152/1/vettel-speravo-nella-top-ten-ma-crediamo-nel-nuovo-concept Dopo le difficoltà di inizio stagione, l'Aston Martin ha deciso di introdurre un importante rinnovamento della sua AMR22 per la gara di questo fine settimana a Barcellona.

La scelta di adottare gli stessi concetti aerodinamici della Red Bull ha scatenato un'ondata di polemiche e ha persino provocato un'indagine da parte della FIA per verificare che non fossero stati copiati i progetti.

Le speranze della squadra di fare un balzo in avanti immediato in termini di ritmo si sono però infrante in qualifica, dato che né Vettel né il compagno di squadra Lance Stroll sono riusciti a superare la Q1.

Vettel, che puntava a conquistare un posto in Q3, ha faticato a trovare un buon bilanciamento ed è finito 16°, mentre Stroll partirà due posizioni più indietro.

Vettel ha espresso un po' di sorpresa via radio per essere stato eliminato in Q1, ma sembra chiaro che l'aggiornamento della Aston Martin era la cosa giusta da fare.

"Se si guarda la tabella dei tempi sul giro non è poi così diversa, ma sapevamo che non sarebbe stato subito un grande passo avanti nelle prestazioni", ha detto il tedesco.

"Ma crediamo nel concept. E siamo fiduciosi che ci saranno altri sviluppi. È molto presto. È praticamente una nuova macchina che ha corso ieri, quindi è diversa. Sto ancora cercando di capire come funziona. Pensavo di avere un buon feeling e in qualifica sono stato rallentato, diciamo, dallo scarso bilanciamento della vettura, in quanto ho faticato a trovare il feeling con il posteriore, la fiducia nella parte posteriore della macchina. Si muoveva troppo. Non riuscivo a mantenere le velocità che avevo raggiunto nelle prove o che pensavo di dover raggiungere".

Vettel, qualifiche Spagna 2022

Vettel ha detto che sia lui che l'Aston Martin hanno bisogno di più tempo per capire meglio cosa serve per ottenere di più dal tempo sul giro dalla nuova vettura.

Ha anche suggerito che le temperature più alte del previsto che hanno accolto i team in Spagna questo fine settimana non hanno aiutato le cose.

"Partiamo da una nuova pagina", ha detto. "Ieri abbiamo praticamente smontato la macchina, quindi è molto diversa da come era prima. Sono fiducioso che questa sia la strada da seguire. So che il tempo sul giro non è eccezionale, ma sapevo che c'era caldo. Dopo il primo giro ho visto che nessuno stava facendo faville in termini di tempo sul giro. Quindi sì, sono rimasto sorpreso perché pensavo che oggi avrei fatto meglio, intorno alla P10".

Articolo originale su autosport.com

]]>
Sun, 22 May 2022 10:10:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10152/1/vettel-speravo-nella-top-ten-ma-crediamo-nel-nuovo-concept https://www.formula1.it/admin/foto/vettel-speravo-nella-top-ten-ma-crediamo-nel-nuovo-concept-10152-1.jpg
GP Spagna 2022 - Possibili strategie: degrado elevato, si valuteranno anche le tre soste https://www.formula1.it/news/10151/1/gp-spagna-2022-possibili-strategie-degrado-elevato-si-valuteranno-anche-le-tre-soste Dopo un sabato in cui la lotta alla pole position ha riguardato ancora una volta Red Bull e Ferrari, Verstappen e Leclerc, è tempo di provare a capire cosa possiamo attenderci dalla gara odierna. Nel corso del weekend abbiamo visto le gomme interessate da un alto degrado che si ripercuoterà sicuramente sulle strategie pensate dalle squadre per percorrere i 66 giri del GP di Spagna. Iniziamo ad entrare più nei dettagli attraverso le indicazioni forniteci dal costruttore di pneumatici al termine delle qualifiche.

  • Distanza di gara - Circuit de Barcelona-Catalunya - 66 giri

I consigli strategici della Pirelli

Molto probabilmente, la tattica più veloce per affrontare le sfide fornite dal circuito del Montmelò sarà a due soste, ma se ne potrebbero vedere anche tre, si legge nel comunicato rilasciato dalla casa della P Lunga. L'opzione migliore e più versatile per iniziare la gara è quella di montare la mescola Medium C2, scelta che metterà in condizione l’utilizzatore di percorrere un primo stint abbastanza lungo. Cosa utilizzare dopo dipenderà in gran parte dai pneumatici che ogni pilota avrà ancora in dotazione.

La Soft C3 fornirà un notevole vantaggio di velocità rispetto alla Medium, ma avrà una durata più limitata, e questo potrebbe renderla appetibile soltanto per chi ha un buon passo gara. Anche la Hard C1 potrebbe avere un ruolo chiave. Nel suo caso il limite sono le performance, circa 1 secondo più lente rispetto alla Medium.

Sulla carta, la strategia più veloce per affrontare la gara è Medium-Medium-Soft. La seconda più veloce è rappresentata da Medium-Soft-Soft, e poi ci sono anche alcune strategie a tre soste che potrebbero funzionare bene. Medium-Hard-Soft, vede l’utilizzo di tutte e tre le mescole e rappresenta anch’essa un'opzione interessante.

Pirelli, possibili strategie, GP Spagna 2022

Le strategie consigliate dalla Pirelli

In Spagna le probabilità di ingresso da parte di una o più safety car non è particolarmente alta e le temperature dovrebbero essere leggermente più calde rispetto alla giornata di sabato. Tutto ciò, considerando i livelli di degrado visti finora nelle prove libere, potrebbe spingere i team verso l’utilizzo di mescole più dure.

Mario Isola: “Gestione della Soft cruciale al sabato”

Queste le parole rilasciate dal direttore motorsport alle colonne ufficiali della Pirelli: “È stata una sessione di qualifiche calda e complicata. La gestione della Soft è stata fondamentale per tirare fuori il massimo delle prestazioni. Anche la strategia ha giocato un ruolo importante e il rischio calcolato di Leclerc di completare un solo run in Q2 con gomme usate, potrebbe offrirgli più opzioni domani. Il degrado sarà sicuramente un fattore determinante: le temperature potrebbero essere anche più calde di quelle viste in qualifica, quindi è molto probabile che questa sarà la gara più impegnativa dell'anno per gli pneumatici”.

La gestione e la strategia saranno la chiave del successo. La giornata di sabato è stata particolarmente interessante anche per quanto visto nel corso delle FP3: spesso il lavoro svolto durante questa sessione è incentrato sulla preparazione alle qualifiche, ma in questo caso si sono visti tanti team cercare di ottimizzare assetto ed equilibrio alla luce del degrado registrato al venerdì (qui il dettaglio dei progressi mostrati nella gestione delle gomme dalla Ferrari)”, ha concluso Isola.

mescole, GP Spagna 2022

Le mescole rimaste a disposizione dei piloti

  • Le strategie del Sasso (Marco Sassara)

Una o due soste? A Barcellona secondo la Pirelli potrebbero essercene addirittura tre. Le elevate temperature e l’alto degrado visti nel corso del weekend portano infatti ad escludere la possibilità che qualcuno possa provare a portare a termine la gara mediante un solo pit stop. La Hard sarà utilizzata soltanto in casi estremi, la gomma è troppo lenta (oltre un secondo il gap stimato nei confronti della Media). Questo potrebbe dunque far sì da rendere le tre soste un’opzione molto probabile.

Leclerc (poleman del GP di Spagna: 1'18''750), considerando le parole rilasciate da Mekies nella giornata di ieri al termine delle qualifiche (leggi qui), potrebbe optare per la scelta Medium-Medium-Soft, cosa che faranno anche tutti coloro che saranno riusciti a preservare due treni di mescola gialla C2. L’arma del pilota della Ferrari è essere riuscito a preservare, attraverso un’ottima Q2, un treno di rosse C3 nuove. Gli altri, come Verstappen (2°) e Sainz (3°), tanto per fare degli esempi, dovessero scegliere di adottare la stessa strategia si ritroverebbero a dover utilizzare un treno di Soft usate nel finale.

Chi invece deciderà di effettuare tre soste, probabilmente sceglierà una strategia che coinvolgerà l’utilizzo di due treni di Medie e due di Soft. In quale ordine, questo è tutto da vedere. Visto il caldo, sarebbe più saggio lasciarsi le mescole più morbide per la parte conclusiva di gara dal momento che le temperature andranno verso una graduale riduzione.

Inutile dire che dato l'alto degrado, fermarsi prima degli altri sarà di vitale importanza per mantenere o guadagnare delle posizioni sugli avversari. L’undercut sarà molto potente, soprattutto nel passaggio da Medie a Soft.

Foto: Ferrari, Twitter, Pirelli

]]>
Sun, 22 May 2022 09:30:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10151/1/gp-spagna-2022-possibili-strategie-degrado-elevato-si-valuteranno-anche-le-tre-soste https://www.formula1.it/admin/foto/gp-spagna-2022-possibili-strategie-degrado-elevato-si-valuteranno-anche-le-tre-soste-10151-1.jpg
Ferrari, il valore aggiunto si chiama Charles Leclerc: maestoso in qualifica in Spagna https://www.formula1.it/news/10149/1/ferrari-il-valore-aggiunto-si-chiama-charles-leclerc-maestoso-in-qualifica-in-spagna Lo si dice spesso in Formula 1: difficile, se non impossibile, paragonare piloti diversi appartenenti a epoche diverse, poiché molteplici sono i fattori in gioco quando si tenta di applicare lo stesso metro di giudizio a piloti appartenenti a ere tra loro, tecnologicamente e non solo, distinte e talvolta distanti.
Come detto, farlo è assai difficile, ma non impossibile visto che, come si dice, c'è sempre l'eccezione che conferma la regola.

Ebbene, un modo discretamente valido per equiparare piloti appartenenti a differenti epoche della massima formula potrebbe essere quello di valutarli in situazioni specifiche, nelle quali ad emergere è chiaramente il talento puro dell'essere umano, del Pilota con la maiuscola, capace di bypassare il livello tecnico del mezzo meccanico che, con il passare degli anni, è diventato e sta diventando sempre più predominante.
Dunque, utilizzare come metro di giudizio il giro da qualifica potrebbe rappresentare un valido strumento per compiere questi accostamenti tra leggende "all time".

Si, perché il giro secco da qualifica, quello da pelo, da "all-in" in Q3, è il momento del weekend, forse l'unico, dove a fare la differenza è (sempre macchina permettendo) l'istinto del pilota, la sua capacità di ritardare la frenata di quei pochi centimetri necessari per guardare dei millesimi, il suo feeling che gli suggerisce linee creative in curva per guadagnare, chissà, qualche centesimo in uscita da una piega. Insomma, un momento topico, dove vengono a galla i fuoriclasse, dove si comprende la differenza tra buoni piloti e top driver, dove l'uomo prevale sul mezzo.

Non è un caso, quindi, che nell'immaginario collettivo della categoria regina del motorsport, oltre alle vittorie, rimangano impressi anche dei giri spettacolari in qualifica a firma, sempre, di piloti leggendari, di gente capace di riscrivere i libri di storia di questo sport.
Chi non ricorda la pole di Ayrton Senna a Monaco nel 1988? O quella di Hamilton a Singapore nel 2018 piuttosto che l'ultimo, magico, acuto di Michael Schumacher a Monaco nel 2012? O ancora, chi ha dimenticato la prima pole di Schumi in Rosso a Monaco '96?
Risposta: nessuno. Anzi, chiunque ha vissuto quelle magiche gesta, non esita a raccontarle alle seguenti generazioni, proprio a sottolineare l'eccezionalità dell'evento.

Pole position Spagna 2022, Charles Leclerc

Ad entrare di diritto in questo ristretto club di imprese destinate a restare scolpite nella storia della  F1 e nella memoria dei fan è, indubbiamente, anche la pole position siglata nelle qualifiche del gran premio di Spagna da Charles Leclerc.
Una pole fantastica, in primis per la spettacolare, magica perfezione del giro del Monegasco, ma anche a causa delle condizioni in cui è maturata.
Condizioni tutt'altro che facili o di chiara supremazia tecnica della Rossa poiché, sin dal Q1, una rinata Red Bull sembrava pronta a prendersi la partenza al palo.
Non solo, ma anche lo stesso Leclerc ha vissuto i 60 minuti di qualifica con un continuo susseguirsi di emozioni: prima il brivido figlio del rischio elimazione in Q2 (per l'azzardo di salvare un set di gomme per la gara), poi il testacoda nel primo push in Q3 che a tutti avrebbe tolto quella confidenza necessaria per tentare l'ultimo colpo a vita persa per puntare al bottino grosso.
A tutti, ma non al pilota Monegasco che, nel suo ultimo tentativo, ha dato vita ad un assolo durato quasi 79 secondi (1'18"750 il tempo pole), pieno di puro cuore, piede, coraggio, istinto che gli hanno consegnato la pole numero 13 della carriera.
79 secondi, circa, da cuore in gola per i tifosi del Cavallino, sospesi tra la consapevolezza di essere davanti ad una grande performance e la speranza del non assistere nuovamente degli errori, conclusi poi con la grande esultanza per l'ennesima dimostrazione dell'enorme talento del loro beniamino.

Una prova di forza di non poco conto, da parte della Ferrari e del suo pilota, dietro cui però, a ben guardare, si cela una realtà ben più profonda.
Ad oggi, la Ferrari occupa la posizione che occupa, in classifica piloti così come in quella costruttori, indubbiamente perché dispone di una macchina davvero buona, ma soprattutto perché ha il miglior pacchetto macchina-pilota.
Dati alla mano infatti, la F1-75 è ottima, veloce e ben bilanciata, seppur forse di un'inezia inferiore alla Red Bull (almeno quella di Verstappen), tanto che probabilmente il suo livello è fornito dalle prestazioni di Carlos Sainz, a ridosso di Verstappen ma mai capace di sopravanzarlo.
Per diventare la vettura vincente che, ad oggi, la Ferrari è, serve dunque un plus, un fattore capace di fare la differenza, di creare imprevedibilità, di metterci del suo quando serve, un valore aggiunto per essere chiari. Un valore aggiunto che, dalle parti di Maranello, corrisponde al nome e cognome di Charles Leclerc.

]]>
Sat, 21 May 2022 20:55:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10149/1/ferrari-il-valore-aggiunto-si-chiama-charles-leclerc-maestoso-in-qualifica-in-spagna https://www.formula1.it/admin/foto/ferrari-il-valore-aggiunto-si-chiama-charles-leclerc-maestoso-in-qualifica-in-spagna-10149-1.jpg
Mekies: «Leclerc è riuscito a conservare due set di Medie e uno di Soft». Rivelata la strategia? https://www.formula1.it/news/10148/1/mekies-leclerc-e-riuscito-a-conservare-due-set-di-medie-e-uno-di-soft-rivelata-la-strategia Gli aggiornamenti sembrano dare i loro frutti in Ferrari. A Barcellona molte squadre hanno introdotto i loro più importanti pacchetti di sviluppo della stagione 2022. Che la squadra del Cavallino sia riuscita a conquistare la prima e terza posizione di partenza in vista della gara di domani è sicuramente qualcosa che dà fiducia.

Il sabato di Leclerc

La competizione con Red Bull è stata finora molto serrata" ha esordito Laurent Mekies ai microfoni di 'Sky sport F1'. "Sapevamo che la pole sarebbe stata decisa da pochi centesimi. Charles si è reso protagonista di una prova straordinaria, già il primo giro, quello che non ha poi terminato in Q3, sarebbe stato sufficiente per ottenere la pole. Era molto difficile restare calmo e ripartire con la consapevolezza di non poter commettere altri errori. Charles ha mantenuto una calma straordinaria e ha eseguito un altro giro sullo stesso livello, sono molto contento per lui”.

Focus sulla gestione gomme

Ora, l'unica cosa che resta da confermare domani sono i progressi visti oggi nella gestione delle gomme: “Diciamo che ieri si vedeva che non eravamo pienamente soddisfatti riguardo al lavoro svolto in preparazione della gara. In serata ci siamo concentrati principalmente su come migliorare il passo gara, la gestione degli pneumatici e sul comprendere gli effetti dei nostri aggiornamenti sulle performance della vettura. Per questo oggi abbiamo deciso di investire un po' di tempo delle FP3 ed effettuare degli altri long run. Abbiamo appreso qualcosa di più e credo sia naturale incontrare questo tipo di problemi quando si va ad introdurre un pacchetto così cospicuo di upgrade. Vedremo domani come andrà in gara, sicuramente avremo altre cose da apprendere”.

GP Spagna 2022, Leclerc

Aggiornamenti e strategia

“Aggiornamenti? Nonostante il poco tempo che abbiamo avuto a disposizione, possiamo dire che funzionano. Ci hanno fornito un surplus di prestazioni ed è per questo che abbiamo deciso di tenerli su entrambe le vetture. Ci occorrerrà comunque ancora un po' più di tempo prima di ottimizzare il tutto", la risposta del racing director della Ferrari, andato poi a rivelare qualcosa di troppo forse in merito alla strategia che il team cercherà di mettere in atto domani."Il degrado delle gomme è molto consistente, il più alto della stagione finora. Forse ancora maggiore anche del Bahrain. Abbiamo deciso di affrontare questo degrado andando a risparmiare un set di gomma Soft nuovo in Q2, fortunatamente ci siamo riusciti con Charles che domani potrà contare sia su due treni di Medie che su un set di mescola C3 nuova. Questo ci darà un po' più di flessibilità a livello di strategia". Che Mekies abbia rivelato così la tattica di Leclerc? Lo scopriremo...

Sainz, GP Spagna 2022, Binotto

Il sabato di Sainz

Chiosa finale sulla qualifica di Sainz: "Anche Carlos sta avendo un buon weekend, ha avuto la velocità, ma la Red Bull è in forma, va forte. Avere Verstappen in mezzo tra le nostre vetture è qualcosa che possiamo accettare anche se ovviamente puntiamo sempre a massimizzare il risultato".

Foto: Ferrari

]]>
Sat, 21 May 2022 19:45:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10148/1/mekies-leclerc-e-riuscito-a-conservare-due-set-di-medie-e-uno-di-soft-rivelata-la-strategia https://www.formula1.it/admin/foto/mekies-10148-1.jpg
Russell: «Oggi non abbiamo fatto un giro perfetto, domani lotteremo con le Ferrari» https://www.formula1.it/news/10147/1/russell-oggi-non-abbiamo-fatto-un-giro-perfetto-domani-lotteremo-con-le-ferrari Si respira finalmente ottimismo in casa Mercedes. Ieri anche Hamilton ha commentato con il sorriso che "finalmente guida una macchina da F1".

Toto Wolff ha confermato oggi che il team ha "capito perfettamente" come risolvere il problema del porpoising. "E' un effetto aerodinamico che deriva dall'oscillazione del fondo ed è stato difficile arrivare a questa conclusione in modo scientifico e il team adesso ci è riuscito, e questo è fantastico".

Ma quello che continua a stupire e che in realtà aveva sempre tirato fuori ottime prestazioni anche da una W13 in apparente crisi irrisolvibile, è sicuramente George Russell, ancora una volta davanti al compagno e sette volte Campione del Mondo Lewis Hamilton

"È stata la prima volta in questa stagione in cui siamo stati davanti nella classifica dei tempi in una delle sessioni delle qualifiche. Ci siamo qualificati al quarto posto, è un risultato abbastanza buono, ma come tempo siamo ancora abbastanza lontani da Charles, però penso che non tutto fosse ottimo nel mio giro, è stato ok ma nulla di speciale e la finestra di funzionamento delle gomme non era ottimale, quindi questo mi da ottimismo."

George Russell, qualifiche GP Spagna 2022

A dire il vero guardando il distacco di Russell dal poleman nei precedenti GP, il cronometro dice che è rimasto più o meno invariato, tra i sei e gli otto decimi. Ma Mercedes è sempre andata meglio in gara che in qualifica e nelle prove il passo gara della W13 era davvero ottimo. Per questo Russell è ancora più ottimista per il potenziale risultato in gara;

"Pensiamo di poter andare meglio in gara rispetto alla qualifica, tutto è in gioco domani, almeno contro la Ferrari, perché penso che Max sarà un po' troppo veloce per noi"

]]>
Sat, 21 May 2022 18:50:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10147/1/russell-oggi-non-abbiamo-fatto-un-giro-perfetto-domani-lotteremo-con-le-ferrari https://www.formula1.it/admin/foto/russell-oggi-non-abbiamo-fatto-un-giro-perfetto-domani-lotteremo-con-le-ferrari-10147-1.jpg
Sainz: «Weekend difficile, purtroppo non ho sfruttato al meglio la gomma usata in Q2» https://www.formula1.it/news/10145/1/sainz-weekend-difficile-purtroppo-non-ho-sfruttato-al-meglio-la-gomma-usata-in-q2 L'impressione, almeno dall'esterno, è che Carlos Sainz oggi, sia riuscito ottenere il massimo dalla sua vettura. Il pilota di casa nn è ancora del tutto riuscito ad entrare in sintonia con la propria vettura come Leclerc e il crono ottenuto in 1'19''166 (che gli vale la terza posizione) corrisponde al suo limite attuale. Al pari di Charles infatti, anche il nativo di Madrid aveva tentato di passare il taglio della Q2 con Soft usate, ma dopo non aver ottenuto un crono abbastanza rassicurate è dovuto andare di nuovo in pista con un set nuovo per poi piazzarsi in seconda posizione alle spalle di Verstappen.

Il ritardo in Q3 di 416 millesimi dal monegasco parla da solo. C'è ancora tanto lavoro da fare sul giro secco prima di poter avere un rendimento simile a quello del compagno che oggi ha ottenuto la sua quarta pole stagionale.

Le considerazioni di Sainz

Forse è ripensando un po' a questo che Carlos, intervistato subito dopo le qualifiche dai microfoni ufficiali della Formula1 ha dichiarato: "Finora è stato un weekend difficile. Le condizioni non sono state semplici. C'era tanto caldo e c'era vento. Ma siamo riusciti a fare un discreto giro. Domani avremo l'opportunità di lottare. Le chiavi sarano la partenza e la gestione gomme. Poi vedremo. La posizione è buona".

Sainz, Ferrari, GP Spagna 2022

"Domani sarà tutto possibile", ha chiosato. "Ci proveremo e faremo del nostro meglio. Non è stata una qualifica ideale perché non sono riuscito a fare un buon giro con gomma usata nel Q2. Non avere un set di Soft nuove a disposizione potrà giocare un ruolo importante domani, ma tutto potrà accadere”.

Foto: Ferrari, Sainz

]]>
Sat, 21 May 2022 18:20:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10145/1/sainz-weekend-difficile-purtroppo-non-ho-sfruttato-al-meglio-la-gomma-usata-in-q2 https://www.formula1.it/admin/foto/sainz-weekend-difficile-purtroppo-non-ho-sfruttato-al-meglio-la-gomma-usata-in-q2-10145-2.jpg
Horner conferma un problema sulla monoposto di Verstappen nel Q3 https://www.formula1.it/news/10146/1/horner-conferma-un-problema-sulla-monoposto-di-verstappen-nel-q3 Dopo essere andato in testacoda alla chicane nel suo primo giro cronometrato in Q3, Charles Leclerc ha dovuto dare tutto per realizzare uno straordinario secondo giro in grado di battere l'ottimo tempo fatto da Verstappen nel primo tentativo.

Verstappen però non ha potuto in effetti neanche tentare di reagire al tempo di Charles, poichè ha subito segnalato una perdita di potenza nel primo settore che, secondo il team principal Horner, è stata causata da un problema di DRS, che ha fatto perdere velocità alla RB18 dell'olandese.

"In realtà non si trattava di potenza. Alla fine è stato un DRS che non si è aperto", ha spiegato Horner a Sky Sports. "Quindi, ovviamente, dobbiamo recuperare la macchina per capire cosa l'ha causata, perché si è aperta sul rettilineo posteriore proprio come controllo al rientro ai box".

Leclerc e Verstappen sembravano quasi alla pari, ma Horner non crede che il suo pilota sarebbe riuscito a battere il leader del campionato Ferrari nel suo ultimo giro.

"Non credo che oggi ne avessimo abbastanza per battere il giro di Charles. Ha fatto un gran giro sotto pressione alla fine. Ma sì, sono comunque soddisfatto della partenza in prima fila", ha detto, riconoscendo che la Ferrari, grazie agli aggiornamenti apportati a Barcellona, ha ottenuto un vantaggio.

Il problema di Verstappen al DRS non è il primo guasto che colpisce la Red Bull in questa stagione, ma Horner non ritiene che ci sia motivo di allarmarsi.

"Queste cose tendono a succedere. Abbiamo visto la Ferrari cambiare il telaio ieri sera per un problema al sistema di alimentazione. Purtroppo ci ha colpito in momenti inopportuni, l'ultima volta che vuoi che succeda è all'ultimo giro della Q3. Ma come squadra lavoriamo sodo e stiamo cercando di capire quale sia il problema. Potrebbe essere semplice, come un pezzo di gomma che si è incastrato nel meccanismo. È stato un peccato non poetere replicare perché non credo che oggi avremmo battuto Charles, ma penso che saremmo stati più vicini di quanto i tempi suggeriscano".

Articolo originale su autosport.com

]]>
Sat, 21 May 2022 17:55:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10146/1/horner-conferma-un-problema-sulla-monoposto-di-verstappen-nel-q3 https://www.formula1.it/admin/foto/horner-conferma-un-problema-sulla-monoposto-di-verstappen-nel-q3-10146-1.jpg
Leclerc commenta la pole: «Ottenuto il massimo, giusto qualche spavento. Vogliamo la doppietta» https://www.formula1.it/news/10144/1/leclerc-commenta-la-pole-ottenuto-il-massimo-giusto-qualche-spavento-vogliamo-la-doppietta Charles Leclerc e la Ferrari hanno fatto vivere una sessione di qualifica davvero drammatica ai propri tifosi. Nel corso della Q2, il team decide di tenere in serbo un treno di mescole Soft nuovo in vista della gara mandando in pista il monegasco con gomme Soft usate. Strategia che funziona, il pilota della vettura N.16 si qualificherà in 7° posizione. 

In Q3 invece, un errore nella lenta chicane farà perdere il primo tentativo a Leclerc generando sicuramente un carico elevatissimo di tensione all'interno del box. Ma Charles gestisce tutto alla grande, monta un nuovo set di Soft e mette a segno un gran giro: 1'18''750 che gli vale la pole position. L'unico a scendere sotto l'1'19''. 323 millesimi più rapido di Verstappen, costretto a rinunciare al suo ultimo tentativo per un problema relativo all'apertura del DRS.

Le considerazioni di Leclerc

La sessione è stata particolarmente difficile, soprattutto nel Q3" ha esordito il monegasco dopo aver ottenuto la sua quarta pole stagionale ai microfoni ufficiali della F1. "Ho commesso un errore nel primo tentativo. A quel punto sapevo che avrei avuto soltanto un giro per ottenere un buon piazzamento di partenza, ma è andato tutto bene. Ho avuto giusto qualche piccolo spavento anche nell'ultimo giro, ma sono riuscito ad ottenere il massimo. Sono molto contento della pole, la macchina è stata fantastica. Sono veramente contento".

Charles Leclerc, Qualifiche GP Spagna 2022

"Partendo dalla pole, sono decisamente nella posizione migliore. Ma nelle ultime due gare abbiamo faticato con le gomme rispetto alla Red Bull. Max partirà subito dietro di noi e se non sapremo gestire bene le gomme perderemo la vittoria. Dobbiamo capire bene la situazione. Carlos partirà in P3, speriamo di poter fare una doppietta. Sarebbe meraviglioso per il team. Sicuramente daremo tutto per ottenere questo risultato”, ha concluso Leclerc.

Foto: Ferrari

]]>
Sat, 21 May 2022 17:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10144/1/leclerc-commenta-la-pole-ottenuto-il-massimo-giusto-qualche-spavento-vogliamo-la-doppietta https://www.formula1.it/admin/foto/leclerc-10144-1.jpg
Qualifiche GP Spagna 2022: pole pazzesca di Leclerc https://www.formula1.it/news/10143/1/qualifiche-gp-spagna-2022-pole-pazzesca-di-leclerc Temperature roventi a Barcellona, 35 gradi quella dell'aria e quasi 50 gradi l'asfalto, ma ancora più rovente è la sfida per la pole position che si prevede più avvincente che mai.

Nelle 3 sessioni la Ferrari di Leclerc è sempre stata in testa, ma un grande porblema con la gestione delle gomme ha costretto Ferrari a sistemare il setup in previsione della gara, sacrificando la velocità massima e probabilmente anche il tempo sul giro secco. Gli aggiornamenti montati sulla F1-75 sembrano aver funzionato bene, ma qualcosa nelle dichiarazioni di Leclerc e soprattutto di Sainz ha lasciato un po' di preoccupazione  nei tifosi della rossa.

Charles Leclerc, pole position Spagna 2022

Sempre velocissima la Red Bull, che qui arriva con una monoposto ancora più leggera.

Grandissimo passo avanti della Mercedes che oggi potrebbe lottare per posizioni importanti nel Q3, con anche Hamilton finalmente in confidenza con la W13.

Grande delusione, nelle tre sessioni, per la McLaren che qui ha portato un enorme pacchetto di aggiornamenti che invece proprio non hanno dato riscontri positivi.

Week end che inizia con grandi polemiche per Aston Martin che qui in Spagna ha portato una vera e propria vettura B-spec fin troppo simile alla RB18 di Red Bull, specialmente nella zona delle pance. Nelle tre sessioni comunque non ci sono stati riscontri particolarmente positivi.

Vediamo quindi come queste premesse si sono concretizzate o meno nelle qualifiche

Q1

Il primo tentativo del Q1 scorre via tranquillamente con tempi simili a quelli visti durante le sessioni di prove libere. Inizialmente abbiamo entrambe le Ferrari in testa, davanti a Verstappen e le due Mercedes. Bene l'Alfa Romeo con Bottas in sesta e Zhou in ottava posizione. Il secondo tentativo, in cui scendono in pista solo quelli in zona esclusione, vede a sorpresa l'esclusione di Vettel (Aston Martin) ed Alonso (Alpine), oltre a quelle più attese di Stroll (Aston Martin), e dei due piloti Williams Albon e Latifi. Il più deluso è sicuramente Alonso che ieri sperava in un piazzamento nelle prime posizioni e che oggi non è riuscito a superare il taglio del Q1 anche a causa del traffico trovato durante il suo secondo tentativo.

Q2

I primi a chiudere un giro nel Q2 sono le Mercedes, velocissime nel primo settore, con tempi già più veloci di quelli visti fino ad ora, specialmente Russell che blocca il crono su 1:19.470 mettendosi momentaneamente in testa.

Red Bull, qualifiche GP Spagna 2022

I due piloti Ferrari e Max Verstappen concludono invece il primo giro del Q2 con gomme usate, ma i tempi non sono tali da garantire un passaggio tranquillo in Q3 e risparmiare quindi un set di gomme. L'unico dei tre a prendersi questo rischio è Charles Leclerc e alla fine avrà ragione lui.

Gli esclusi dal Q3 sono Norris (McLaren), con tempo cancellato per aver superato i limiti della pista, Ocon (Alpine), i due piloti AlphaTauri, TsunodaGasly, e l'Alfa Romeo di Zhou. Ottimo risultato per la Haas che mette due piloti in Q3, non succedeva da Brasile 2019. Per la prima volta Ricciardo si qualifica davanti al compagno Norris.

Q3

Nessuna strategia nel Q3, solo il massimo sforzo per piloti, macchina e gomme che qui a Barcellona sono particolarmente sollecitate.

Il primo tempo nel Q3 è di Hamilton 1:19.423, ma viene subito battuto da Sainz, Perez e Russell, tutti molto vicini, fino a quando non arriva Max Verstappen con il tempo straordinario di 1:19.073, che gli da un vantaggio di oltre 3 decimi su tutti. Male Leclerc che va in testacoda nel primo tentativo ed avrà quindi un solo colpo per fare il tempo nel Q3 ed infatti è il primo a farlo, per evitare problemi con eventuale bandiere gialle o rosse o traffico.

Il giro di Charles è semplicemente incredibile, 1:18.750, che vale una pole pazzesca, davanti a Verstappen, Sainz, Russell, Perez, Hamilton, Bottas, Magnussen, Ricciardo e Schumacher. 

Battuto quindi Verstappen, che nel secondo tentativo del Q3 sembra aver avuto un problema con il DRS che non gli ha permesso di rispondere al giro di Leclerc, anche se sarebbe stato comunque difficile da battere.

L'ultima pole position della Ferrari in Spagna risaliva al 2008, conquistata da Kimi Raikkonen.

Mercedes, qualifiche GP Spagna 2022

Confermato il grandissimo passo avanti delle Mercedes che nei primi GP ha faticato a raggiungere il Q3 e che adesso anche Hamilton inizia a comprendere sfruttandone le caretteristiche peculiari (la fase di frenata soprattutto), anche se ancora una volta è battuto dal giovane e talentuoso compagno.

Clicca qui per vedere l'elenco completo dei risultati delle qualifiche del Gp di Spagna 2022

Grafico Pirelli qualifiche GP Spagna 2022

]]>
Sat, 21 May 2022 17:00:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10143/1/qualifiche-gp-spagna-2022-pole-pazzesca-di-leclerc https://www.formula1.it/admin/foto/qualifiche-gp-spagna-2022-pole-pazzesca-di-leclerc-10143-1.jpg
LIVE - Qualifiche GP Spagna 2022 https://www.formula1.it/news/10142/1/live-qualifiche-gp-spagna-2022 Buon pomeriggio amici e amiche di Formula1.it. Bentrovati per la diretta di queste imperdibili qualifiche sul tracciato del Montmelò. Il sabato è iniziato bene in casa Ferrari. Leclerc oltre a confermare la competitività sul giro secco si è mostrato molto veloce anche nel passo gara (i tempi messi a segno oggi su Soft). Sembrano dunque risolti i problemi evidenziatosi ieri nella gestione delle gomme

Red Bull e Mercedes invece, sofddisfatte del lavoro svolto ieri, questo primo pomeriggio hanno svolto soltanto delle simulazioni in modalità di qualifica alla ricerca del miglior compromesso. Ne è emersa una classifica molto serrata nelle prime posizioni, con 488 millesimi a dividere il leader Leclerc (1'19''772) dalla sesta posizione di Sergio Perez (1'20''260). Interessante vedere chi la spunterà. Attesa attorno alle prestazioni della Mercedes. La pista di Barcellona segnerà un ritorno delle Frecce d'Argento ai piani alti dello schieramento?

Di seguito le mescole messe a disposizione per l'evento dalla Pirelli: White C1, Medium C2 e Soft C3 (foto: Twitter, Pirelli). Nomination più conservativa in vista dell'appuntamento spagnolo.

Pirelli, GP Spagna 2022

Alle 16:00 il via alla prima sessione di qualifica sul traciato del MontmelòDi seguito tutti gli aggiornamenti.


Live

17:08 - Grazie a tutti per essere stati con noi e per averci scelto. Buon proseguimento di serata.

17:05 - Terminano qui le qualifiche in Spagna. Questa la classifica finale. Bene la Ferrari che con Charles riesce a risparmiare anche un treno di Soft nuove. Verstappen secondo con una perdita di potenza che gli impedisce di effettuare il tentativo finale. Terzo Sainz. Nella lotta si inserisce una Mercedes in palla con Russell e Hamilton a mettere a panino Perez. Domani sarà una gara senz'altro emozionante, partenza ore 15:00.

GP Spagna 2022, Risultato qualifiche

17:01 - Leclerc, Verstappen, Sainz la top-3!! Carlos migliora il proprio crono ma non riesce a battere Verstappen: 1'19''166. Russell scavalca Perez: 1'19''393. 

17:00 - Bandiera a scacchi!!! Pole position per Charles Leclerc!!!

17:00 - Verstappen non ha potenza!! L'olandese alza il piede

16:59 - Leclerc in pole provvisoria: 1'18''750!!

16:58 - Leclerc migliora il T1 e record nel T2.

16:58 - Tranne Ricciardo tutti i conducenti in pista. Gomma nuova per tutti.

16:56 - La classifica prima dell'ultimo tentativo.

GP Spagna 2022, Q3

16:53 - Verstappen in pole provvisoria: 1'19''073

16:52 - 1'19''423 Sainz. Leclerc ai box dopo un ottimo secondo settore. Charles si gira dopo la chicane.

16:51 - 1'19''664 Hamilton.

16:49 - Tutti fuori. Gomma Soft usata per le due Haas.

16:48 - Semaforo verde in fondo alla pit lane! Inizia l'ultima fase della qualifica! Inizia la battaglia per la pole position!! Leclerc ha risparmiato un set di Soft nuove in Q2. La Soft rientra nei piani della strategia di gara.

16:46 - 2 Red Bull, 2 Mercedes, 2 Ferrari, 2 Haas, 1 Alfa Romeo e 1 McLaren in Q3.

16:45 - La classifica della Q2. Gli eliminati: 11° Norris (McLaren), Ocon (Alpine), Tsunoda (AlphaTauri), Gasly (AlphaTauri), Zhou (Alfa Romeo).

GP Spagna 2022, Risultati Q2

16:42 - Leclerc si salva in settima posizione. Cancellato il crono di Norris che aveva raggiunto la Top-10. Schumacher ottiene il 10° piazzamento accedendo con la Haas in Q3, P5 per il compagno Magnussen.

16:40 - Sainz si mette momentaneamente in testa 1'19''453, ma poi arriva Verstappen: 1'19''219.

16:40 - Bandiera a scacchi!!

16:39 - Ocon sale in P11. 

16:37 - Russell, Hamilton e Leclerc restano ai box. Gomma nuova per tutti tranne per Perez e Bottas che usano Soft usata.

16:35 - Tutti ai box. La classificagomme usate per Leclerc, Verstappen, Sainz.

GP Spagna 2022, tempi Q2

16:32 - Leclerc in P4 con gomme usate: 1'19''969, Sainz in P7: 1'20''386 anche lui con Soft usate. Verstappen in P6: 1'20''109 (C3 usate). Grande crono di Leclerc.

16:33 - 1'19''830 Perez, terzo tempo.

16:31 - 1'19''794 per Hamilton, battuto da Russell: 1'19''470

16:29 - Tutte le vetture sono sul tracciato.

16:28 - Sono Hamilton, Russell e Schumacher i primi a scendere in pista.

16:27 - Assoluto silenzio nei primi due minuti di questa sessione.

16:25 - Semaforo verde! Inizia la Q2!! 15 minuti a disposizione per ottenere un posto in top ten!

16:23 - A breve inizieranno le Q2. Ricordiamo che i piloti potranno disputare detta sessione tranquillamente con mescola Soft, i conducenti da quest'anno hanno scelta libera di mescola al via della gara.

16:21 - Gli esclusi del Q1 sono: 16° Vettel (Aston Martin), Alonso (Alpine), Stroll (Aston Martin), Albon (Williams) e Latifi (Williams).

GP Spagna 2022, risultati Q1

16:19 - Norris in P14, Ocon si salva chiudendo in P15. Eliminato invece Fernando Alonso. Escluse entrambe le Aston Martin, tanto criticate all'inizio del weekend per la somiglianza con la Red Bull.

16:18 - Zhou in P9, Schumacher in P10, Ricciardo lo scavalca facendolo scivolare in P11.

16:18 - Bandiera a scacchi!! Magnussen si porta in P5.

16:15 - Si torna in pista per l'ultimo tentativo. Restano all'interno dei propri garage Leclerc, Sainz, Verstappen Perez ed Ocon. Esteban si trova in decima posizione con un 1'20''880... Rischia l'Alpine

16:13 - Poco più di 4 minuti al termine, tutti ai box.

16:12 - Perez in settima posizione anche alle spalle di Bottas. Questa la classifica.

G Spagna 2022, Q1

16:11 - P4 per Russell: 1'20''218, P5 Hamilton: 1'20''252

16:10 - Stroll (Aston Martin) finisce sul tacquino dei commissari per unsafe release su Norris.

16:08 - Sainz balza al comando: 1'19''892, ma poi Leclerc riesce ad avere la meglio con un grande terzo settore: 1'19''861. 1-2 Ferrari.

16:07 - 1'20''091. Verstappen in testa, giro con qualche imperfezione.

16:06 - 1'20''447 per Sergio Perez. Ferrari e Mercedes on track.

16:04 - 1'21''065 per Zhou. Perez e Verstappen in pista.

16:02 - Si lavora ancora in casa Haas dopo il problema avuto all'assale posteriore con il sistema frenante. Corsa contro il tempo per mandare Mick in pista.

16:01 - Zhou, Tsunoda e Gasly i primi a scendere in pista. Gomma Soft.

16:00 - Semaforo verde in fondo alla pit lane! 18 minuti a disposizione dei piloti per centrare il passaggio in Q2!! Inizia la Q1!!!

15:57 - Ancora tre minuti e a Barcellona si tornerà a sentire il rombo dei motori.

15:53 - Condizioni meteo: cielo sereno, temperatura pista 47°C, ambiente 35°C, umidità 21%.

15:52 - A seguito dei problemi evidenziatisi nel sistema freni della Haas di Schumacher, i meccanici hanno deciso di andare a sostituire la trasmissione in via precauzionale.

15:50 - Buon pomeriggio amici e amiche appassionate. Iniziamo ad addentrarci nella diretta di queste seste qualifiche stagionali.

Foto: Ferrari

]]>
Sat, 21 May 2022 16:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10142/1/live-qualifiche-gp-spagna-2022 https://www.formula1.it/admin/foto/live-qualifiche-gp-spagna-2022-10142-1.jpg
Prove Libere 3 GP Spagna 2022: Leclerc si conferma il più veloce, oggi anche nel passo gara https://www.formula1.it/news/10141/1/prove-libere-3-gp-spagna-2022-leclerc-si-conferma-il-piu-veloce-oggi-anche-nel-passo-gara La terza sessione di libere a Barcellona inizia sotto le seguenti condizioni meteo: cielo sereno, temperatura asfalto 42°C, ambiente 30°C, umidità 36%. Nei primi minuti da mettere in evidenza due problemi tecnici: del fumo uscente dall'AlphaTauri di Gasly blocca il francese ai box per tutta la sessione, mentre un inciendio derivante da un aumento delle temperature al freno posteriore destro della Haas mette fine all'attività di Schumacher (in via precauzionale ai box si è deciso di sostituire il cambio sulla vettura del tedesco).

Riepilogo tempi dopo il primo tentativo. Gomme Hard per Tsunoda, Medie per Ricciardo, Magnussen, Norris, Stroll, Vettel e Schumacher, gli altri su Soft. Senza crono Gasly.

Prove libere 3, GP Spagna 2022

Nella seconda metà della sessione i piloti escono con gomme Soft nuove per effettuare le consuete simulazioni di qualifica, questa la classifica che ne segue.

Classifica finale PL3

Prove libere 3, GP Spagna 2022

La Ferrari sistema il passo gara

La storica Scuderia italiana è stata l'unica dei tre top team ad andare a simulare il passo con carico di carburante a bordo. Era necessario togliersi dei dubbi dopo i problemi riscontrati ieri nella gestione gomme. Questo il passo di Leclerc con gomme Soft: 1'24''605, 1'24''974, 1'25''108, 1'25''162, 1'25''747, 1'25''795, 1'25''705, 1'25''782. Con un bel 1'25''366 stampato in chiusura.

Ritmo molto promettente quello della Ferrari oggi se consideriamo che ieri Perez a parità di gomma aveva auto un ritmo medio attestatosi sull'126''3. 1'26''0 per Verstappen su Media. L'impressione è che la Soft potrebbe tornare utile anche in gara domani (qui l'analisi dei tempi realizzati ieri).

Affatto niente male nemmeno il ritmo di Sainz, seppur più lento di quello del monegasco: 1'25''137, 1'25''365, 1'25''206, 1'25''361, 1'25''663, 1'25''772, 1'26''005, 1'26''566. Ovviamente in tutto ciò 'pesa' anche il carico di carburante. Non essendo a conoscenza dei livelli di combustibile a bordo delle vetture la nota positiva è che la Rossa dovrebbe aver risolto i problemi di gestione degli pneumatici. 

P.S: La Mercedes si conferma in lotta per le prime posizioni: i 6 piloti delle tre squadre di testa sono racchiusi in meno di mezzo secondo. Sarà una qualifica interessante. Diretta a partire dalle 16:00.

Foto: Ferrari

]]>
Sat, 21 May 2022 14:10:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10141/1/prove-libere-3-gp-spagna-2022-leclerc-si-conferma-il-piu-veloce-oggi-anche-nel-passo-gara https://www.formula1.it/admin/foto/prove-libere-3-gp-spagna-2022-10141-1.jpg
LIVE - Prove Libere 3 GP Spagna 2022 https://www.formula1.it/news/10139/1/live-prove-libere-3-gp-spagna-2022 Buon pomeriggio amici e amiche di Formula1.it e bentrovati per la diretta di questa terza sessione di prove libere sul tracciato del Montmelò. Nella giornata del venerdì, la Ferrari ha mostrato un buon ritmo nelle prove di qualifica con qualcosa da mettere a punto a livello di passo gara e gestione delle gomme (qui l'approfondimento).

Problema inverso invece per la Red Bull: performante nelle simulazioni high fuel, ma con prestazioni ancora da trovare nel giro singolo. Entrambe sono alla ricerca del miglior compromesso. Tra loro potrebbe inserirsi la Mercedes, autrice di un ottimo venerdì. Vedremo se oggi sarà in grado di confermare quanto visto ieri, o se si ritroverà ancora una volta a fare il 'gambero' proprio come accaduto due settimane fa a Miami. Gli aggiornamenti, almeno per il momento, sembrerebbero dare i loro frutti sulla W13.

Di seguito le mescole messe a disposizione per l'evento dalla Pirelli: White C1, Medium C2 e Soft C3 (foto: Twitter, Pirelli). Nomination più conservativa in vista dell'appuntamento spagnolo.

Pirelli, GP Spagna 2022

Alle 13:00 il via alla terza sessione di libere sul traciato del MontmelòDi seguito tutti gli aggiornamenti.


Live

14:05 - Per ora è tutto. Grazie per essere stati con noi. Appuntamento alle 16:00 per le qualifiche del GP di Spagna. Buon proseguimento di giornata.

14:02 - Termina qui dunque anche l'ultima sessione di libere. Leclerc si conferma più veloce sul giro di qualifica, promettente il passo gara. Questa la classifica.

Prove libere 3, GP Spagna 2022

14:00 - Bandiera a scacchi! Leclerc chiude con un ottimo 1'25''366.

13:59 - Passo gara Sainz: 1'25''137, 1'25''365, 1'25''206, 1'25''361, 1'25''663, 1'25''772, 1'26''005, 1'26''566.

13:56 - Passo gara Leclerc su gomma Soft: 1'24''605, 1'24''974, 1'25''108, 1'25''162, 1'25''747, 1'25''795, 1'25''705, 1'25''782. Ritmo molto promettente quello della Ferrari oggi. L'impressione è che la Soft potrebbe tornare utile anche in gara domani (qui i tempi realizzati ieri).

13:52 - Sesto Perez: 1'20''260. 488 millesimi racchiudono i primi sei piloti.

13:50 - Secondo posto per Verstappen a 72 millesimi da Leclerc: 1'19''844. Hamilton monta un ulteriore set di Soft e porta la Mercedes in P4 alle spalle di Russell: 1'20''002.

13:46 - Leclerc inizia probabilmente la propria simulazione di passo gara con gomma Soft. Le Red Bull escono ora con un set nuovo di pneumatici.

13:43 - Squillo della Mercedes con Russell: 1'19''920 (seconda posizione per l'inglese).

13:39 - Hamilton scavalca Russell, ma non Magnussen e Bottas: 1'20''890 (P7 per il britannico)

13:38 - Magnussen in P5 con un 1'20''646, Bottas in P6 con un 1'20''794.

13:36 - Carlos dura poco al comando perché arriva Leclerc: 1'19''772 (357 millesimi il gap fra i due)

13:36 - Sainz in testa: 1'20''129

13:35 - Le Ferrari lasciano i box con mescola Soft nuova.

13:33 - Riepilogo tempi dopo il primo tentativo. Gomme Hard per Tsunoda, Medie per Ricciardo, Magnussen, Norris, Stroll, Vettel e Schumacher, gli altri su Soft. Senza crono Gasly alle prese con un problema alla power unit.

Migliora Hamilton portandosi in P6: 1'21''170 (Soft usate)

Prove libere 3, GP Spagna 2022

13:28 - Verstappen fa registrare il miglior riferimento nel T1: 1'20''475. L'olandese è secondo.

13:27 - P3 per Perez: 1'20''541

13:26 - Hamilton ha avuto problemi con il DRS nel corso del suo giro veloce, non si è aperto. Perso circa mezzo secondo nella circostanza.

13:25 - Verstappen lascia i box.

13:23 - 1'20''649 per Sainz, 1'20''401 Leclerc. Non migliorano le due Ferrari.

13:21 - Russell sale in P3: 1'21''129, Hamilton in P6 alle spalle di Bottas e Ocon: 1'21''500. P7 per Perez: 1'21''518.

13:19 - Scendono in pista le due Mercedes e Sergio Perez. Resta ai box Verstappen.

13:17 Leclerc in testa: 1'20''278 (S). Il monegasco colora di viola il T1 e il T2 lasciando il T3 al compagno Sainz.

13:16 - Sainz al comando: 1'20''484 (S).

13:16 - Si lanciano le Ferrari con le Soft.

13:15 - Resiste il tempo di Bottas. Seconda posizione per Alonso: 1'21''775 

13:13 - Problema ai freni per Schumacher. Il tedesco rientra ai box con la posteriore destra in fiamme.

13:11 - Scarsa attività al momento. Soltanto Bottas, Magnussen (M), Tsunoda (H) e Schumacher (M) al lavoro. Si aggiunge ora Alonso con gomma Soft.

13:06 - Le Aston Martin tornano a girare con le Medie dopo una breve sosta ai box. Bottas al comando: 1'21''326 (penumatici Soft). Ieri Leclerc ha girato in 1'19''670.

13:04 - 1'23''641 il crono con cui Lando Norris apre la giornata. Problemi al box AlphaTauri. Fumo in uscita dal retrotreno della monoposto di Gasly.

13:01 - Norris inizia l'attività con gomme Medie, il britannico deve recuperare il tempo perso ieri a causa di un errore che ha rovinato il fondo della sua vettura. Hard invece per Ricciardo, Stroll, Vettel e Gasly che però rientra ai box.

13:00 - Subito in pista le due McLarren e Gasly.

13:00 - Semaforo verde! Inizia la terza sessione di libere al Montmelò!

12:54 - Prove comparative alla ricerca del miglior set-up in Ferrari. Si lavorerà per migliorare la gestione delle gomme mantenendo allo stesso tempo delle buone performance per la qualifica.

12:53 - Condizioni meteo: cielo sereno, temperatura asfalto 42°C, ambiente 30°C, umidità 36%.

12:51 - Lavori notturni in Ferrari, i meccanici che hanno deciso di sostituire il telaio sulla vettura dello spagnolo Carlos Sainz a seguito di un problema nel sistema di alimentazione (qui i dettagli).

12:50 - Buon pomeriggio amici e amiche appassionate. Ci siamo quasi, alle 13:00 l'inizio delle ultime libere prima delle qualifiche.

Foto: Ferrari

]]>
Sat, 21 May 2022 13:00:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10139/1/live-prove-libere-3-gp-spagna-2022 https://www.formula1.it/admin/foto/live-prove-libere-3-gp-spagna-2022-10139-1.jpg
Pat Fry: «Lo sviluppo del fondo rende 10 volte di più di quello dell'ala anteriore» https://www.formula1.it/news/10140/1/pat-fry-lo-sviluppo-del-fondo-rende-10-volte-di-piu-di-quello-dell-ala-anteriore Con il budget cap, tutti i team hanno dovuto dare priorità alle aree di sviluppo che portano maggiori vantaggi. Tradizionalmente, le ali anteriori e le appendici sono sempre state al centro dell'attenzione dei team che cercano di ottenere prestazioni.

Secondo Fry, un nuovo design del fondo costa a un team più o meno quanto una nuova ala anteriore, ma il primo offre un guadagno molto più significativo rispetto all'investimento.

Per quanto riguarda il costo potenziale di una nuova ala anteriore, ha dichiarato: "Quando hai investito in questo progetto e sei arrivato a non so, 700.000 dollari, per costruire gli strumenti e fare tutto il resto, hai trovato le stesse prestazioni che ne puoi trovare dal fondo. E chiaramente il fondo è 10 volte più performante, al momento. Ovviamente, siamo anche limitati dalle risorse. Quindi è più facile per noi inserire questo aspetto in un aggiornamento del fondo piuttosto che in un'ala anteriore".

Pat Fry sugli aggiornamenti di Alpine

Fry ha sottolineato che si possono ancora ottenere enormi vantaggi dai fondi man mano che i team imparano a conoscere meglio le loro vetture 2022, ed ha risposto in merito a quale sia la parte che un team dovrebbe sviluppare:

"Penso che sia lo stesso per tutti, è il fondo e credo anche la forma della carrozzeria superiore per dare energia al flusso sul fondo, che lavorano a stretto contatto. Le ali anteriori sono un po' meno sensibili di un tempo, perché un tempo le ali erano molto performanti. Abbiamo in programma delle modifiche all'ala anteriore, ma la produzione di un'ala anteriore è un componente piuttosto costoso, quindi deve guadagnarsi il suo posto. L'ala anteriore ha un costo simile a quello di un pavimento. E al momento, le prestazioni del pavimento sono 10 volte superiori. Quindi continuerò a fare questi lavori".

Fry dice che tutti i team devono calcolare dove spendere al meglio i loro fondi limitati, cercando di rimanere entro i limiti del budget.

"È un equilibrio. Anni fa, anche quando ero alla Ferrari, avevamo un grafico delle prestazioni in termini di costi, ma questo serviva a impedirci di fare cose folli e costosissime! Non è che fossimo limitati finanziariamente, ma bisognava controllare le risorse e produrre le cose. Quindi si tratta di un equilibrio, oltre che di costi, di ciò che possiamo produrre fisicamente. E credo che potremmo sempre mettere fuori più roba, ma questo comporta un costo ancora più alto. Quindi si tratta solo di un equilibrio. Penso che ogni squadra abbia un costo delle prestazioni, come lo chiamo io. In questo modo si ha un'idea del costo di un componente e di quanti punti di deportanza si devono trovare per renderlo sensato".

Alpine ha optato per aggiornamenti regolari piuttosto che per un pacchetto più significativo e a Barcellona ha portato modifiche che includono l'ala anteriore, con ulteriori aggiornamenti al fondo che sono in arrivo.

 "In effetti ci sono alcuni dettagli sul design della piastra terminale dell'ala anteriore, alcune piccole cose sul fondo, e soprattutto l'ala posteriore e i condotti dei freni posteriori sono le novità che abbiamo portato qui", ha detto Fry. 

"L'ala posteriore serve per ottenere il livello di deportanza necessario qui e ovviamente a Monaco. I condotti dei freni posteriori sono solo uno sviluppo su cui abbiamo lavorato".

Le parole di Fry vanno un po' contro corrente rispetto ai tanti sviluppi che molti team hanno concentrato proprio sulle ali e sulla gestione del flusso sopra scocca. Il motivo è semplice: il porpoising riduce le potenzialità della deportanza ottenuta dall'effetto suolo associato al fondo e per questo motivo adesso i team cercano di ottenere il massimo carico possibile anche dalle ali e dal flusso sulle pance, come ha fatto dall'inizio la Ferrari. Vedremo chi avrà ragione.

Articolo originale su autosport.com

]]>
Sat, 21 May 2022 12:40:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10140/1/pat-fry-lo-sviluppo-del-fondo-rende-10-volte-di-piu-di-quello-dell-ala-anteriore https://www.formula1.it/admin/foto/pat-fry-lo-sviluppo-del-fondo-rende-10-volte-di-piu-di-quello-dell-ala-anteriore-10140-1.jpg
Chi è Juri Vips, il talento estone della Red Bull https://www.formula1.it/news/10102/1/chi-e-juri-vips-il-talento-estone-della-red-bull Nella giornata di ieri la Red Bull ha schierato Juri Vips al posto di Sergio Perez nelle prime Prove Libere del Gran Premio di Spagna, sbloccando uno dei due slot obbligatori voluti dalla FIA per permettere ai piloti emergenti di affacciarsi ai massimi livelli. Per l'estone non è stato il debutto assoluto in Formula 1, dal momento che ha già partecipato a due sessioni di pratica tra 2020 e 2021. Ma chi è, nel dettaglio, Juri Vips?

Chi è Juri Vips

juri vips red bull

Jüri Vips è nato a Tallinn il 10 agosto del 2000. Avvicinatosi ai motori grazie ai fratelli, alla tenera età di 11 anni ha partecipato per la prima volta al campionato estone di kart. Nel 2014, si è aggiudicato il titolo mondiale Rotax MAX Challenge, nella sezione Junior. Nel 2016, ha partecipato al campionato italiano di Formula 4, venendo premiato come rookie dell'anno, e all'ADAC Formula 4 Championship. Le buone prestazioni sfoderate hanno fatto sì che la Prema gli rinnovaase il contratto per il 2017 e lui ha ripagato il team con la vittoria del Campionato ADAC.

Sempre nel 2017, Vips ha partecipato alle tre gare dell'ultima tappa ad Hockenheim della Formula 3 europea, guidando per la Motopark. Con la stessa scuderia l'estone ha disputato tutta la stagione 2018, entrando poi ufficialmente nella Red Bull Junior Team in vista del Gran Premio di Macao.

Nel dicembre 2018, Vips ha ottenuto un sedile presso l'Hitech Grand Prix, che gli ha permesso di disputare il suo primo (e unico) campionato di Formula 3, oltre ad una seconda edizione del Gran Premio di Macao, in cui l'estone ha ottenuto la pole position e il secondo posto in gara. Terminata la stagione con un quarto posto, Vips ha disputato la sua prima gara di Super Formula, sostituendo a Suzuka il pilota Patricio O'Ward. Quindi, a fine 2019, è entrato a far parte della Mugen Motorsports per il campionato di Super Formula 2020, non potento tuttavia prendere parte ai primi appuntamenti stagionali, a causa delle restrizioni nei voli internazionali legate alla pandemia di COVID-19. Per ovviare, Vips è stato iscritto al campionato di Formula 3 europea regionale con la scuderia KIC Motorsport. Nell'estate 2020 l'estone è stato arruolato dalla scuderia DAMS in Formula 2 per sostituire l'infortunato Sean Gelael, e nel Gran Premio della Toscana ha conquistato i suoi primi punti e il suo primo podio nella categoria.

Intanto, nel novembre 2020, Vips ha ottenuto la Superlicenza della FIA dopo aver completato un test di 300 km, guidando la Red Bull RB8 al Circuito di Silverstone. Il 12 novembre le scuderie di Formula 1 Red Bull e AlphaTauri lo hanno ingaggiato come pilota di riserva in occasione del Gran Premio di Turchia e in seguito per i Gran Premi futuri della stagione.

Nel mese di gennaio dell'anno successivo, invece, è stato annunciato come pilota del team Hitech Grand Prix. Vips ha centrato la sua prima vittoria in Formula 2 nella seconda gara sul Circuito di Baku, bissando anche nella Feature Race nello stesso weekend. Alla fine, il suo bottino ha compreso altri tre podi, due secondi posti, 120 punti, totali e il sesto posto nella classifica finale. Visto i buoni risultati della stagione precedente Vips è stato confermato dal team Hitech Grand Prix per la stagione 2022. Attualmente è all'ottavo posto con 30 punti.

Foto copertina Instagram Juri Vips; Foto interna Twitter Red Bull

]]>
Sat, 21 May 2022 11:05:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10102/1/chi-e-juri-vips-il-talento-estone-della-red-bull https://www.formula1.it/admin/foto/chi-e-juri-vips-il-talento-estone-della-red-bull-10102-1.jpg
Gap di oltre 2 secondi tra Hard e Soft, Isola: «Le strategie ne risentiranno» https://www.formula1.it/news/10138/1/gap-di-oltre-2-secondi-tra-hard-e-soft-isola-le-strategie-ne-risentiranno I dati emersi dalle libere sostenute a Barcellona parlano di un grande degrado, anteriore sinistra la gomma più sollecitata, e di una differenza prestazionale tra le mescole davvero significativa. Dal momento che il circuito del Montmelò è famoso per mettere a dura prova gli pneumatici, la Pirelli ha pensato di nominare le mescole più dure del lotto portando le Hard C1, le Medie C2 e le Soft C3.

Nessuno però avrebbe mai creduto che si potessero vedere dei gap così elevati: oltre 1 secondo tra la rossa e la gialla, mentre quasi 2 secondi e mezzo tra la più morbida e la più dura a banda bianca (di seguito l’immagine riepilogativa rilasciata dal costruttore di pneumatici).

Gap mescole, GP Spagna 2022

Le considerazioni di Mario Isola

“Le sessioni di prove libere sono andate abbastanza come da previsione: dopo il Bahrain, questo è stato il primo grande circuito a presentare degli alti livelli di degrado. Le temperature della pista hanno raggiunto il picco di quasi 50 gradi al pomeriggio. Le gomme ne hanno risentito: soprattutto per la mescola Soft”, ha affermato il direttore motorsport Pirelli alle colonne ufficiali dell’azienda.L’anteriore sinistra è stata quella più sollecitata e questo sarà il fattore limitante che porterà probabilmente a una gara a due soste per la maggior parte dei piloti”.

Il grande punto di domanda è come verranno fatte queste due soste. I team dovranno gestire con molta attenzione l'allocazione pneumatici per arrivare alla gara con i pneumatici che vorranno utilizzare, tenendo presente anche che devono avere obbligatoriamente a disposizione un set di Medium e uno di Hard. Nelle prove libere abbiamo visto dei gap piuttosto ampi tra le mescole, un po' più di quanto ci saremmo aspettati per questo fine settimana. Questo influenzerà sicuramente anche le decisioni a livello di strategie, ha concluso.

Foto: Twitter, Pirelli

]]>
Sat, 21 May 2022 10:50:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10138/1/gap-di-oltre-2-secondi-tra-hard-e-soft-isola-le-strategie-ne-risentiranno https://www.formula1.it/admin/foto/gap-di-oltre-2-secondi-tra-hard-e-soft-isola-le-strategie-ne-risentiranno-10138-1.jpg
Ferrari - Problemi sulla monoposto di Sainz, cambiato lo chassis https://www.formula1.it/news/10137/1/ferrari-problemi-sulla-monoposto-di-sainz-cambiato-lo-chassis Per Carlos il GP di casa è particolarmente importante e nell'ultima mezzora di ieri ha sentito qualcosa che non andava. Dopo aver parlato con la squadra sono stati effettuati attenti controlli e sembra essere stato identificato un problema al sistema di alimentazione che ha richiesto la sostituzione dell'intero chassis. I tecnici di Maranello hanno quindi lavorato tutta la notta sulla F1-75 che il pilota spagnolo potrà portare in pista senza problemi già nelle FP3 previste per le 13.00, ora locale.

Oltre al problema tecnico, i ragazzi Ferrari hanno lavorato per impostare un setup in grado di attenuare il problema del degrado anomalo delle gomme notato ieri durante i giri in simulazione passo gara. A Maranello hanno valutato alcune soluzioni che hanno dato buoni riscontri al simulatore e che probabilmente comporteranno un ulteriore aumento del carico alare, sacrificando la buona velocità massima vista ieri ma preservando le gomme nei tratti misti.

Cambiato il telaio sulla Ferrari di Sainz in Spagna

Per questo nelle prime libere di oggi probabilmente vedremo soluzioni differenti sulle due monoposto di Charles e Carlos, con test comparativi utili per trovare il miglior compromesso per qualifiche e gara.

Sainz non è l'unico pilota ad aver dovuto cambiare il telaio sulla sua monoposto in vista delle FP3 qui in Spagna.

La McLaren è stata costretta a cambiare la cellula di sopravvivenza sulla vettura di Lando Norris a causa dei danni riscontrati dal team sulla parte inferiore della vettura dopo il salto sui cordoli di ieri.

La FIA ha inoltre confermato che sia la Ferrari che la McLaren hanno violato il coprifuoco per completare la sostituzione, usufruendo della prima delle due eccezioni previste per la stagione.

Foto Twitter Duchessa, Motorsport.com

]]>
Sat, 21 May 2022 10:05:56 +0000 https://www.formula1.it/news/10137/1/ferrari-problemi-sulla-monoposto-di-sainz-cambiato-lo-chassis https://www.formula1.it/admin/foto/ferrari-problemi-sulla-monoposto-di-sainz-cambiato-lo-chassis-10137-1.jpg
Sainz cerca la vittoria in patria, Leclerc è disposto a perdere? Il pensiero dei piloti https://www.formula1.it/news/10136/1/sainz-cerca-la-vittoria-in-patria-leclerc-e-disposto-a-perdere-il-pensiero-dei-piloti Le prossime due gare segneranno dei momenti importanti per i piloti della Ferrari. Carlos Sainz ha la sua prima grande opportunità quest'anno di vincere il proprio GP di casa a Barcellona (sarebbe la prima vittoria in carriera), mentre Charles Leclerc andrà alla ricerca dello stesso obiettivo la prossima settimana a Monte Carlo.

Così, intervistato da 'Sky Sport F1' a Sainz è stato chiesto di esprimere le proprie sensazioni in vista del weekend e di rivelare se stesse pensando a come sarebbe salire sul gradino più alto del podio domenica davanti ai propri tifosi: "Vincere a casa sarebbe un sogno. Soprattutto quest'anno che sono alla guida di una Ferrari competitiva. La vera domanda sarebbe perché non dovrei sperarci? Cercheremo di sfruttare al massimo ogni opportunità. Vogliamo divertirci e proveremo a vincere".

Il pensiero di Charles al riguardo

Dall'altro lato, i sogni di Carlos si scontrano con i sgni iridati del compagno Leclerc. Alla domanda se sarebbe contento di fare una doppietta condotta da Sainz qui al Montmelò, il monegasco ha risposto: "Sicuramente sarei soddisfatto... Però poi dopo vorrei che arrivassero altre doppiette, io al primo posto e lui al secondo. Anche in quel caso sarei piuttosto contento", ha affermato Charles ai microfoni di 'Sky Sport F1' ridendo.

Charles Leclerc, GP Spagna 2022

"Ovviamente per Carlos questa è una settimana speciale, come lo sarà per me la prossima. Il mio augurio è quello che entrambi possiamo avere dei buon weekend perché ci teniamo a fare bene nelle rispettive gare di casa" ha concluso il pilota della Ferrari N.16.

Foto: Ferrari

]]>
Sat, 21 May 2022 09:50:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10136/1/sainz-cerca-la-vittoria-in-patria-leclerc-e-disposto-a-perdere-il-pensiero-dei-piloti https://www.formula1.it/admin/foto/sainz-cerca-la-vittoria-in-patria-leclerc-sarebbe-disposto-ad-aiutarlo-il-pensiero-dei-piloti-10136-1.jpg
GP Spagna, chi 'comanda' a Barcellona? La doppia classifica https://www.formula1.it/news/10085/1/gp-spagna-chi-comanda-a-barcellona-la-doppia-classifica Dopo aver fatto tappa su diverse piste, il Gran Premio di Spagna ha esordito sul circuito di Barcellona nel 1991, e successivamente non ha mai più cambiato la sua sede. Alla vigilia della trentaduesima edizione dell'evento, si prevede ancora una lotta serrata tra Ferrari e Red Bull, autentiche dominatrici di questo inizio stagione 2022.

Ma qual è la squadra che nel corso della storia ha ottenuto i migliori risultati in terra catalana? Scopriamolo insieme.

"Furie Rosse" a Barcellona. Ma Mercedes e Renault...

ferrari michael schumacher

I dati ci dicono che la migliore squadra sul circuito di Barcellona dal 1991 ad oggi è stata la Ferrari. la Scuderia di Maranello, infatti, ha centrato ben otto vittorie (Michael Schumacher 1996, 2001, 2002, 2003, 2004; Felipe Massa 2007; Kimi Raikkonen 2008; Fernando Alonso 2013).

Tuttavia, sono ormai diversi anni che un pilota della Rossa manca dal gradino più alto del podio. E non si può non considerare il fatto che, oltre ad aver trionfato in sette delle ultime otto edizioni, la Mercedes con il proprio motore ha portato al successo la McLaren (Mika Hakkinen 1998, 1999, 2000; Kimi Raikkonen 2005) e la Brawn GP (Jenson Button 2009). 

Da non dimenticare anche exploit della Williams, vincitrice delle prime quattro edizioni dell'evento con Nigel Mansell (1991, 1992), Alain Prost (1993) e Damon Hill (1994), e più recentemente con Jacques Villeneuve (1997) e Pastor Maldonado (2012).

Le classifiche costruttori e motori

Costruttori

1) Ferrari 8
2) Mercedes 7
3) Williams 6
4) McLaren 4
5) Red Bull 3
6) Brawn GP, Renault e Benetton 1

Motori

1) Mercedes 12
2) Renault 10
3) Ferrari 8

NUMERI E STORIE DEL GP DI SPAGNA

Foto (entrambe) Twitter Sky

]]>
Sat, 21 May 2022 09:35:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10085/1/gp-spagna-chi-comanda-a-barcellona-la-doppia-classifica https://www.formula1.it/admin/foto/gp-spagna-chi-comanda-a-barcellona-la-doppia-classifica-10085-1.jpg
PL2 GP Spagna 2022 - Analisi passo gara: svetta Verstappen, Sainz tiene vive le speranze Ferrari https://www.formula1.it/news/10135/1/pl2-gp-spagna-2022-analisi-passo-gara-svetta-verstappen-sainz-tiene-vive-le-speranze-ferrari Nonostante Barcellona sia una pista molto conosciuta da team e piloti, nel corso delle seconde prove libere i team hanno comunque richiesto ai piloti di percorrere molti giri con tanto carico di carburante a bordo. Anzi, proprio su un tracciato così noto, era importante restare in pista il più possibile in modo da raccogliere il numero più consistente di dati possibile. Indispensabili per poter fare delle accurate comparazioni con quelli raccolti a febbraio durante la sessione di test invernale.

Cruciale la gestione gomme in gara

Dai tempi mostrati e dai giri effettuati possiamo dedurre due cose. Intanto che il degrado giocherà un aspetto importante domenica. Bastano poche tornate affinché le performance inizino a mostrare un importante decadimento. Saper gestire le gomme sarà dunque l’aspetto più importante del GP. I conducenti che dovranno prendersi particolarmente cura della gomma anteriore sinistra, lo pneumatico più sollecitato sul tracciato del Montmelò.

Visto l’alto degrado, Isola e la Pirelli prevedono che la strategia vincente, a Barcellona, sarà ancora una volta (leggi qui) quella di impostare la gara su due soste. Da capire ancora che ruolo possa avere la C1 Hard, dal momento che quasi nessuno ha testato il suo comportamento nel corso delle seconde libere.

Sorprendono Sainz e Perez con la mescola più morbida

La C3 Soft invece potrebbe essere un’interessante opzione. Stupisce in tal senso lo stint effettuato da Perez, che con mescole già utilizzate per 10 tornate è riuscito a compiere ulteriori 11 passaggi mantenendo un passo medio attestatosi sull’1’26’’394, 3 decimi al giro più lento di quello di Max su gomma C2 Media (ricordiamo che a causa dello stress imposto dal circuito sulle gomme, Pirelli ha deciso di portare le tre mescole più dure della gamma in Spagna).

passo gara, prove libere 2, GP Spagna 2022

Molto bene anche Sainz, che sulla medesima tipologia di pneumatico tiene vive le speranze della Ferrari. Il suo passo è persino più veloce del rivale messicano: 1’26’’316. C’è da dire però che le mescole del pilota di casa erano in uno stato migliore di quelle di Checo (contavano 5 giri in meno all’inizio dello stint, che sulle Soft non è poco).

Verstappen il più rapido su Medie

Il conducente più rapido su mescola C2 Media è stato Max Verstappen: ritmo medio sull’1’26’’073. Ad oggi è certamente il campione del mondo in carica il pilota da battere. Tuttavia, le performance in qualifica non sono state altrettanto buone, con l’olandese che ha già affermato che dovrà lavorare ad un compromesso per poter centrare una buona posizione di partenza. Essenziale in Spagna dal momento che i sorpassi sono storicamente piuttosto complicati (c’è attesa nel vedere se la situazione sia migliorata grazie ai concetti delle vetture 2022).

Ferrari deve migliorare nella gestione delle Medie

Bene le Mercedes di Hamilton e Russell, molto costanti e poco distanti dalla Ferrari di Sainz. Decisamente peggiore il ritmo di Leclerc che però segna un ottimo crono con gomme Soft nuove nel finale. Un errore a livello di set-up sembrerebbe essere all’origine della scarsa competitività e di una non efficiente gestione delle gomme vista sulle monoposto del Cavallino. Lo ha riferito anche Sainz al termine delle seconde libere: le regolazioni effettuate al termine delle PL1 non sono andate nella giusta direzione (leggi qui). Vedremo se la squadra riuscirà oggi a ritornare sui propri passi e migliorare la situazione in vista della gara di domani.

I migliori degli altri

Alle spalle di Red Bull, Ferrari e Mercedes troviamo un’AlphaTauri piuttosto in forma con Gasly e un’arrembante McLaren con Ricciardo. Bene Vettel (Aston Martin), soprattutto con le Soft. Alonso (Alpine) leggermente più staccato. Potrebbero essere queste le vetture che si contenderanno i restanti punti all’interno della top-10. Gli aggiornamenti portati dall’Aston Martin e dalla McLaren sembrerebbero dare i loro frutti…

Sarà una gara dunque, in cui conterà molto gestire le gomme. Due soste la strategia più probabile, magari attraverso l’utilizzo di due set di Medie ed uno di Soft. Anche una tattica in cui siano coinvolte tutte le tipologia di compound potrebbe riscuotere particolare successo. Quel che è certo, e lo possiamo vedere attraverso il tempo fatto segnare da Leclerc proprio nel finale su mescola C3, l’undercut sarà particolarmente potente.

Foto: Ferrari

]]>
Sat, 21 May 2022 08:50:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10135/1/pl2-gp-spagna-2022-analisi-passo-gara-svetta-verstappen-sainz-tiene-vive-le-speranze-ferrari https://www.formula1.it/admin/foto/pl2-gp-spagna-2022-analisi-passo-gara-svetta-verstappen-sainz-tiene-vive-le-speranze-ferrari-10135-1.jpg
Ferrari, bene gli sviluppi, male la gestione gomme. Leclerc: Molto lavoro da fare https://www.formula1.it/news/10134/1/ferrari-bene-gli-sviluppi-male-la-gestione-gomme-leclerc-molto-lavoro-da-fare È un venerdì a due facce, quello del Gran Premio di Spagna, per la scuderia Ferrari, che dalla complessa giornata di prove libere sul circuito alle porte di Barcellona ha portato a casa alcune certezze, specie in merito alla bontà degli sviluppi introdotti, ma anche vari grattacapi a cui porre rimedio, per presentarsi in qualifica, e poi in gara, nel migliore stato di forma possibile per tenere viva la battaglia mondiale con Red Bull.

Come detto, dal Venerdì di Barcellona, chiuso con il miglior crono sia nelle FP1 che nelle FP2, per la Ferrari sono emersi dati incoraggianti in merito agli upgrade aerodinamici introdotti sulla F1-75.
Sviluppi che hanno visto il debutto di un nuovo fondo (rivisto nel bordo laterale del marciapiede e nel bordo d'entrata del tunnel Venturi) per aumentare il carico e ridurre il porpoising, di nuovi brake-duct e triangoli della sospensione anteriore per ridurre il drag e infine di una nuova ala posteriore a maggior carico con un "cucchiaio" meno pronunciato per favorire l'efficienza.
Aggiornamenti che sembrano aver funzionato correttamente, poiché le Rosse sono apparse molto veloci nel T3, il terzo settore del tracciato, il più lento dove conta il carico. Non solo, perché la bontà delle novità introdotte è valutabile anche analizzando le velocità di punta di Sainz e Leclerc: a differenza delle scorse gare, la Rossa era allo stesso livello di Red Bull.

Purtroppo però, a fare da contraltare ad aggiornamenti funzionanti che, almeno sul giro secco, hanmo permesso a Ferrari di primeggiare sulla concorrenza, si sono palesati grossi problemi di gestione gomma nel corso della simulazione di gara.
Nei long run, infatti, i due alfieri del Cavallino iniziavano i rispettivi run con tempi di attacco simili a quelli dei competitor che però, con il passare dei giri, si alzavano molto più della concorrenza, costringendo la vettura della Scuderia ad incassare distacchi non trascurabili, sicuramente tali da tagliarla fuori dalla lotta per la vittoria.
Un problema, quello del tyre management, cronico del progetto F1-75 che potrebbe essere stato peggiorato da un mix di fattori createsi nella giornata di Venerdì: primo tra tutti le elevate temperature dell'asfalto che, indubbiamente, fanno soffrire le gomme.
Anche il set-up scelto dai tecnici Ferrari potrebbe aver fatto la sua parte, in quanto non sembra essersi rivelato particolarmente adatto, probabilmente perché troppo scarico, utile ad avere maggior velocità sui rettilinei ma capace di far scivolare la monoposto nei lunghi curvoni in appoggio di Barcellona (dove serve spinta verticale), mandando in sofferenza le coperture Pirelli.

Al termine della giornata, nelle consuete interviste nel retrobox, Charles Leclerc ha analizzato la sua giornata, non focalizzandosi troppo sulla leadership nella graduatoria dei tempi, ma ponendo maggiormente l'accento sulle problematiche sopra elencate, la cui soluzione darà molto da lavorare a lui e al team di Mattia Binotto. Malgrado tutto però, il Monegasco si è detto fiducioso nella possibilità di mettere a punto la vettura, risolvendo i problemi emersi e disponendo di una monoposto capace di lottare per pole position e vittoria.

“In simulazione di qualifica non eravamo male, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare, in particolare sulla gestione delle gomme e sul passo gara. Nel long run siamo andati meglio con la mescola Soft, meno con la Medium, ma stasera analizzeremo i dati, che sono molto più significativi di quelli che avevamo dai test invernali, per individuare le zone di miglioramento che credo ci siamo su questa pista”.

]]>
Sat, 21 May 2022 08:00:00 +0000 https://www.formula1.it/news/10134/1/ferrari-bene-gli-sviluppi-male-la-gestione-gomme-leclerc-molto-lavoro-da-fare https://www.formula1.it/admin/foto/ferrari-bene-gli-sviluppi-male-la-gestione-gomme-leclerc-molto-lavoro-da-fare-10134-1.jpg